ICP e Pubbliche Affissioni

Dal 01/01/2021, ai sensi della legge 160/2019, sono abrogate l'imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni e sostituite dal CANONE UNICO patrimoniale che comprende anche le occupazioni di suolo pubblico ed è stato istituito con deliberazione consiliare n. 65/2020, che ha approvato il relativo Regolamento che comprende anche le occupazioni di suolo pubblico. Con deliberazione giuntale n. 38/2021 sono state approvate le relative tariffe.

Per i mezzi pubblicitari soggetti ad autorizzazione rivolgersi a:
Dipartimento Territorio, Economia, Ambiente e Mobilità
Servizio Edilizia Privata e Residenziale Pubblica e Paesaggio PO Paesaggio, Informatizzazione e Prevenzione Incendi

Per i mezzi pubblicitari soggetti a dichiarazione e per le pubbliche affissioni rivolgersi ad Esatto spa, aperta al pubblico nei seguenti orari:

  • lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 8:30 alle ore 16:00 (continuato)
  • mercoledì dalle ore 8:30 alle ore 13:30.

Ulteriori informazioni possono essere ottenute telefonicamente nei medesimi orari al n° verde 800800880.
In alternativa consultare il sito www.esattospa.it, oppure scrivere una mail al seguente indirizzo: esatto@esattospa.it Per email certificate inviare a: esattospa_comunicazioni@legalmail.it

ICP

La sigla “ICP” rappresenta l’imposta comunale sulla pubblicità in vigore dal 01/01/1994 al 31/12/2020 ed era disciplinata dal D. Lgs. 15 novembre 1993 n. 507 e s.m.i.

L’imposta sulla pubblicità era dovuta per la diffusione di messaggi pubblicitari effettuati attraverso forme di comunicazione visive o acustiche, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile.

Ai fini dell’imposizione si consideravano rilevanti i messaggi diffusi nell’esercizio di un’attività economica allo scopo di promuovere la domanda di beni o servizi, ovvero finalizzati a migliorare l’immagine del soggetto pubblicizzato.

L’imposta comunale sulla pubblicità era dovuta in via principale da colui che disponeva a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso. Era solidalmente obbligato al pagamento colui che produce o vende la merce o fornisce i servizi oggetto della pubblicità.

DA - Diritti sulle pubbliche affissioni

La sigla “D.A.” rappresenta i diritti sulle pubbliche affissioni per come erano disciplinati dal D.Lgs. 15 novembre 1993 n. 507 e s.m.i. fino al 31/12/2020.

Il servizio delle pubbliche affissioni è inteso a garantire l’esposizione su appositi impianti, da parte del personale di ESATTO SPA, di manifesti cartacei contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali o comunque privi di rilevanza economica e di messaggi pubblicitari diffusi nell’esercizio di un’attività economica.

Per l’effettuazione delle pubbliche affissioni era dovuto in solido, da chi richiede il servizio e da colui nell’interesse del quale il servizio stesso è richiesto, un diritto, comprensivo dell’imposta sulla pubblicità, a favore del comune che provvede alla loro esecuzione.

Ogni altra informazione può essere richiesta rivolgendosi agli uffici della società ESATTO SPA

Delibere

Data di aggiornamento: 08 giugno 2020