TARSU

La sigla TARSU indica la "Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani", tributo disciplinato dal Decreto Legislativo 15 novembre 2015 n° 507 e succ. mod. e dal Regolamento Comunale, in vigore sino al 31/12/2012 (e sostituito poi dalla "TARES")
AVVISO DELL’UFFICIO TARSU IN RELAZIONE ALLE RICHIESTE DI RESTITUZIONE DELL’IVA

In merito alle richieste di restituzione dell’IVA che pervengono da parte dei cittadini, si  informa che il Comune di Trieste applica ancora  il regime relativo alla tassa per lo smaltimento dei rifiuti (c.d. TARSU) e non quello della Tariffa di igiene urbana (c.d. T.I.A.).  Nel regime della tassa per lo smaltimento dei rifiuti – la cui normativa di riferimento è il decreto legislativo n. 507/93 – non è mai stata prevista l’applicazione di tale imposta (I.V.A.).  Gli avvisi di pagamento della tassa dei rifiuti che vengono quindi annualmente recapitati ai contribuenti da parte della Esatto S.p.A non contengono importi a titolo di I.V.A. e quindi il rimborso non è dovuto.
> Visita il sito di Esatto Spa per trovare maggior informazioni

 

Come si calcola

La tassa si calcola moltiplicando la tariffa per la superficie (metri quadrati) dell’immobile; all’importo così ottenuto vanno aggiunte le addizionali di legge (10%) ed il tributo provinciale (5%).

La tariffa applicata dipende dall’uso dell’immobile (abitazione, locali d’affari, ecc).

La superficie è calcolata in metri quadrati senza considerare le pareti esterne ed interne, ma aggiungendo quella dei locali accessori (cantine, soffitte, ripostigli, …) e degli eventuali poggioli che siano chiusi da tre lati e coperti o verandati. Non si considera la superficie dei vani tecnici e quella dei locali, o parti di essi, con altezza inferiore a 1,80 metri.

Locali ed aree tassabili

CLASSE 1a)
ABITAZIONI E RELATIVI GARAGES (esclusi posti macchina)

CLASSE 1b)
COLLETTIVITA’ e LOCALI ADIBITI AD ATTIVITA’ RICETTIVO-ALBERGHIERE, CASE DI RIPOSO, ASILI

CLASSE 2a)
SEDI DI ASSOCIAZIONI VARIE, POLITICHE E SINDACALI, CIRCOLI SPORTIVI E RICREATIVI, ARCHIVI-BIBLIOTECHE E MUSEI, PALESTRE, SCUOLE DI BALLO E DI MUSICA, AUTOSALONI, POSTI MACCHINA, AUTORIMESSE E PARCHEGGI PUBBLICI, AUTOLAVAGGI
CINEMA, TEATRI, IPPODROMI, SALE DA GIOCO E DA BALLO

CLASSE 2b)
SCUOLE, UNIVERSITÀ’, ORATORI E RICREATORI
CAMPEGGI, STABILIMENTI BALNEARI, BAGNI DIURNI E RELATIVE AREE

CLASSE 2c)
AREE OPERATIVE delle attività industriali, artigianali e commerciali

CLASSE 3)
ALLERIE E MOSTRE ARTE, MOSTRE MERCI E MOBILI, ENTI FIERISTICI
DEPOSITI DI STOCCAGGIO E DEPOSITI DELLE AZIENDE DI AUTOTRASPORTI, STAZIONI FERROVIARIE, DISTRIBUTORI CARBURANTI (senza officine), CENTRALI TELEFONICHE

CLASSE 4a)
CASERME, CARCERI, OSPEDALI-SANATORI, POLIAMBULATORI, CASE DI CURA

CLASSE 4b)
AMBULATORI, STUDI MEDICI E DENTISTICI, VETERINARI, LABORATORI ODONTOTECNICI E DI ANALISI, STUDI RADIOLOGICI

CLASSE 5a)
ATTIVITÀ’ ARTIGIANALI DI SERVIZIO ALLA RESIDENZA E ALLA
PERSONA, STUDI ARTISTICI E FOTOGRAFICI

CLASSE 5b)
UFFICI PUBBLICI E PRIVATI, AUTOSCUOLE
STUDI TECNICI E PROFESSIONALI, CENTRI ELAB.DATI

CLASSE 6a)
OFFICINE DI MECCANICI, CARROZZIERI, GOMMAI,
ELETTRAUTO, STABILIMENTI INDUSTRIALI

CLASSE 6b)
FALEGNAMERIE, TIPOGRAFIE E SIMILI

CLASSE 6c)
COMMERCIO ALL’INGROSSO, COMMERCIO AL DETTAGLIO DI BENI NON DEPERIBILI:
(abbigliamento, foto/cine/ottica, dischi e strum.musicali, ferramenta, chiavi, antichità’, arredamento, sanitari, edilizia, libreria, giocattoli e art.da regalo, artic.nautica, moto/cicli, pneumatici, legnami, elettrodomestici, oreficerie e orologerie, colori, vernici e altro non compreso nella successiva classe 7)
BANCHI E RELATIVE AREE (con esclusione di quelli indicati nella classe 9)

CLASSE 7)
ALTRO COMMERCIO AL DETTAGLIO:
(farmacia, agraria, casalinghi, lampadari, grandi magazzini, supermercati .non alimentari, drogherie/profumerie, cartolerie, tabacchi e giornali, erboristeria, accessori auto/moto, ceramiche, tappeti e tappezzerie, animali)
LABORATORI ALIMENTARI, MENSE

CLASSE 8)
VENDITA DI GENERI ALIMENTARI, SURGELATI,
SUPERMERCATI, ESERCIZI PUBBLICI, SELF-SERVICE, FAST-FOODS

CLASSE 9)
ENDITA ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO DI FIORI E ORTOFRUTTA
BANCHI ED AREE NEI MERCATI SIA ALL’INGROSSO CHE AL DETTAGLIO
CHIOSCHI BIBITE E ALIMENTARI

CLASSE 22)
CASE COLONICHE E CASE SPARSE, SITUATE FUORI DELL’AREA DI RACCOLTA DEI RIFIUTI, A TARIFFA RIDOTTA AL 30 PER CENTO (ART. 4 DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE).

Come si paga

Si possono pagare le somme dovute:

  • presso tutti gli uffici postali, utilizzando i bollettini precompilati;
  • se non si è in possesso del c/c precompilato si può utilizzare un c/c postale intestandolo a:
    c/c n. 48725949 ESATTO SPA – TARSU TRIESTE – PIAZZA SANSOVINO 2 – 34131 TRIESTE (IBAN: IT27F0760102200000048725949)
  • sul conto corrente bancario IBAN:
    IT09Y0306902222100000004253, BIC: BCITITMM
Data di aggiornamento: 26.02.2019