null Richiesta__di_Autorizzazione_per_la_realizzazione_di_nuove__infrastrutture_per_la_rete_di_banda_larga_(_impianti_Broadband_Wireless_Access)_con_potenze_al_connettore_d'antenna_superiori_ai_20_W

Richiesta di Autorizzazione per la realizzazione di nuove infrastrutture per la rete di banda larga ( impianti Broadband Wireless Access) con potenze al connettore d'antenna superiori ai 20 W

L'installazione di reti radio a larga banda punto-multipunto nelle bande di frequenza all'uopo assegnate, viene autorizzata dagli Enti locali, previo accertamento, da parte dell'Organismo competente ad effettuare i controlli , della compatibilità del progetto con i limiti di esposizione, i valori di attenzione e gli obiettivi di qualità, stabiliti uniformemente a livello nazionale.(art. 14, L.n.36 22 febbraio 2001 e relativi provvedimenti di attuazione.). Il procedimento autorizzatorio seguirà le modalità indicate dall'art. 87 del D.Lgs 259/2003 e s.m.i. Qualora fosse necessario acquisire più pareri/assensi/nulla osta da parte degli Enti preposti (ad esempio vincoli monumentali, paesaggistici, idrogeologici) il Comune applicherà l’istituto della Conferenza dei Servizi così come disciplinata dall'articolo 14 della L. 241/1990 e s.m.i..

Come fare

  • La Richiesta di Autorizzazione deve essere presentata dal titolare della Ditta individuale o dal legale rappresentante della Società o da altro soggetto avente titolo
  • Per informazioni si riceve per appuntameto:
     
    L'istanza dovrà
    • essere redatta su modello (vedi allegato in documenti da presentare) conforme all'allegato n. 13 del D.Lgs. 259/2003 e s.m.i., predisposto dal'Ente e realizzato al fine della sua acquisizione su supporti informatici e destinato alla formazione del catasto nazionale delle sorgenti elettromagnetiche di origine industriale.
       
    • essere corredata della documentazione atta a comprovare il rispetto dei limiti di esposizione, dei valori di attenzione e degli obiettivi di qualità, relativi alle emissioni elettromagnetiche, di cui alla legge 22 febbraio 2001, n. 36 , e relativi provvedimenti di attuazione, attraverso l'utilizzo di modelli predittivi conformi alle prescrizioni della CEI, non appena emanate.
     

     

Entro quanti giorni: 90

Cosa fare

  • bollettino di conto corrente postale n. 16315343 intestato a Comune di Trieste - Dipartimento Territorio, Economia, Ambiente e Mobilità - Servizio Tesoreria con la causale “Servizio Ambiente ed Energia CC 1668-O6001 CAP.73600”
     
  • bancoposta on-line a favore del COMUNE di TRIESTE con la causale “Servizio Ambiente ed Energia CC 1668-O6001 CAP.73600” IBAN :IT88X0760102200000016315343 Codice d’identificazione bancaria Poste Italiane (BIC/SWIFT): BPPIITRRXXX
     
  • bonifico bancario a favore del COMUNE di TRIESTE - Dipartimento Territorio, Economia, Ambiente e Mobilità - Servizio Tesoreria con la causale “Servizio Ambiente ed Energia CC 1668-O6001 CAP.73600” CONTO DI TESORERIA PRESSO UNICREDIT S.P.A.: IBAN : IT44S0200802230000001170836 Codice di identificazione bancaria (BIC /SWIFT): UNCRITM10PA

Dove andare

Sede

Trieste, passo Costanzi 2
5 Piano int. 523 - 519

Trasparenza

Atto primario: D.lgs., N°: 259 Del: 2003,

    • D.Lgs. 259/2003 art. 87 comma 3  per potenze comprese tra i 10W e i 20W (presentazione di SCIA).
    • D.L. n. 98 del 6/7/2011 art 35 convertito con modificazioni dalla L. 15/07/2011 n. 111 e, successivamente, così sostituito dall'art. 14, comma 10-ter, D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 per potenze inferiori ai 10 W e superficie radiante dell’impianto non superiore a 0.5 mq (presentazione di autocertificazione di attivazione).
    • L.241/1990 e s.m.i.; nuovo Piano Regolatore Generale Comunale di cui alla D.C. n. 48 del 21.12.2015 integrato dalla D.C. n. 5 del 9.2.2016

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

  • Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dalla data di notifica dell'atto o in alternativa ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni a decorrere dal medesimo termini

Data di aggiornamento: 03.06.2019