null Workshop tecnico partecipativo sul Porto Vecchio con l’arch. Andreas Kipar
28 giugno 2021

Workshop tecnico partecipativo sul Porto Vecchio con l’arch. Andreas Kipar

Una bella e positiva occasione di confronto costruttivo per continuare a crescere insieme

“E’ stata una bella occasione di confronto costruttivo tra chi ha la responsabilità di progettare e sviluppare il Porto Vecchio e i portatori di interesse che popoleranno il Porto stesso. Per usare una espressione cara all’architetto Kipar: il Porto Vecchio ha un corpo, ora gli stiamo dando l’anima”.

Lo ha detto e sintetizzato così l’ing. Giulio Bernetti, direttore del Dipartimento Territorio Economia Ambiente e Mobilità del Comune di Trieste, che ha promosso e organizzato oggi pomeriggio (lunedì 28 giugno) nella Luttazzi del Magazzino 26, l’importante incontro tecnico che ha costituito l’avvio della fase progettuale del masterplan dell’area del Porto Vecchio. E’ stato un workshop partecipativo con l'architetto Andreas Kipar e il suo staff (la società LAND Italia S.r.l.), incaricato dal Comune per lo studio paesaggistico complessivo e masterplan per gli spazi aperti dell’area del Porto Vecchio di Trieste.

Un messaggio di saluto in apertura è stato portato dal sindaco Roberto Dipiazza che ha evidenziato come “Il Porto Vecchio rappresenta la crescita della città. Tante cose sono state realizzate, molte sono già in cantiere e altre se ne faranno. Questo è un percorso comune perché il Porto Vecchio e di tutta la città e un confronto come questo è essenziale per continuare a crescere insieme”.

L'incontro tecnico ha permesso di ascoltare la voce dei diversi portatori di interesse in merito alle tematiche che andranno a comporre il quadro finalizzato alla definizione delle linee guida progettuali per l'area di Porto Vecchio, nonché per la condivisione dei primi ragionamenti sia funzionali che spaziali sull’area in questione. In relazione all’elevato numero dei partecipanti previsti, oltre al dibattito previsto nel corso dell’incontro, vi sarà la possibilità di inviare ulteriori contributi scritti via mail con le modalità che saranno successivamente specificate.

Hanno preso parte al workshop, fra gli altri, Generali, Fincantieri, Soprintendenza, i rappresentanti delle principali istituzioni scientifiche cittadine (Fondazione Internazionale Trieste, Università, ICTP, Area Science Park, Sincrotrone Elettra, O.G.S.) e delle categorie economiche legate al commercio e al turismo (fra i quali ANCE, Federalberghi, FIPE, CNA, Confindustra, PromoTurismoFVG, Lega Cooperative FVG), i membri del neo costituito consorzio U.R.S.U.S., Trieste Trasporti, Trenitalia, Trieste Terminal Passeggeri, Saba Italia, Interparking, Trieste Convention Center S.p.A, associazioni ambientaliste e legate al paesaggio (WWF, Legambiente, Italia Nostra e F.A.I.), gli ordini professionali e i collegi, associazioni dei disabili (Triesteabile, Consulta dei disabili, U.I.C.T.S., Criba FVG), associazioni legate alla mobilità pedonale e ciclabile (tra cui FIAB Trieste Ulisse e i rappresentanti del tavolo della mobilità post Covid), l’ASUGI, i rappresentanti delle società sportive e veliche e degli stabilimenti balneari, i referenti dei musei, oltre alle circoscrizioni amministrative intesi quali portavoce dei cittadini.

COMTS-GC

Workshop tecnico partecipativo sul Porto Vecchio con l’arch. Andreas Kipar