Terreni agricoli

Per terreno agricolo si intende il terreno iscritto in catasto, a qualsiasi uso destinato, compreso quello non coltivato. Sono soggetti ad imposta tutti i terreni iscritti in catasto indipendentemente dall’uso (terreni coltivati, non coltivati, non edificabili in genere). I terreni incolti sono espressamente citati (comma 746).

La base imponibile dell’imposta per i terreni agricoli, nonché per quelli non coltivati,è costituita dal reddito dominicale risultante in catasto rivalutato del 25 per cento e moltiplicato per il coefficiente di 135.

Sono esenti dall’imposta i terreni agricoli come di seguito qualificati:

  • posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali di cui all’art 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, iscritti alla previdenza agricola, comprese le società agricole di cui all’art 1, comma 3, del citato decreto legislativo n. 99 del 2004, indipendentemente dalla loro ubicazione;
  • a immutabile destinazione agrosilvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile;
  • ricadenti in aree montane o di collina. Si ricorda che il territorio del Comune di Trieste è classificato parzialmente montano, come individuato dalla Regione Friuli Venezia Giulia: sono esenti dall’IMU i terreni agricoli ricadenti nelle porzioni di territorio considerato montano.

Data di aggiornamento: 08.06.2020