Come si calcola

Utenze domestiche

La tassa dovuta per i locali destinati ad abitazione si calcola moltiplicando la quota fissa della tariffa, individuata in base al numero degli occupanti, per la superficie (metri quadrati) dell’immobile; a tale importo va sommata la quota variabile della tariffa, sempre riferita al numero degli occupanti.

Alle pertinenze delle utenze domestiche, quali cantine, autorimesse, depositi o altri locali simili non si applica la parte variabile della tariffa. La tassa dovuta va quindi calcolata moltiplicando la quota fissa della tariffa, individuata in base al numero degli occupanti, per la superficie (metri quadrati) dell’immobile.

Agli importi così ottenuti si aggiunge il tributo TEFA (tributo per l'esercizio delle funzioni ambientali), pari al 4% dal 2019 ed al 5% per gli anni precedenti.

Utenze non domestiche

La tassa  si calcola moltiplicando la quota fissa della tariffa, individuata in base alla categoria di attività, per la superficie (metri quadrati) dell’immobile; a tale importo va sommata la quota variabile della tariffa, sempre riferita alla categoria di attività, anch’essa moltiplicata per la superficie (metri quadrati) dell’immobile.

Agli importi così ottenuti si aggiunge il TEFA (tributo per l'esercizio delle funzioni ambientali),  pari al 4% dal 2019 ed al 5% per gli anni precedenti.

Tariffe TARI anno 2020

Approvate con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 36 del 20/07/2020

A) Utenze domestiche

Nucleo familiare

Quota fissa
(€/mq/anno)

Quota variabile
(€/anno)

1 componente

0,99

58,81

2 componenti

1,16

137,21

3 componenti

1,29

176,42

4 componenti

1,4

215,62

5 componenti

1,51

284,23

6 o più componenti

1,6

333,23

B) Utenze non domestiche

Categorie di attività

Quota fissa
(€/mq/anno)

Quota variabile
(€/mq/anno)

1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto,circoli ricreativi

0,98

1,2

2 - Cinematografi e teatri

0,73

0,91

3 - Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta

1,25

1,53

4 - Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi, autolavaggi, ippodromo

1,86

2,28

5 - Stabilimenti balneari

0,93

1,13

6 - Esposizioni, autosaloni

0,83

1,03

7 - Alberghi con ristorante, agriturismi con ristorante

2,94

3,59

8 - Alberghi senza ristorante, agriturismi senza ristorante, residence, case vacanze, affittacamere

2,32

2,83

9 - Case di cura e riposo,collegi, caserme, casa circondariale, collettività case dello studente, altre convivenze

2,45

2,99

10 - Ospedali

2,62

3,21

11 – Uffici e agenzie

2,62

3,2

12 – Banche, istituti di credito e studi professionali

1,35

1,64

13 - Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli

2,42

2,97

14 - Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze

2,72

3,31

15 - Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato.

1,47

1,79

16 - Banchi di mercato beni durevoli

2,67

3,24

17 - Attività artigianali tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista

2,67

3,26

18 – Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista

2,01

2,46

19 - Carrozzeria, autofficina, elettrauto

2,67

3,26

20 - Attività industriali con capannoni di produzione

0,93

1,14

21 - Attività artigianali di produzione beni specifici

1,35

1,64

22 - Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub

13,63

16,65

23 - Mense, birrerie, amburgherie

11,87

14,5

24 - Bar, caffè, pasticceria

9,69

11,82

25 - Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alim.

4,94

6,03

26 - Plurilicenze alimentari e/o miste

3,77

4,59

27 - Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio

17,55

21,42

28 - Ipermercati di generi alimentari

3,82

4,67

29 - Banchi di mercato generi alimentari

8,56

10,46

30 - Discoteche, night club, sale da gioco

2,54

3,12

Data di aggiornamento: 24.07.2020