Protezione Civile Comunale

L’organizzazione del Sistema Regionale di Protezione civile, proprio perché concepita correttamente come “sistema”, non può prescindere dal fondamentale ruolo dei Comuni, sulla base della positiva esperienza della ricostruzione a seguito del disastroso sisma del 1976, e delle Province.

Infatti, ai sensi dell’articolo 7 della legge regionale 64/1986, “Il Comune….. è, con riguardo al territorio di propria competenza, l’ente di base per la protezione civile, ed allo stesso è riconosciuta la responsabilità primaria d’intervento all'atto dell’insorgere di situazioni od eventi del genere di quelli considerati all'articolo 1, I comma, della presente legge, ovvero di quelli d’entità tale da poter essere fronteggiati con misure ordinarie.”

Lo stesso articolo 7 attribuisce al Comune anche compiti relativi alla partecipazione allo svolgimento delle attività e dei compiti regionali in materia di protezione civile, compiti che riguardano la predisposizione di piani e programmi di intervento e di soccorso in relazione ai possibili rischi, l’organizzazione e la gestione di servizi di pronto intervento da integrare con quelli di aree più vaste, l’organizzazione ed il coordinamento degli apporti di volontariato, la rilevazione, la raccolta e la trasmissione dei dati interessanti la protezione civile, l’organizzazione e la gestione di attività intese a formare nella popolazione la consapevolezza della protezione civile.

A Trieste, l’Ufficio Comunale di Protezione Civile è inserito nell'Area Polizia Locale e Sicurezza del Comune di Trieste, il responsabile è il Comm. Agg. Mauro Bunz.

 

Protezione Civile Comunale

Centro operativo emergenze

Centro operativo emergenze

l Centro Operativo Emergenze del Comune di Trieste è ubicato in prossimità del Centro Radio della Polizia Locale nella caserma San Sebastiano di via Revoltella

Ha lo scopo di potenziare e coordinare ulteriormente la “risposta operativa” e informativa già in essere da parte del Centro Radio, e ciò specificamente in occasione di particolari emergenze sia atmosferiche che di altra natura che determinino un vasto impatto sulla viabilità e i servizi della città.

In caso di necessità, nel nuovo Centro Emergenze, sono chiamati ad operare insieme personale di Polizia Locale, Protezione Civile, Comune, Trieste Trasporti e AcegasApsAmga ed altri enti interessati.

Sono disponibili una decina di postazioni telefoniche dedicate, collegate direttamente al numero della Polizia Locale 040.366111, le reti radio della Polizia Locale e della Protezione Civile Regionale e i sistemi di monitoraggio delle flotte di TriesteTrasporti e mezzi antineve di AcegasApsAmga. Nel Centro Operativo Emergenze sono disponibili anche le immagini delle telecamere poste sul territorio. Nella Caserma San Sebastiano è anche sede del C.O.C. (Centro Operativo Comunale).

Piano Comunale e Regionale delle Emergenze di Protezione Civile

Il Comune di Trieste si è dotato nel 1998 del Piano Comunale di Protezione Civile  aggiornandolo nel 2011. A seguito della delibera della Giunta Regionale n° 99 DD. 18.1.2008, tale piano, costituisce parte integrante del Piano regionale delle Emergenze di protezione civile, che è uno strumento dinamico, aggiornato con il contributo delle diverse componenti del sistema regionale integrato di protezione civile e con l’affermarsi di nuove conoscenze.

Attraverso il portale pianiemergenza.protezionecivile.fvg.it , la Protezione Civile della Regione fornisce criteri, modalità e indicazioni operative per l’aggiornamento periodico dei Piani comunali di emergenza dei Comuni del Friuli Venezia Giulia ai sensi dell’art.7 della LR 64/1986 e dell’art.15 della L.225/1992. Tramite questo sito i Sindaci, i coordinatori dei gruppi comunali e le altre figure accreditate al sistema possono accedere in ogni momento, utilizzando la propria password, a tutte le informazioni contenute nel modello di piano comunale di emergenza proposto dalla Protezione civile della Regione.

Il portale è aperto anche ai cittadini per le informazioni di utilità generale (aree di attesa da utilizzare in caso di evento sismico, principali edifici strategici, etc.) anche attraverso l’applicativo MoPiC, scaricabile gratuitamente dagli App store delle due principali piattaforme in uso, Android e iOS.

label_data_aggiornamento: 2019.04.18