Polizia Locale

Si comunica che, a seguito del DPCM del 11.03.2020, gli sportelli della Polizia Locale di via Revoltella 35 ed i Distretti presenti sul territorio rispettereanno i seguenti orari (modificati):

Sportello Esatto (pagamento sanzioni Codice della Strada e mense scolastiche)
Lunedì - Mercoledi - Venerdì: dalle 10 alle 11 

Per contattare lo sportello Esatto della Polizia Locale: 0406754399

Si raccomanda di privilegiare altre forme di pagamento per evitare spostamenti da casa, nel rispetto del DPCM del 11.03.2020.
Per bonifico bancario online (solo sanzioni Codice della Strada): 
codice IBAN: IT98 G076 0102 2000 0004 8727 168
per l’estero codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX
intestato a Esatto SpA – CDS Trieste
sulla causale riportare il numero del verbale, la targa del veicolo e la data dell’infrazione.

Ufficio Cancelleria : chiuso
consegna atti presso il Protocollo Generale di via Punta del Forno 2 (da Lunedì a Venerdì dalle 8.30 alle 12.30)

Nucleo Infortunistica - Lunedì - Mercoledi - Venerdì: dalle 10 alle 11

Ufficio Permessi - solo su appuntamento da fissare telefonando al 040.675.7706 o tramite mail plts.permessi@comune.trieste.it
eventuali domande di rilascio o rinnovo dei permessi possono essere presentate via email all'indirizzo plts.permessi@comune.trieste.it, e il ritiro verrà concordato tramite appuntamento;

Ufficio Sequestri: solo su appuntamento 040.675.7700 chiamare
Lunedì-Mercoledì-Giovedì dalle 10 alle 12;
Martedì e Venerdì dalle 13.30 alle 15.30, 

Si rammenta altresì che devono in ogni caso essere rispettate le disposizioni ministeriali che prevedono per i cittadini la possibilità di spostamento (e ciò vale anche per chi si reca allo sportello dell'Ufficio Permessi) solo per i casi di necessità lavorative, motivi di salute, o altre necessità autocertificabili.

Distretti Territoriali di Polizia Locale
Tutti i Distretti presenti sul territorio resteranno aperti al pubblico ma solo su appuntamento:

Distretto A - via Locchi 29 (040.675.8747)
Distretto B - via Giulia 2 (040.675.7572)
Distretto C - via Doberdò 20/3 (040.675.7580)

 

 

Il portale della Polizia Locale di Trieste fornisce un servizio di informazione sempre aggiornato.

www.poliziamunicipaletrieste.it

Data di aggiornamento: 13.03.2020
null Zone a Traffico Limitato e Aree Pedonali Urbane

Zone a Traffico Limitato e Aree Pedonali Urbane

Le Zone a Traffico Limitato  (ZTL) si distinguono in:

Zone a Traffico Limitato di tipo A

(riservate prevalentemente alla circolazione dei pedoni), che prevedono:
a) l’istituzione del divieto di circolazione (accesso, transito e sosta) per tutti i veicoli, ad eccezione di:

  • veicoli in servizio di soccorso e veicoli delle forze d’ordine;
  • velocipedi;
  • veicoli di proprietari o utilizzatori di cortili/box/autorimesse private
  • veicoli operativi del Comune, di Aziende di Servizi Pubblici o loro concessionari,
  • veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie in possesso del contrassegno di cui al D.P.R. 16.12.92 n. 495; l’accesso nelle Z.T.L. viene consentito esclusivamente nel caso la persona detentrice del contrassegno debba raggiungere edifici ubicati all’interno dell’area interdetta; viene consentita la breve sosta per l’accompagnamento dell’invalido, senza intralciare il transito, esponendo sulla parte anteriore del veicolo sia il contrassegno che un’indicazione dell’ora di inizio della sosta;
  • veicoli utilizzati per il carico/scarico di cose/merci connesse all’operatività delle attività commerciali ubicate all’interno delle zone con le seguenti modalità e prescrizioni: l’accesso è consentito solamente nel caso di trasporto di merci ingombranti e di peso tale da non consentire lo spostamento su carrelli a mano;
  • è consentita la sosta operativa (la sosta operativa è intesa con la presenza dell’operatore impiegato in attività di carico/scarico, in tutti gli altri casi si configurala sosta inoperosa);
  • veicoli in possesso di specifico permesso, subordinato a speciali condizioni e cautele,rilasciato dagli Uffici Comunali in tutti i casi di comprovata oggettiva necessità di accesso/sosta (traslochi di abitazioni/uffici, interventi di manutenzione/recupero edilizio,ecc.);

b) l’istituzione del limite di velocità di 10 Km/ora per i veicoli in transito, dell’obbligo di dare la precedenza ai pedoni presenti nell’area nonché di percorrere l’itinerario più breve tra la strada esterna di libera circolazione e la destinazione interna da raggiungere.

Zone a Traffico Limitato di tipo B

(riservate dalle 0.00 alle 24.00 dei giorni feriali prevalentemente alla sosta dei residenti), a carattere provvisorio, individuate e delimitate; prevedono l’istituzione del divieto di circolazione (accesso, transito e sosta) dalle ore 0.00 alle ore 24.00 dei giorni feriali per tutti i veicoli, ad eccezione delle categorie di veicoli
autorizzate.
Attualmente nelle ZTL di tipo B accedono, oltre ai residenti, anche i titolari di altre tipologie di permessi rilasciati dall’Ufficio Permessi.
In particolare vi possono accedere e sostare:

  • i disabili in possesso dello specifico contrassegno;
  • i medici, sia per la sosta in attività ambulatoriale (sosta illimitata nel tempo) sia per le visite domiciliari urgenti (sosta max di 60 minuti);
  • gli agenti di commercio in visita ai clienti (sosta max 2 ore): circa 50 permessi rilasciati;
  • giornalisti e testate giornalistiche.

Le Aree Pedonali Urbane (APU)

Sono aree in cui vige il divieto di circolazione (accesso, transito e sosta) per tutti i veicoli, ad eccezione di:

  • veicoli in servizio di emergenza;
  • velocipedi;
  • veicoli di proprietari o utilizzatori di cortili/box/autorimesse private
  • veicoli operativi del Comune, di Aziende di Servizi Pubblici o loro concessionari,
  • veicoli in possesso di specifico permesso,

È previsto inoltre il limite di velocità di 10 Km/ora per i veicoli in transito, dell’obbligo di dare la precedenza ai pedoni presenti nell’area nonché di percorrere l’itinerario più breve tra le strade esterne di libera circolazione e la destinazione interna da raggiungere, e l’istituzione del divieto di transito ai veicoli aventi una massa superiore a 3,5 tonn.

Data di aggiornamento: 04.04.2019