null Premiate in Municipio le ginnaste dell’artistica ‘81 Trieste e Federica Macrì che, dopo 25 anni, lascia la carriera agonistica per dedicarsi completamente alla preparazione e formazione delle nuove generazioni
18 settembre 2019

Premiate in Municipio le ginnaste dell’artistica ‘81 Trieste e Federica Macrì che, dopo 25 anni, lascia la carriera agonistica per dedicarsi completamente alla preparazione e formazione delle nuove generazioni

Premiate in Municipio le ginnaste dell’artistica ‘81 Trieste e Federica Macrì che, dopo 25 anni, lascia la carriera agonistica per dedicarsi completamente alla preparazione e formazione delle nuove generazioni

Duplice significativa cerimonia di  premiazione questo pomeriggio (mercoledì 18 settembre) nel salotto Azzurro del Municipio, dove l’assessore comunale allo Sport Giorgio Rossi, presenti anche i colleghi Francesca De Santis e Michele Lobianco, ha ricevuto i vertici societari, tecnici e le atlete della società di ginnastica "Artistica '81 Trieste", che nella passata stagione si è piazzata al secondo posto nazionale, nel massimo campionato a italiano e dove il sodalizio è presente da ben 17 anni. Dopo una serie di gare strepitose, il titolo di vicecampionesse italiane è stato conquistato da Federica Macrì, Tea Ugrin, Beatrice Pontoni, Vittoria Usoni, Giovanna Novel, Anna Danieli e il prestito Alessia Federici. Il team è stato guidato dagli allenatori Teresa Macrì, Diego Pecar e Carolina Pecar. 
L’incontro in municipio è stato anche il momento per celebrare l’addio alla ginnastica di Federica Macrì. La campionessa, 29 anni compiuti da poco, ha chiuso la sua lunga carriera agonistica durata ben 25 anni. Per lungo tempo è stata colonna portante della nazionale italiana, medaglia d’oro agli Europei di Volos, in azzurro alle Olimpiadi di Pechino e per 17 anni nella serie A di ginnastica artistica. Federica Macrì non abbandonerà però la ginnastica artistica, continuerà  infatti ad allenare le giovani ginnaste dell’Artistica ’81, come sta già facendo da qualche anno.
Parole di stima e apprezzamento per la Società, i tecnici e le atlete sono state espresse dall’assessore Giorgio Rossi che ha voluto sottolineare il valore dell’Artistica 81 “eccellenza sportiva della nostra città”, capace di “portare alto il nome di Trieste a livello nazionale”, distinguendosi per “onestà, partecipazione, sacrificio, spirito di squadra: tutti valori importanti e positivi, per guardare al futuro con grande speranza”. Consegnando a Fedrica Macrì e alle giovani atlete dell’Artistica ‘81 due targhe del Comune di Trieste, l’assessore Rossi - anche a nome del sindaco Dipiazza (che purtroppo non è potuto intervenire perché impegnato a Roma n.d.r.) - ha evidenziato l’impegno della Società e dei tecnici, esprimendo “un grande abbraccio della città a chi ha dato molto e ancora continuerà a farlo”. 
Parole di stima e apprezzamento sono state espresse anche dall’assessore Francesca De Santis, che ha evidenziato “il valore aggiunto di una Società capace di saper accompagnare i ragazzi dall’età più piccola fino a quella più adulta”, mentre il collega Michele Lobianco ha sottolineato l’importanza dei 38 anni di guida del presidente Fulvio Bronzi e dello staff dirigenziale e tecnico, con un “grazie per quello che avete fatto, fate e farete. Saremo sempre al vostro fianco”. 
Presente alla premiazione anche il presidente del sodalizio Fulvio Bronzi, che guida la Società (che ha attualmente 540 iscritti e 20 atleti agonisti) fin dalla sua nascita. Bronzi ha voluto ringraziare l’Amministrazione comunale per questi riconoscimenti perché – ha detto - “è un onore essere qui e questo ci appaga di tanti sacrifici. Grazie perché da voi abbiamo trovato la porta sempre aperta”.

COMTS-GC