null Unione_Civile_-_trascrizione_(matrimonio_o_unione_civile_tra_persone_dello_stesso_sesso_formati_all'estero)

Unione Civile - trascrizione (matrimonio o unione civile tra persone dello stesso sesso formati all'estero)

Ad oggi la legge stabilisce che gli atti di matrimonio e gli atti di unione civile tra persone dello stesso sesso, contratti all'estero secondo le norme vigenti nel paese di formazione dell’atto, possono essere trascritti su richiesta degli interessati nel Registro delle Unioni Civili. Ai fini della trascrizione l’atto potrà essere inoltrato all'Ufficio di Stato Civile del comune di residenza dell’interessato tramite l’Autorità Diplomatica Italiana del paese di formazione dell’atto oppure consegnato direttamente all'ufficio stesso.

Come fare

  • Cittadinanza italiana, residenza a Trieste o iscrizione all'AIRE di almeno una delle parti.

Entro quanti giorni: 45

L'Ufficio Separazioni e divorzi e Unioni civili, con sede in Passo Costanzi n. 2, sarà chiuso al pubblico, per motivi tecnici, dal 22 al 26 luglio e dal 5 al 19 agosto 2019. L'Ufficio Trascrizioni atti di matrimonio/divorzio provenienti dall'estero, con sede in Passo Costanzi n. 2, st. 212 sarà chiuso al pubblico, per motivi tecnici, dal 29 luglio al 9 agosto 2019

Cosa fare

  • Mod. istanza potere sostitutivo
    1. Atto di matrimonio/unione civile avvenuto/a all'estero, in originale o in copia conforme, legalizzato (dall'Autorità consolare italiana all'estero – art. 33 D.P.R 445/2000), o con Apostille (per gli stati che hanno aderito alla Convenzione dell'Aia); inoltre l'atto deve essere tradotto (in lingua italiana conforme al testo straniero - art. 22 D.P.R. 396/2000) dall'Autorità consolare italiana all'estero o da un traduttore (la cui firma dovrà essere legalizzata dal Consolato o apostillata).
    2. Richiesta di trascrizione (vedi modulo allegato).

    Qualora l'atto di matrimonio/unione civile avvenuto/a all'estero venga rilasciato su modello plurilingue, l'atto stesso sarà esente da legalizzazione (solo per gli stati che hanno aderito alla Convenzione di Vienna del 1976).

     

    MOD. richiesta di trascrizione di unione civile o matrimonio tra persone dello stesso sesso contratto

Dove andare

Contatti

0406754229

Sede

Trieste, passo Costanzi 2
2 Piano int. 212

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Dal Lunedi Al Martedi 09:00 - 11:00
Mercoledi 14:00 - 16:00
Dal Giovedi Al Venerdi 09:00 - 11:00

Trasparenza

Atto primario: L., N°: 76 Del: 2016,

Atto secondario: D.P.C.M., N°: 144 Del: 2016,

  • Il DPCM n. 144 del23.07.2016, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 175 del 28.07.2016, reca disposizioni transitorie per la tenuta dei registri nell'archivio dello stato civile, ai sensi dell'art. 1, comma 34, della legge n.76/2016. Ai sensi dell'art. 1, comma 28, della legge 76/2016, e cioè entro il 5 dicembre 2016, dovranno essere adottati dal Governo uno o più decreti legislativi al fine di adeguare i testi di legge vigenti al nuovo istituto.
    L’art. 8, comma 3, del DPCM stabilisce che gli atti di matrimonio e gli atti di unione civile tra persone dello stesso sesso, contratti all’estero secondo le norme vigenti nel paese di formazione dell’atto, possono essere trascritti su richiesta degli interessati nel Registro delle Unioni Civili.

     

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

Data di aggiornamento: 16.04.2019