null Trieste per Telethon
05 dicembre 2019

Trieste per Telethon

Presentata la manifestazione a scopo benefico in programma al ridotto del Teatro Verdi sabato 14 dicembre, alle ore 19.00

Sabato 14 dicembre, alle ore 19.00, nella Sala del Ridotto del Teatro G.Verdi, si terrà “TRIESTE PER TELETHON”, la manifestazione a carattere nazionale, a scopo benefico, per sostenere la ricerca sulle malattie genetiche. Alla presentazione sono intervenuti l’assessore comunale alle Attività Economiche e Teatri Serena Tonel, il cantante Andrea Binetti, la direttrice artistica di Artinscena Maria Bruna Raimondi, il direttore della sede BNL di piazza Ponterosso, Gavino Rubattu, il presidente del Puglia Club Trieste, Vincenzo De Lorenzo, il giornalista e “storico” conduttore della manifestazione, Francesco Cardella, Donatella Deluca, direttrice del Coro di voci bianche “Delfino Blu”.

“La nuova edizione di Telethon fa parte di uno degli appuntamenti più sentiti a Trieste dove tutti, come già avvenuto in altre occasioni, hanno la possibilità di esprimere la propria solidarietà – ha sottolineato l’assessore Tonel -. Si tratta di sostenere la ricerca con un’azione mirata a migliorare sempre più le condizioni di vita per tante persone. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato e gli sponsor, in particolare la banca BNL che ha finora sostenuto la manifestazione”.

“Telethon non è solo una passerella di artisti che sicuramente hanno messo cuore e impegno per la realizzazione della serata di solidarietà – ha precisato Cardella, ringraziando Artinscena, il Comune e la BNL per il sostegno ricevuto – ma è innanzitutto un evento a supporto dei traguardi e delle prospettive positive nell’ambito della ricerca scientifica e a beneficio dei malati”, evidenziando inoltre l’importante presenza del ricercatore Stefano Donegà.

Il direttore Rubattu ha ribadito l’assiduo immancabile impegno della BNL per Telethon che in tanti anni e con tante iniziative ha sortito risultati terapeutici rilevanti. “Tra i diciassette obiettivi stabiliti dall’Onu, noi perseguiamo in particolare il terzo obiettivo, per tutelare e incrementare la salute delle persone”.

“Tantissimi ragazzi e ragazze si sono preparati con molto entusiasmo per la loro esibizione – ha detto la direttrice Raimondi – uniti nella solidarietà. Con grande generosità, Andrea Binetti ancora una volta ha portato il suo grande contributo con alta professionalità e impegno”.

Andrea Binetti ha voluto rimarcare la valenza di eventi artistico-culturali come questo che hanno il potere di abbattere tutte le barriere e in tal senso bisogna investire sui giovani talenti, pieni di passione, anche nell’ambito dell’Operetta, perché rappresentano il nostro futuro. Mi auguro – ha aggiunto – che il Teatro Verdi faccia il pienone e che sia un bel regalo di Natale per Telethon”.

Grazie al contributo del Comune di Trieste – è stato ricordato - la manifestazione sarà realizzata nella prestigiosa cornice della Sala del ridotto del teatro G. Verdi e ospiterà in tutto 80 artisti, tra cui Andrea Binetti, “Alfiere dell’Operetta” e I CROOKSET, gruppo musicale composto da 3 giovani musicisti tra cui Pierpaolo Foti, violinista triestino di grande successo. Il programma della serata comprenderà diversi interventi: il coro di voci bianche DELFINO BLU, composto da 30 elementi, diretto da Donatella Deluca, che presenterà una selezione delle più coinvolgenti e conosciute canzoni natalizie; il corpo di ballo di Artinscena, formato dagli allievi piccoli e grandi del centro di via Valdirivo 42, che animerà l’atmosfera con un quadro coreografico fresco ed originale, caratterizzato da vari stili di danza, dedicato alla notte di Natale, e accompagnerà le esibizioni canore e musicali di Andrea Binetti (tratte dalla tradizione dell’ Operetta e del Musical) e dei CROOKSET, che eseguiranno brani del repertorio pop ed altri di loro composizione; gli allievi del corso di danza della Scuola dell’Infanzia “Maddalena Di Canossa”, tenuto in collaborazione con Artinscena da Sara Hribar, contribuiranno alla serata arricchendone le proposte coreografiche con un balletto di stile moderno; I karatechi di Artinscena, guidati dal M° Gian Artemio Raimondi, proporranno una interessante rivisitazione della antica “arte di Okinawa”, spettacolarizzandone gli elementi atletici attraverso musica e contributi coreografici e integrandola con una inusuale presentazione del Kyudo, ovvero la tecnica tradizionale di tiro con l’arco giapponese, grazie alla partecipazione del M° Muzio Bobbio; il Puglia Club Trieste produrrà una vivace interpretazione, con musica dal vivo, della “pizzica” salentina, ballo tradizionale di grande impatto emotivo.

Lo spettacolo, coordinato da Maria Bruna Raimondi, direttrice artistica di Artinscena, sarà condotto da Francesco Cardella, che guiderà un rapido excursus sui risultati scientifici ottenuti grazie alle raccolte fondi Telethon attraverso le testimonianze di ricercatori e malati.

Accrediti: presso la segreteria di Artinscena; Biglietti (10 euro) acquistabili presso il ticketpoint.

 

Fondazione Telethon si occupa di far avanzare la ricerca verso la sperimentazione di nuove terapie sui pazienti e di aiutare le famiglie alle prese con una malattia ignota a ricevere una diagnosi certa nel minor tempo possibile. E di fare in modo che le cure sviluppate dai ricercatori siano accessibili a sempre più bambini di tutto il mondo.

 

Le malattie rare finora conosciute sono oltre seimila e l’80% è di origine genetica; in tutto il mondo ci sono milioni di persone che lottano per futuro: la rarità delle malattie genetiche non attrae investimenti pubblici e privati in ricerca biomedica, così il più delle volte non esistono cure.

Con i fondi raccolti, Telethon può sostenere l’avvio di nuovi progetti di ricerca su malattie genetiche rare poco studiate, per migliorare la qualità della vita di bambini colpiti da gravi ritardi cognitivi e motori.

Inoltre può contribuire al progresso della scienza, dando nuove prospettive di cura anche per patologie molto diffuse.

 

Comts/RF

Trieste per Telethon