Riduzioni

Il Regolamento del Comune di Trieste stabilisce che in alcuni casi, la tassa può essere ridotta

A titolo esemplificativo si riportano i seguenti casi di riduzione:

  • abitazioni o i locali che distano più di 300 metri dal più vicino contenitore per la raccolta dei rifiuti
  • abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, a condizione che non siano cedute in locazione o in comodato, anche temporaneamente, nel corso dell’anno solare oggetto dell’agevolazione;
  • abitazioni occupate da soggetti che risiedono o abbiano dimora per più di sei mesi all’anno all’estero, non cedute né in locazione o in comodato, anche temporaneamente, nel corso dell’anno solare oggetto dell’agevolazione;
  • nel caso di agricoltori, la parte abitativa della costruzione rurale;
  • riduzione per compostaggio aerbico individuale (utenze domestiche);
  • riduzone per compostaggio aerobico individuale – utenze agricole e vivaistiche (utenze non domestiche);
  • locali ed aree scoperte, adibiti ad uso stagionale o non continuativo, ma ricorrente, a condizione che ciò risulti da idonea documentazione (utenze non domestiche);
  • locali ove si producono rifiuti speciali non assimilati o non assimilabili (utenze non domestiche);
  • avvio al riciclo dei rifiuti assimilati (utenze non domestiche).
  • Riduzioni per la cessione di eccedenze alimentari (utenze non domestiche)

Riduzioni per la cessione di eccedenze alimentari da parte di utenze non domestiche

Art. 36-quater regolamento IUC

Per ottenere le riduzioni TARI previste dall’Art. 36-quater (“Riduzioni per la cessione di eccedenze alimentari da parte di utenze non domestiche”), le imprese o enti che desiderano avvalersi dei benefici della norma dovranno consegnare a Esatto SpA i tre moduli presenti in questa pagina, debitamente compilati:

La “Dichiarazione per imprese ed enti” è il modulo principale, con cui l’intestatario del tributo chiede la riduzione della parte variabile della TARI, e allo scopo evidenzia i locali/aree ove si producono le eccedenze alimentari e la fascia quantitativa prodotta nell’anno.

La “Attestazione pro riduzione” è il modulo con cui l’impresa/ente intestatario del tributo, nonché l’Associazione cessionaria, dichiarano congiuntamente le quantità delle eccedenze alimentari cedute.

Il “Documento di dettaglio dei conferimenti effettuati” è il documento con cui l’impresa/ente intestatario del tributo fornisce la dimostrazione dei singoli conferimenti dettagliando gli estremi di trasporto di ciascuno di essi. Il documento è fornito anche in versione Open Document per chi desideri compilarlo in elettronico. 

I moduli elencati vanno riempiti e consegnati a Esatto SpA entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale si chiede la riduzione.

I moduli, completi di copia dei documenti identificativi dei dichiaranti, possono essere recapitati a Esatto SpA con le seguenti modalità:

  • Consegna a mano presso la sede operativa di piazza Sansovino, 2 – 34131 Trieste
  • Trasmissione a mezzo raccomandata AR allo stesso indirizzo di cui sopra
  • Trasmissione in formato PDF via PEC all’indirizzo: esattospa_comunicazioni@legalmail.it
Data di aggiornamento: 10.01.2019