null Termini per versamenti IMU e TASI con ravvedimento operoso
10 gennaio 2020

Termini per versamenti IMU e TASI con ravvedimento operoso

Si ricorda che il 15 gennaio 2020 è il termine ultimo per effettuare il ravvedimento “breve”, con applicazione di sanzioni ridotte, per gli omessi o insufficienti versamenti relativi a Imu e Tasi dell'anno 2019 (art. 13, c. 1, D.Lgs. 472/1997, sanzione del 30%)
Termini per versamenti IMU e TASI con ravvedimento operoso

Il ravvedimento prevede l'applicazione della riduzione della sanzione ad 1/10 del minimo con ulteriore dimezzamento che porta l'aliquota per il ravvedimento all'1,5% 

A partire dal 16 gennaio 2020 e fino al 16 marzo 2020 i contribuenti hanno la possibilità di applicare la riduzione della sanzione ad 1/9 del minimo con ulteriore dimezzamento che porta l'aliquota per il ravvedimento all'1,67%  (30%x1/9=3,33%; 3,33%x1/2= 1,67%)


Ricordiamo che dal 1° gennaio 2020 l'interesse legale (e quindi l'interesse che si deve utilizzare per il ravvedimento operoso) è stato ridotto  allo 0,05 % annuo per effetto del D.M.12 dicembre 2019, mentre fino al 31 dicembre 2018 era allo 0,8 %

Si informa infine che, i
n ragione della abrogazione del comma 1-bis dell'articolo 13 del decr. legislativo 18/12/1997 n.472, viene esteso ai tributi locali il ravvedimento lungo oltre l'anno dopo la scadenza, già disponibile per i tributi erariali.

Quindi  adesso è possibile effettuare versamenti per imposte:

  •  dopo un anno (e fino a due anni) con una sanzione pari al 4,29% (1/7 della sanzione)
  •  dopo due anni con una sanzione del 5% (1/6 della sanzione).

 

Il ravvedimento lungo è possibile solo se la violazione non sia stata già contestata.