null Visitabile fino a domenica 27 ottobre, alla Sala Comunale “Arturo Fittke” (in piazza Piccola 3, dietro i volti del Municipio), la mostra “Abitare il Paese - La Cultura della domanda. Bambini e ragazzi per un progetto di futuro prossimo”
19 ottobre 2019

Visitabile fino a domenica 27 ottobre, alla Sala Comunale “Arturo Fittke” (in piazza Piccola 3, dietro i volti del Municipio), la mostra “Abitare il Paese - La Cultura della domanda. Bambini e ragazzi per un progetto di futuro prossimo”

Ma già in questi giorni (lunedì 21 alla sala “Škuljević” di via Genova 12 e martedì 22 alla stessa “Fittke”) in programma alcuni interessanti appuntamenti connessi
Visitabile fino a domenica 27 ottobre, alla Sala Comunale “Arturo Fittke” (in piazza Piccola 3, dietro i volti del Municipio), la mostra “Abitare il Paese - La Cultura della domanda. Bambini e ragazzi per un progetto di futuro prossimo”

Prosegue fino a domenica 27 ottobre, alla Sala comunale “Arturo Fittke” in piazza Piccola 3 (dietro i volti del Municipio), la mostra “Abitare il Paese - La cultura della domanda. Bambini e ragazzi per un progetto di futuro prossimo” che raccoglie ed espone i lavori realizzati dagli alunni della scuola primaria “Duca d'Aosta” e della media “Lionello Stock” di Trieste nell’ambito della prima edizione dell'omonimo progetto, svoltosi nell’anno scolastico 2018/2019 nell'intero Paese, promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori in collaborazione con la Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi e, nella nostra città, in coorganizzazione con il Comune di Trieste-Assessorato all’Educazione, Scuola, Università e Ricerca.

Principale obiettivo dell'iniziativa è stato quello di far entrare l’architettura nelle scuole per alimentare una cultura della domanda di qualità e del valore dell’architettura come bene collettivo, puntando a ridurre l’assuefazione all’ordinarietà di una edilizia mediocre. Il progetto ha consentito di attivare “tavoli di co-progettazione” locale coinvolgendo bambini, ragazzi, insegnanti e dirigenti scolastici per ragionare insieme ai tutor sulle strategie per la città del futuro, dove si giocherà il destino dei bambini e dei ragazzi di oggi e di quelli che verranno.

 

La mostra, inaugurata nei giorni scorsi alla presenza degli Assessori comunali alla Scuola ed Educazione Angela Brandi e alla Città, Territorio, Urbanistica e Ambiente Luisa Polli, che si sono vivamente complimentate per i suoi contenuti e intenti formativi, nonché dei vertici dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Trieste con il presidente Thomas Bisiani e il segretario Claudia Marcon e delle due tutor del progetto, architetti Giada Balos e Silvia Pannacci, sarà visitabile – come detto - fino a domenica 27 ottobre, da lunedì a sabato con orario 9.30-12.30 e 16.30-18.30, domenica 9.30-12.30.

Per le scuole è possibile prenotare visite guidate organizzate, da lunedì a venerdì, in due turni: 9.30-10.30 e 11-12, scrivendo a: aip.trieste.scuole@gmail.com.

 

Intanto, in questi giorni sono previste due interessanti iniziative connesse:

- lunedì 21, dalle ore 14.30 alle 18.30, alla Sala “Risto Škuljević” della Comunità Serbo Ortodossa di Trieste, in via Genova 12, è in programma la conferenza “Attraversare Trieste: pratiche di deriva urbana”, tenuta dal prof. Guido Borelli dell’Università IUAV di Venezia con la partecipazione delle dott. Mersida Ndrevataj e Giovanna Muzzi, cui seguirà una “deriva urbana” tra il Borgo Teresiano e la Città Vecchia. Introdurranno gli architetti Claudia Marcon e Michelangelo Zanetti.

- martedì 22, alle ore 11, alla Sala “Fittke”, visita guidata alla mostra a cura delle tutor dell’edizione 2018 del progetto “Abitare il Paese” architetti Giada Balos e Silvia Pannacci, con la partecipazione di una rappresentanza degli alunni partecipanti. È prevista la presenza del Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori arch. Giuseppe Cappochin.

 

COMTS – FS