Civici musei storici

Castello di San Giusto

Castello di San Giusto

Simbolo tra i più rappresentativi della città, il Castello di San Giusto si erge sull’omonimo colle che domina la città, il suo golfo e il suo entroterra. Voluto dagli imperatori d’Austria, fu edificato in stadi successivi dal 1468 al 1636, raggiungendo l’aspetto attuale di fortezza triangolare munita di bastioni ai vertici. Dal 1936 il Castello, trasformato in museo dopo un radicale intervento di restauro, è aperto al pubblico.

www.castellodisangiustotrieste.it

Museo Diego de Henriquez

Museo della guerra per la pace
Museo Diego de Henriquez

Il Museo nasce dalla straordinaria collezione di Diego de Henriquez, acquisita dal Comune di Trieste nel 1983 e costituita da circa 15.000 oggetti relativi sia alla prima che alla seconda guerra mondiale. Non si tratta di un museo “di guerra” comunemente inteso, ma del “museo della società del Novecento in guerra” con i suoi demoni e i suoi orrori, nel lungo e contrastato cammino verso la pace.

www.museodiegodehenriquez.it

Museo del Risorgimento e sacrario Oberdan

Museo del Risorgimento e sacrario Oberdan

Ospitato nella Casa del Combattente (arch. Umberto Nordio) che sorge sull’area già occupata dalle caserme austriache dove il 20 dicembre 1882 fu giustiziato Guglielmo Oberdan, il museo conserva documenti, fotografie, divise, cimeli e dipinti legati a fatti e personaggi del Risorgimento, dai moti del 1848 alla fine della prima guerra mondiale. 
Per il 2019 la gestione del Museo è stata affidata alla Lega Nazionale nell'ambito di un rapporto di collaborazione con il Comune di Trieste.

museodelrisorgimentotrieste.it

Risiera di San Sabba

Monumento nazionale
Risiera di San Sabba

Nato come stabilimento per la lavorazione del riso alla fine dell’800, è stato l’unico campo di concentramento munito di crematorio dell’attuale territorio italiano. Qualificato dai nazisti come Polizeihaftlager (campo di detenzione di polizia), assolse a tre funzioni: eliminazione di ostaggi, partigiani e detenuti politici italiani, sloveni e croati e in minima parte anche di ebrei; smistamento di deportati politici e razziali verso altri lager del Reich; stoccaggio di beni razziati alle comunità ebraiche del Litorale Adriatico. Dichiarata Monumento Nazionale nel 1965, è stata in seguito trasformata su progetto dell’architetto triestino Romano Boico e inaugurata nell’aspetto attuale nel 1975.

www.risierasansabba.it

Foiba di Basovizza

Monumento Nazionale
Foiba di Basovizza

Pozzo minerario in disuso, nel maggio 1945 fu teatro di esecuzioni di civili e militari italiani, arrestati dalle truppe jugoslave d’occupazione. Dichiarata Monumento Nazionale nel 1992, è divenuta oggi il principale memoriale e simbolo per i familiari degli infoibati e dei deportati deceduti nei campi di concentramento in Jugoslavia e delle associazioni degli italiani esuli dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia, che qui ricordano le vittime delle violenze del 1943-45. Nel 2007 è stata inaugurata la nuova sistemazione del Sacrario che dal 2008 è dotato anche di un Centro di Documentazione gestito dalla Lega Nazionale in collaborazione con il Comune di Trieste.

Museo di Storia Patria

Museo di Storia Patria

Il Museo si compone di tre sezioni. Nella prima, dedicata alla storia di Trieste, opere d’arte e manufatti evocano l’atmosfera della città nell’Ottocento, al culmine della sua fortuna commerciale. La seconda sezione è costituita dalla raccolta di Socrate Stavropulos: 150 opere di pittura, scultura e disegno di diversi artisti italiani ed europei dall’antichità al ’900. Infine nella Sala del tessuto è esposta una selezione della ricca collezione tessile dei Civici Musei di Storia ed Arte, dai frammenti serici dal XV al XIX secolo agli abiti da cerimonia, da sera ed etnografici fino ai paramenti sacri tra il ’700 e il ’900.

www.museostoriapatria.it

Lapidario tergestino

Lapidario tergestino

Allestito all’interno del cinquecentesco Bastione Lalio del Castello di San Giusto, il Lapidario Tergestino espone, attraverso 130 tra iscrizioni e sculture, la storia di Tergeste romana con i monumenti dell’area capitolina, gli edifici sacri, il Teatro e le necropoli. L’ultima sala è dedicata ai mosaici provenienti dalla lussuosa villa marittima di Barcola, databili tra la fine del I secolo a.C. e la metà del I secolo d.C.

www.museostoriaeartetrieste.it/lapidariotergestino

Museo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata

Museo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata

Una struttura certamente unica nel panorama regionale dei musei che ospita le memorie della comunità italiana che dopo la seconda guerra mondiale aveva dovuto lasciare la propria terra e vivere in esilio.

Data di aggiornamento: 2019.04.18