null Trieste Convention Center dedica il foyer all’ing. Pierpaolo Ferrante 
26 luglio 2021

Trieste Convention Center dedica il foyer all’ing. Pierpaolo Ferrante 

Trieste Convention Center dedica il foyer all’ing. Pierpaolo Ferrante 

Si è tenuta questa mattina, la cerimonia di intitolazione del foyer del padiglione 28 di TCC - Trieste Convention Center, il centro congressi polifunzionale sul mare più grande del NordEst, primo polo di investimento privato nato nel Porto Vecchio di Trieste, alla memoria dell’ing. Pierpaolo Ferrante. L’appuntamento, svoltosi nel foyer del contenitore che tra pochi giorni ospiterà la Ministeriale del G20, ha voluto ricordare una persona che si è a lungo impegnata per la città e che è stata tra i primi ideatori e promotori della candidatura di Trieste al titolo di capitale scientifica europea ESOF 2020, progetto senza il quale non sarebbe stato poi dato il via all’ideazione di TCC - Trieste Convention Center. Alla cerimonia sono intervenuti il Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza e numerosi soci della compagine del Centro. Nel ritratto dell’ing. Ferrante fatto da Federico Pacorini, è stato ricordato come egli abbia sempre saputo guardare avanti con l’intento di promuovere il meglio, di trovare nuove prospettive, di cercare vie allo sviluppo, per Trieste e in generale per tutti i progetti che ha ideato o in cui è stato coinvolto. 
    
     “A Pierpaolo Ferrante mi legano molti momenti personali e professionali. In me è ancora viva la memoria dell’entusiasmo con cui affrontava i progetti e la sua capacità di visione. Ad esempio la candidatura di Trieste per Esof 2020 fu frutto di una sua intuizione, come lo fu quella che l’evento si ospitasse in Porto Vecchio. Ricordo la gioia comune quando arrivò la notizia della vittoria e l’emozione alla cerimonia del “passaggio di testimone” a Tolosa. La dedica del foyer è certamente un riconoscimento a un cittadino che ha fatto molto per questa città” - ha dichiarato il Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza. Trieste -.
    “Sappiamo tutti quanto sia stato fondamentale l’impegno di Pierpaolo e il suo entusiasmo per ottenere il titolo “Trieste capitale europea della scienza 2020” e per affrontare le sfide che erano connesse alla creazione di questo Centro - ha ricordato Federico Pacorini, membro del CdA di TCC - Per questo motivo TCC ha voluto dedicare alla sua figura di professionista serio, di uomo di visione, di persona dalla grande carica vitale ed entusiasmo, questo foyer. Il luogo di ingresso in questo Centro che ci auguriamo possa accogliere tante menti che attraverso la scienza, la cultura, il confronto e il dibattito, contribuiscano allo sviluppo del nostro territorio e alla soluzione delle sfide che ci attendono nel futuro di tutti”.


    Nato a Trieste il 5 aprile 1955, Pierpaolo Ferrante si era laureato in Ingegneria Civile all’Università degli Studi di Trieste con 110/110 nel 1979 e già dal 1980 era titolare di un proprio studio nel settore. Dal 1999 era Presidente del Cda della società di Ingegneria RE.TE Srl. Nel corso degli anni si era occupato di progettazione, direzione lavori e collaudi di numerose opere pubbliche e private, tra cui interventi per la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, per edifici e uffici universitari e di ricerca, per il recupero di complessi industriali ed edifici per lo sport. Di grande rilievo la sua attività come project manager, construction manager di grandi infrastrutture e di opere civili, impiantistiche e strutturali. Tra i tanti lavori completati è stata citata la progettazione e direzione lavori della sede dell’AIFA – Agenzia Italiana del Farmaco a Roma e la progettazione delle varianti, direzione lavori, coordinamento della sicurezza della riqualificazione dell’ex Ospedale Militare di Trieste per la sua trasformazione in residenza universitaria con servizi di supporto alla didattica e alla ricerca. Parallelamente l’ing. Ferrante era occupato di consulenze generali e project management di progetti articolati. È stato ad esempio consulente generale del “Comitato per l’expo universale di Milano 2015” per la candidatura del capoluogo lombardo, risultata poi vincente. Era stato inoltre project manager della candidatura di Trieste a Expo 2008. Era stato inoltre Presidente dell’EZIT – Ente per la Zona Industriale di Trieste e aveva insegnato alla Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Trieste. Inoltre aveva ricoperto l’incarico di consigliere del sindacato nazionale ingegneri liberi professionisti e di Presidente della sezione di Trieste dello stesso. Tra i suoi ultimi progetti proprio quello per la realizzazione del Trieste Convention Center nel Porto Vecchio di Trieste e tra gli incarichi quello di Project Manager e Direttore Esecutivo di ESOF 2020 TRIESTE.