null Studenti e professori del Politecnico di Vienna, accompagnati dall'architetto Boris Podrecca, in visita in Municipio e in Porto Vecchio.
15 marzo 2019

Studenti e professori del Politecnico di Vienna, accompagnati dall’architetto Boris Podrecca, in visita in Municipio e in Porto Vecchio.

Nella sala del Consiglio Comunale un ampio approfondimento della storia e delle prospettive di sviluppo dell'antico scalo, con l'Assessore all'Urbanistica Luisa Polli e il Direttore del Dipartimento Territorio, Economia, Ambiente, Mobilità Giulio Bernetti
Studenti e professori del Politecnico di Vienna, accompagnati dall’architetto Boris Podrecca, in visita in Municipio e in Porto Vecchio.

Una delegazione del Politecnico di Vienna composta da una decina di professori e da circa 80 studenti che stanno compiendo una ricerca sul Porto Vecchio di Trieste, accompagnata dall'architetto Boris Podrecca, è stata ricevuta in Municipio, nella Sala del Consiglio Comunale, dall'Assessore all'Urbanistica Luisa Polli e dal Direttore del Dipartimento Territorio, Economia, Ambiente, Mobilità Giulio Bernetti.

L'Assessore Polli, dopo aver rivolto loro il benvenuto della Città anche a nome del Sindaco Dipiazza, ha voluto sottolineare ai giovani ospiti come si trovino a visitare Trieste “in un momento molto importante e di svolta per lo sviluppo economico e i destini stessi di questo territorio, stanti le concomitanti eccezionali novità che riguardano da un lato le rilevantissime prospettive di incremento dei traffici del Porto Nuovo con la Nuova Via della Seta, dall'altro il recupero e riuso del Porto Vecchio che si appresta a diventare quasi 'una nuova città nella e per la città'. Il tutto – ha concluso la Polli -, emblematicamente, proprio mentre stiamo celebrando lo storico anniversario della Proclamazione del Porto Franco, ad opera dell'Imperatore Carlo VI d'Asburgo, primo effettivo inizio del grande sviluppo di Trieste come città moderna, il cui 300° “compleanno” cadrà in questi giorni, lunedì 18 marzo.”

E' seguita, con l'ausilio di una proiezione di schede esplicative, una breve ma puntuale presentazione dei progetti in atto e delle prospettive di riuso delle aree dell'Antico scalo, illustrati dal Direttore Bernetti coadiuvato dal funzionario Stefano Müllner, comprendente un profilo storico della città e del porto dal '700 ai giorni nostri e quindi una descrizione nei dettagli dei principali Magazzini e delle aree da ristrutturare, suddivise secondo le diverse destinazioni d'uso.

Numerose sono state le domande dei presenti, in particolare sulle soluzioni previste per far rinascere l'area, sulle problematiche del traffico e dei parcheggi, sulla prospettiva di insediarvi un terminal per le crociere.

Al termine, a tutti è stata donata una Guida Touring di Trieste in lingua tedesca e una brochure sul Progetto europeo “Civitas Portis”.

Va rilevato infatti che anche questa iniziativa è stata inserita fra le azioni di comunicazione previste nell'ambito del Progetto “Civitas Portis” - mirante a definire una serie integrata di misure per la soluzione delle più basilari problematiche delle città portuali d'Europa - cui il Comune di Trieste aderisce e partecipa.

Successivamente gli studenti si sono recati in Porto Vecchio dove hanno compiuto, in particolare, un esame delle aree esterne accessibili del comprensorio, oggetto principale del “master” che stanno svolgendo.

 

COMTS – FS