null Presentato in Municipio il Concerto-Evento di San Giusto 2019 del 3 novembre con la Civica Orchestra di Fiati G.Verdi
29 ottobre 2019

Presentato in Municipio il Concerto-Evento di San Giusto 2019 del 3 novembre con la Civica Orchestra di Fiati G.Verdi

Sarà un grande variegato “spettacolo” l’annuale concerto di San Giusto che si terrà domenica 3 novembre, alle ore 18.00, al Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste che coincide con il programma di festeggiamenti per il traguardo dei cento anni della Civica Orchestra di Fiati G.Verdi. L’evento è stato presentato stamane in Municipio dall’assessore comunale ai Teatri Serena Tonel e per la Civica Orchestra di Fiati G.Verdi dalla responsabile dell'organizzazione nonché della Scuola di musica Martina Starace con la vicepresidente Valentina Tedesco, il direttore maestro Matteo Firmi, la sceneggiatrice dello spettacolo Nadia Pastorcich e l’attore noto al pubblico triestino, Julian Sgherla.

         Lo “Spettacolo di San Giusto” sarà a ingresso libero e fino a esaurimento posti; il Teatro Verdi aprirà l’ingresso al pubblico a partire dalle ore 17.

         “Il tradizionale appuntamento con la Civica Orchestra di Fiati Giuseppe Verdi, che quest’anno festeggia il centesimo compleanno, oltre ad essere una bellissima iniziativa è un momento significativo per la città – ha sottolineato l’assessore Tonel -. Una realtà importantissima, un prezioso ‘distillato’ di triestinità che ha accompagnato tantissimi eventi e che ha la capacità di essere ancora attuale, coinvolgendo i giovani con la musica, anche intrattenendo rapporti a livello internazionale. Il 3 novembre, nella prestigiosa sede del Teatro Verdi – ha aggiunto Tonel - sono invitati a partecipare tutti i cittadini per celebrare il Santo Patrono della città e per far sentire la vicinanza in questa speciale ricorrenza a un’istituzione storica patrimonio dei triestini”.

         Lo spettacolo si svolge nell’ambito di “100 x 100: Cento eventi per Cento anni”, il progetto che vede l’Orchestra impegnata tra aprile 2019 e marzo 2020 in più di 100 eventi sul suolo comunale, regionale e internazionale. Coorganizzato con il Comune di Trieste con il sostegno della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, riunisce in un’unica ampia stagione tutti gli eventi e le iniziative che l’Orchestra aveva già intrapreso e avviato nelle stagioni concertistiche precedenti con grande successo. Una stagione che offre iniziative e attività poliedriche, indirizzate alle più disparate frange di pubblico e che vede coinvolta l’Orchestra in tutte le sue mille sfumature e i suoi mille volti.

         Dal 1919, nel cuore di Trieste, c’è musica. È questa la massima che da sempre accompagna la Civica Orchestra di Fiati “Giuseppe Verdi” - Città di Trieste e la sua musica – hanno spiegato gli organizzatori -. “Ancora oggi, nel 2019, si vuole ricordare il nostro passato perché è la nostra storia a renderci ciò che siamo nel presente e che getta le basi per ciò che saremo in futuro e vogliamo farlo nel modo migliore possibile: attraverso la nostra musica. Da queste premesse è nato il progetto della stagione “100 x 100: Cento eventi per i Cento anni della Civica Orchestra di fiati G. Verdi con la voglia e il desiderio di poter donare alla città di Trieste e ai suoi cittadini una sensazionale stagione musicale”.

         L’evento culmine dell’intera stagione concertistica “100x100: cento eventi per i cento anni della Civica Orchestra di fiati G. Verdi – Città di Trieste” sarà proprio lo spettacolo di San Giusto, dedicato al Santo Patrono della città. E  sarà  un grande momento di celebrazione, di festa e di gioia, con sceneggiature di Nadia Pastorcich che proporrà un viaggio musicale per ripercorrere insieme al pubblico i cento anni di storia della Civica e della sua Città. Il compito di guidare attraverso questo percorso storico e musicale sarà affidato all’attore Julian Sgherla. Inoltre saliranno sul palco del Teatro Verdi, insieme alla Civica Orchestra di fiati, diretta dal Maestro Matteo Firmi, altri numerosi artisti, vere e proprie icone del panorama musicale e teatrale triestino che collaborano oramai stabilmente con l’Associazione: il soprano Daniela Mazzucato, il tenore Andrea Binetti, il sassofonista Walter Geromet, il tenore Raffaele Prestinenzi, il soprano Anna Viola e il flautista Marco Obersnel. Numerosi gli ospiti di prestigio quali i rappresentanti del Comune di Trieste, della Regione e in generale le più alte istituzioni della Città.

         La struttura dello spettacolo prevede la suddivisione cronologica del centennio 1919-2019 in 10 decadi a ciascuna delle quali è attribuita una scena rappresentativa composta da un’immagine fissa o in movimento proiettata sul fondale (come una sorta di quadro rappresentativo della decade stessa), con un’introduzione alla decade tramite una breve pièce teatrale recitata dall’attore Julian Sgherla e, immediatamente dopo, dall’esecuzione di un brano musicale. L’idea di abbinare immagini e musica è liberamente tratta dalla nota suite musicale Quadri di un’esposizione del musicista russo Modest Petrovič Musorgskij (18391881), la cui composizione gli fu ispirata da una mostra di quadri allestita all’Accademia russa di belle arti di San Pietroburgo in ricordo del defunto artista ed architetto russo Viktor Hartmann, carissimo amico dello stesso Musorgskji.

Programma musicale : SCENA 1: 1919-1929 Gelo Inno a San Giusto - musiche di Giuseppe Sinico, testo di Ario Tribel.  Triestiner Blut - Franz Lehar (arr. Matteo Firmi) - Prima esecuzione della revisione storica

SCENA 2: 1929-1939 Caffè e Tram The Magic Mountain - Otto M. Schwarz

SCENA 3: 1939-1949 Radio Trieste e Lelio Luttazzi Il giovanotto matto - musica di Lelio Luttazzi, testo di Ernesto Bonino (arr. Marco Battigelli)  Tenore solista m° Raffaele Prestinenzi

SCENA 4: 1949-1959 GMA Armstrong A Gershwin Fantasy - arrangiamento di Ralph Martino Sassofonista solista m° Walter Geromet

SCENA 5: 1959-1969 Operetta a Trieste Komm Zigan (Vien Zigan) dall’operetta La contessa Maritza - di Julius Brammer ed Alfred Grünwald, musiche di Emmerich Kálmán - Tenore solista m° Andrea Binetti

Frou Frou del Tabarin dall’operetta La duchessa del Bal Tabarin - di Carlo Lombardo, Arturo Franci e Carlo Vizzotto, musiche di Leon Bard (arr. Matteo Firmi) - Soprano solista m° Daniela Mazzucato

Tace il labbro dall’operetta La vedova allegra - di Franz Lehar, libretto di Victor Léon e Leo Stein (arr. Matteo Firmi) - Tenore solista m° Andrea Binetti e soprano solista m° Daniela Mazzucato

SCENA 6: 1969-1979 Scuola di Musica Civica Orchestra di fiati “G. Verdi” - Città di Trieste Flute concertino op. 107 - Cécile Chaminade Flautista solista m° Marco Obersnel

SCENA 7: 1979-1989 Musical e Mistero The Phantom of the Opera dal musical The Phantom of the Opera - musiche di Andrew Lloyd Webber, testi di Charles Hart e Richard Stilgoe (arr. Matteo Firmi)  Tenore solista m° Raffaele Prestinenzi e soprano solista m° Anna Viola)

SCENA 8: 1989-1999 Muro di Berlino Spring - Johan de Meij

SCENA 9: 1999-2009 Confini musicali The States of Water - Mario Burki

SCENA 10: 2009-2019 Trieste nel cuore La campana di San Giusto - musiche di Colombino Arona, testo di Giovanni Drovetti (arr. Matteo Firmi) Brano eseguito con coinvolgimento dei soci più storici della Civica Orchestra di fiati “G. Verdi” – Città di Trieste)

Sponsor: Antico Caffè Torinese, Torrefazione Caffè San Giusto, Zudecche Day Surgery, Caffè degli Specchi, Pecar Piano Center - Gorizia, German Fiori, Ginger Tea&Cakes, Rt-Staff Parrucchieri, Farmacie Neri, Scarbolo Vini e Hotel Savoia Exclesior Palace.

Comts/RF

Presentato in Municipio il Concerto-Evento di San Giusto 2019 del 3 novembre con la Civica Orchestra di Fiati G.Verdi