null Porto Vecchio… on art! La mostra allestita alla biblioteca Quarantotti Gambini è prorogata fino al 31 dicembre
05 dicembre 2019

Porto Vecchio… on art! La mostra allestita alla biblioteca Quarantotti Gambini è prorogata fino al 31 dicembre

La mostra sarà visitabile fino al 31 dicembre, durante l’orario di apertura della biblioteca, a ingresso libero e gratuito

La mostra Le Terre dell’Arte: Porto Vecchio… on art!, (inaugurata il 6 novembre) alla Biblioteca comunale Quarantotti Gambini di via delle Lodole 6, a San Giacomo, è prorogata fino al 31 dicembre, in considerazione dell'apprezzamento da parte del pubblico e della concomitante iniziativa del mercatino natalizio In biblioteca ogni libro vale, che sta portando nella sala adulti persone che abitualmente non la frequentano.

La mostra sarà visitabile fino al 31 dicembre, durante l’orario di apertura della biblioteca, a ingresso libero e gratuito, e si potrà continuare a usare sui social media l'aggregatore tematico #PortoVecchioOnArt, già utilizzato durante l’ex tempore per condividere le proprie foto valorizzando in tal modo l’iniziativa.

La mostra raccoglie le opere prodotte durante l'ex tempore svoltasi alla Centrale Idrodinamica l’estate scorsa, curata dall’Accademia di Fumetto, Arti grafiche, Design, Moda di Trieste in collaborazione con la biblioteca.

Nel corso dell’estate alla Centrale Idrodinamica del Porto Franco Vecchio un nutrito pubblico aveva ammirato dal vivo fumettisti, disegnatori e illustratori provenienti da tutta Italia, impegnati a riprodurre, arricchire, interpretare opere pittoriche di fama e vignette di fumetti famosi, inserendovi le architetture del Porto Vecchio, in una contaminazione di reale e fantastico, di storia e contemporaneità, per celebrare in un modo insolito e coinvolgente il terzo centenario dell’istituzione del Porto Franco di Trieste.

 

Info: Biblioteca Quarantotti Gambini tel. 040 675 4766

bibliocom@comune.trieste.it

https://www.facebook.com/bibliotecaquarantottigambini

 

 

COMTS

Porto Vecchio… on art! La mostra allestita alla biblioteca Quarantotti Gambini è prorogata fino al 31 dicembre