COSAP

Tutte le occupazioni di suolo, soprassuolo e sottosuolo appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, sia che comportino o che non comportino la costruzione di manufatti e le occupazioni di aree private ad uso pubblico di regola devono essere precedute da una concessione o autorizzazione da parte del Comune

Nella maggioranza dei casi, come disciplinati dal Regolamento, le occupazioni sono subordinate al parere tecnico favorevole degli Uffici competenti.
Rimangono comunque utilizzabili i modelli esemplificativi secondo i tipi di occupazione.

Il rilascio del provvedimento di concessione o autorizzazione è condizionato all’assolvimento dei seguenti obblighi:

  • pagamento, se dovute, dell’imposta di bollo ed ogni altra imposta per l’atto;
  • rimborso delle spese di sopralluogo, ove stabilito dall’amministrazione;
  • versamento del deposito cauzionale ove richiesto;
  • pagamento della prima rata o della rata unica del canone di occupazione..


L'Ufficio Occupazione Suolo Pubblico si occupa, in particolare, delle occupazioni con dehors, edilizia, esposizioni commerciali, arredo urbano, traslochi, trasporti, soste operative, spettacoli viaggianti, edicole, distributori carburanti, sottosuolo.

Si precisa che non va presentata la domanda di occupazione di suolo pubblico nei casi di esclusione di cui all'art. 5.4 del Regolamento.

Salvo i casi di rinnovo o proroga nei termini previsti, la sola presentazione della domanda, anche qualora siano scaduti i termini regolamentari per la conclusione dell'istruttoria, non dà pertanto diritto ad effettuare l'occupazione.

Per occupazioni temporanee di suolo pubblico per iniziative, eventi, banchetti, raccolta firme, interviste, offerta gadget, ecc. anche finalizzate a raccolta di denaro o promozioni economiche bisogna invece rivolgersi al Servizio Sport – Ufficio Gestione Eventi su suolo pubblico.
Per costruire un passo carrabile bisogna rivolgersi al Servizio Strade.
Per ottenere un permesso temporaneo di accesso / sosta (esempio per traslochi o trasporti) in APU (Area Pedonale Urbana) e ZTL (Zona a Traffico Limitato) non tipo “B” bisogna infine rivolgersi alla Polizia Locale.
Data di aggiornamento: 11.04.2019