null Primo Laboratorio di Partecipazione Attiva del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di Trieste.
10 giugno 2019

Primo Laboratorio di Partecipazione Attiva del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di Trieste.

All'Area Science Park di Padriciano, si è tenuto (il 5 giugno) il primo “Laboratorio di Partecipazione Attiva” nell'ambito del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di Trieste. L'incontro, organizzato dal Comune di Trieste e dalla Società Sintagma (aggiudicatrice della gara di progettazione del Piano), è stato riservato ai “portatori di interesse” delle scelte di Piano: erano presenti le Circoscrizioni comunali, rappresentanti delle aziende di logistica e merci, Trieste Trasporti, associazioni ambientaliste e della “mobilità dolce”, gestori della sosta, rappresentanti dell'Università degli Studi di Trieste e dell'Unione Territoriale Intercomunale Giuliana

Le attività del PUMS ricadono nell'ambito del progetto europeo CIVITAS PORTIS (programma HORIZON 2020) che intende sperimentare soluzioni innovative di mobilità sostenibile al fine di aumentare la coesione sociale e funzionale tra centri urbani e porti. Il progetto vede coinvolte cinque città portuali europee: Trieste, Anversa, Aberdeen, Costanza, Klaipeda. Partner triestini del progetto sono: Comune di Trieste, Autorità di Sistema portuale del mare Adriatico Orientale, Area Science Park, Università di Trieste e Trieste Trasporti.

Scopo dell'incontro è stata l'attuazione di un costruttivo percorso di partecipazione che mettesse in evidenza la visione, su specifiche tematiche, della cittadinanza e dei portatori di interesse, per definire proposte da considerare nell'ambito della redazione del PUMS. Ed è stato strutturato in una sessione plenaria di introduzione e presentazione delle tematiche del PUMS, seguita dalla suddivisione dei partecipanti in quattro tavoli tematici: Logistica Urbana e Intermodalità Merci, Mobilità Dolce, Ottimizzazione Infrastrutturale, Reti Esistenti, Sicurezza Stradale, Trasporto Pubblico e Intermodalità. Durante ciascun tavolo, i partecipanti hanno potuto esprimere idee, criticità e possibili soluzioni nell'ambito degli argomenti trattati.

In particolare, sono emerse criticità e possibili soluzioni per governare la consegna delle merci nel centro della città ed i possibili miglioramenti dei collegamenti del Trasporto Pubblico con le aree carsiche. Di grande interesse è stato il tema della sicurezza stradale, in particolare in prossimità delle aree scolastiche. Il tema della mobilità dolce, infine, ha governato il dibattito conclusivo: in questo ambito sono state quindi proposte diverse soluzioni di aree ad alta sicurezza stradale dove calmierare la velocità dei veicoli motorizzati per favorire pedoni e ciclisti.

La giornata si è conclusa con una sessione plenaria conclusiva con gli interventi di restituzione degli argomenti trattati dai portavoce di ciascun tavolo. Si è trattato del primo di una serie di incontri che vedranno protagonisti i progettisti del Piano ed i portatori di interesse; questi ultimi faranno eco delle informazioni ricevute e delle proposte inviate presso la cittadinanza che, già coinvolta nell'incontro di presentazione del PUMS dello scorso marzo, verrà nuovamente informata e responsabilizzata nelle scelte progettuali dopo l'estate.

Primo Laboratorio di Partecipazione Attiva del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di Trieste.