Come si compila il Modello F24

Il versamento del tributo con il modello F24 può essere effettuato presso gli istituti bancari o presso gli uffici postali siti nel territorio dello Stato. Il versamento del tributo con il modello F24 non prevede l’applicazione di commissioni. Il modello F24 e le istruzioni per la compilazione sono disponibili presso gli istituti di credito e gli uffici postali.

Modello Ordinario

In ogni riga devono essere indicati i seguenti dati:

  • nello spazio “codice ente/codice comune”, il codice catastale del Comune nel cui territorio sono situati gli immobili, costituito da quattro caratteri; nel caso del Comune di Trieste è L424;
  • nello spazio “Ravv” barrare la casella se il pagamento di riferisce al ravvedimento;
  • nello spazio “Immob. Variati” barrare qualora siano intervenute delle variazioni per uno o più immobili che richiedano la presentazione della dichiarazione di variazione;
  • nello spazio “Acc.” barrare se il pagamento di riferisce all’acconto;
  • nello spazio “Saldo” barrare se il pagamento di riferisce al saldo. Se il pagamento è effettuato in unica soluzione per acconto e saldo, barrare entrambe le caselle;
  • nello spazio “Numero immobili” indicare il numero degli immobili (massimo tre cifre);
  • nello spazio “anno di riferimento” deve essere indicato l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento;
  • nello spazio “importi a debito versati” indicare l’importo a debito dovuto.

Nel caso di diritto alla detrazione, indicare l’imposta al netto della stessa, da esporre nell’apposita casella in basso a sinistra.

Modello Semplificato

Il modello è composto da una sola facciata che contiene due distinte di pagamento: la parte superiore è la copia per chi effettua il versamento, la parte inferiore è la copia per la banca o l’ufficio postale.

In ogni riga devono essere indicati i seguenti dati:

  • nello spazio “Sezione” inserire il codice “EL” (ente locale);
  • nello spazio “codice ente”, inserire il codice catastale del Comune nel cui territorio sono situati gli immobili, costituito da quattro caratteri; nel caso del Comune di Trieste è L424;
  • nello spazio “ravv.” barrare la casella se il pagamento si riferisce al ravvedimento;
  • nello spazio “immob. variati” barrare qualora siano intervenute delle variazioni per uno o più immobili che richiedano la presentazione della dichiarazione di variazione;
  • nello spazio “acc.” barrare se il pagamento si riferisce all’acconto;
  • nello spazio “saldo” barrare se il pagamento si riferisce al saldo. Se il pagamento è effettuato in unica soluzione per acconto e saldo, barrare entrambe le caselle;
  • nello spazio “numero immobili” indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre);
  • nello spazio “anno di riferimento” indicare l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento;
  • nello spazio “importi a debito versati” indicare l’importo a debito dovuto. Se il contribuente ha diritto alla detrazione (riportata nella colonna “detrazione”) deve indicare l’imposta al netto della stessa.

In caso di comproprietà o contitolarità vanno effettuati tanti versamenti quanti sono i proprietari o contitolari, ciascuno dei quali versa per la propria quota.

In caso di più immobili si deve utilizzare un solo modello F24 comprensivo dell’intera imposta dovuta per tutti gli immobili siti nel Comune di Trieste.

Data di aggiornamento: 20.05.2019