null Piscina terapeutica
25 novembre 2020

Piscina terapeutica

Il sindaco Dipiazza ribadisce l’impegno per l’acquamarina e non tralascia la possibilita’ anche di una duplice soluzione

“Sono sempre più convinto che in città potrebbero coesistere due piscine di tipo terapeutico. Dopo il dissequestro dell’Acquamarina vedremo quali sono i danni e le condizioni della vecchia struttura crollata e valuteremo la sua ricostruzione, mentre di pari passo stiamo andando avanti con la soluzione di una nuova Acquamarina in Porto Vecchio”. Lo ha detto il sindaco Roberto Dipiazza intervenendo oggi ad Altura dove sono in corso i lavori di ristrutturazione della piscina comunale Mario Radin.

Ricordando di aver un certa esperienza di piscine, il sindaco Dipiazza ha sottolineato tra l’altro di aver realizzato la piscina a Porto San Rocco a Muggia, nell’ambito dello stesso complesso, quella di San Giovanni nell’ex maneggio austriaco, che aspettava da cinquant’anni, la nuova piscina Bianchi a Sant’Andrea, a cavallo tra il primo e secondo mandato, con un investimento di 25 milioni di euro e di essere pronto a far fronte alle esigenze della struttura crollata, aprendo anche alla duplice soluzione: ricostruzione in sacchetta e nuova struttura in Porto Vecchio.

“Va ricordato ancora -ha spiegato Dipiazza -che c’è un bel contratto di trent’anni, firmato alla fine degli anni ‘90 da un’Amministrazione precedente alla mia. Affronteremo tutto, vedremo anche il contratto con il Demanio dello Stato e non con l’Autorità portuale come qualcuno crede. Sto lavorando concretamente per risolvere questi problemi e per offrire soluzioni certe e fattibili alla popolazione e a tutti coloro hanno utilizzato e apprezzato l’Acquamarina”.

COMTS-GC