Il conferimento dei rifiuti

A Trieste i primi contenitori per conferire in modo differenziato i rifiuti sono stati installati nel lontano 1984.

Questa pratica virtuosa è rimasta a livello “volontario” fino alla fine del 2010, quando, con l'approvazione del nuovo “Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani ed assimilati e la pulizia del territorio del Comune di trieste” è divenuta obbligatoria.

Questi sono i servizi di raccolta attivi nella nostra città:

  • le “isole ecologiche stradali” composte da:
    - cassonetti con coperchio giallo per la carta ed il cartone,
    - cassonetti con coperchio azzurro per gli imballaggi in plastica,
    - “campane” verdi per gli imballaggi in vetro e le lattine,
    - bottini con coperchio marrone per il rifiuto “umido”,
    - cassonetti grigi per il rifiuto secco non riciclabile;

    sul territorio si trovano, inoltre, questi altri tipi di contenitori per rifiuti:
    - cassonetti dedicati agli sfalci del verde ed alle ramaglie
    - moduli stradali per la raccolta degli abiti;
    - contenitori stradali per la raccolta delle pile;
    - cestini stradali (spesso dotati di posacenere) per i rifiuti dei pedoni.
    - cestini stradali per il conferimento delle deiezioni animali.
     
  • I Centri di Raccolta, dove vanno conferiti i rifiuti ingombranti in legno, in metallo, rifiuti elettrici ed elettronici, inerti, suppellettili, materassi, oli esausti, ecc.;
  • il servizio di prelievo a domicilio dei rifiuti ingombranti (previa prenotazione telefonica allo e deposito al piano strada – tel.: 800 955 988);
  • il servizio di raccolta “porta a porta” del “verde” dei giardini privati (previo riitiro dell'apposito bottino in comodato d'uso e prenotazione telefonica per i ritiri – tel.: 800 955 988) ;
  • il servizio di raccolta degli imballaggi in cartone, presso i punti stradali “SRC” (dedicato alle attività commerciali);
  • Il servizio di raccolta dell' “umido” delle grandi utenze (ristoranti, mense, ecc.);
  • Pur non trattandosi di “rifiuto urbano” si segnala anche la micro-raccolta a domicilio dell'amianto (previa prenotazione telefonica e limitata a piccoli quantitativi)– tel.: 800 955 988).

A Trieste la percentuale di Raccolta Differenziata è costantemente aumentata negli anni ma è ancora ampiamente migliorabile.
Dal timidissimo 0,16 % dell'esordio del 1984, passando per il 22,35 % del 2011 (primo anno da quando è divenuta obbligatoria) per arrivare al 41,05 % dell'ultimo dato a consuntivo del 2018.

 

LINK UTILI:

Cliccando su questo link raggiungerete la pagina del sito web di AcegasApsAmga S.p.A., gestore del servizio di igiene urbana comunale, dove troverete:

  • "Il rifiutologo” (l'app che chiarisce le idee sul corretto conferimento dei rifiuti in maniera differenziata).
  • “Spazzamento strade” (l'app che informa sul prossimo intervento di spazzamento di ogni strada cittadina)

oltre ad informazioni su:

  • Centri di raccolta (gli indirizzi, gli orari, e quant'altro sui centri di raccolta dei rifiuti presenti nella nostra città).
  • Punti SRC (le mappe con i punti di conferimento degli imballaggi in cartone delle utenze commerciali cittadine).
  • Ritiro a domicilio degli ingombranti
  • Ritiro a domicilio dell'amianto (microraccolta dell'amianto)
  • Servizio di raccolta “porta a porta” del “verde” dei giardini privati

e tanto altro...

 

LE SEGNALAZIONI:

Si rammenta che, per segnalazioni riguardanti il servizio di igiene urbana, sono a disposizione:

  • l'URP (l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Trieste): Via Procureria, 2/a - 34121 Trieste email: urp@comune.trieste.it tel.: 040 6754850
  • il portale web : www.comuni-chiamo.com
  • il “numero verde” di AcegasApsAmga S.p.A. (gestore del servizio igiene urbana comunale): tel.: 800 955 988
Data di aggiornamento: 08.08.2019