null Piano city Trieste, prima edizione del festival internazionale di musica pianistica
13 settembre 2019

Piano city Trieste, prima edizione del festival internazionale di musica pianistica

Oggi Venerdì 13 settembre, parte ufficialmente la prima edizione di Piano City Trieste, il festival diffuso ed internazionale di musica pianistica, promosso da Ebony & Ivory in co-organizzazione con il Comune di Trieste e con il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia

La kermesse proporrà fino a domenica 15 settembre un calendario ricco di eventi gratuiti ed oltre 150 pianisti provenienti da tutto il mondo si esibiranno nei più svariati generi; la musica arriverà nei luoghi più suggestivi della città: musei, palazzi storici, piazze e ad ospitare i concerti saranno spazi e luoghi inaspettati di Trieste oltre alle case private che per l’occasione apriranno le porte al pubblico.

Progettato e organizzato da Nathan Vitta, Igor Longhi (direttore artistico per la parte moderna) e Luca Delle Donne (direttore artistico per la parte classica), il festival si sviluppa sulle orme del format internazionale nato nel 2010 a Berlino da un’idea del pianista tedesco Andreas Kern con l’obiettivo di avvicinare più persone possibile alla musica del pianoforte.

Ora il format “Piano City” sbarca con la sua prima edizione assoluta anche nella città di Trieste con tre giorni interamente dedicati alla musica degli 88 tasti e con la partecipazione di artisti nazionali ed internazionali attraverso numerosi concerti che si dividono in Special Concerts, City Concerts, House Concerts, Piano Center Concerts.

 

I principali eventi in programma, dopo le anteprime di ieri sera e di mercoledì (entrambe al Teatro Miela): Venerdì 13 settembre, inaugurazione, prima giornata di Piano City Trieste: Concerto di apertura, alle ore 15.30, nel Salone di rappresentanza della Regione Friuli Venezia Giulia in Piazza Unità, con la collaborazione della Regione FVG, un piano solo di Francesca Giordano che spazierà sui diversi generi e stili musicali per rappresentare quella che è l’essenza della manifestazione stessa. (Evento gratuito con posti limitati e con possibilità di prenotazione).

Alle ore 00.00, al Grande Buffo (in Viale XX Settembre 38A),il concerto di Davide Stramaglia – “David’s Pianosound”: inizia a suonare il pianoforte a soli 14 anni cimentandosi in diversi generi. Trasferitosi a Londra nel 2012, ad oggi dedica la sua vita alla composizione e all’esecuzione musicale, esibendosi in concerti in tutta Europa, tra i quali la cerimonia delle nominations per gli “Enlighten Piano Radio” nel 2018 a Berlino, alla Philarmonic Hall.

Concerto inaugurale, alle ore 21.00, al Teatro Piccola Fenice, con la pianista Cinzia Dato, sulle musiche di Brahms, Schumann e Liszt: figlia d’arte, Cinzia Dato consegue il diploma di pianoforte presso il Conservatorio di Stato “A. Corelli” di Messina sotto la guida del Maestro M.Trombetta, con il permesso speciale del Ministero della P. I. Si perfeziona in seguito frequentando l’Ecole International de Piano a Losanna in Svizzera, sotto la guida del Maestro italo-argentino Fausto Zadra. Successivamente segue una masterclass di perfezionamento ed interpretazione con il Maestro P. Rattalino e vince una borsa di studio alla Staatlichen Hochschule Musik a Karlsruhe in Germania con il Maestro Gunter Reinhold. Alle ore 18.00 all’Auditorium della Sede RAI del FVG (Media Partner dell’evento), un concerto della pianista Kristi Hifzi, su musiche di Beethoven, Brahms, Chopin e Alkan: dopo aver frequentato il triennio universitario nella classe di Kristina Laco all’ARTEVE- Università delle Arti di Tirana in Albania, si trasferisce nel 2016 a Trieste dove prosegue per un periodo gli studi al Conservatorio Tartini con il Progetto Erasmus, dove viene ammessa l’anno successivo come allieva regolare, conseguendo nell’ottobre 2018 la laurea di primo livello. Attualmente è iscritta al primo anno del biennio interpretativo di pianoforte, nella classe di Teresa Trevisan. La giovane pianista ha ottenuto nel corso della sua carriera prestigiosi riconoscimenti in numerosi concorsi. (Evento gratuito con posti limitati e con possibilità di prenotazione). UWC Concert, alle ore 20.45, al Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico (Frazione Duino, 29), Loris Spinsante: esordisce nel 2014 con la sua prima pubblicazione musicale dal titolo “ACT II” e nel 2015 con “Donna Acquario” anno in cui incide anche l’album “Armonie“, una personale raccolta di composizioni per pianoforte solista, che presenta nel 2016 a Milano. Nel 2017 partecipa a vari programmi tv e si esibisce in concerto alla “The National Gallery” di Londra e al “Van Gogh museum” di Amsterdam.

Sabato 14 settembre, seconda giornata di Piano City Trieste: alle ore 11.30 al Civico Orto botanico, nell’ambito della manifestazione “Come fogli(e) al vento”, andrà in scena l’esibizione del pianista monfalconese Gabriele D’Alonzo; alle ore 15.30, all’Auditorium della Sede RAI del FVG, il concerto del giovane talento triestino Francesco Pignataro, su musiche di Schubert, Wagner, Liszt, Durand e Debussy: avvicinatosi al pianoforte all’età di soli cinque anni, partecipa fin da subito a concorsi nazionali e internazionali per giovani pianisti, dove ottiene numerosi premi e riconoscimenti, tra cui una registrazione alla Rai. Nel corso degli anni viene selezionato per esibirsi in varie manifestazioni e frequenta varie e prestigiose Masterclass. Nel 2017 ottiene il Diploma al Conservatorio Tartini di Trieste e poco dopo si iscrive al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia per iniziare un Master di II Livello. Ad agosto di quest’anno, tramite l’Accademia Scuola Musica, ha registrato assieme ad altri pianisti un CD per l’editore “ABEditore” di Milano, su varie trascrizioni di Debussy. (Evento gratuito con posti limitati e con possibilità di prenotazione); alle ore 17.00, all’Auditorium della Sede RAI del FVG, il concerto di Elpidia Giardina, un riarrangiamento per pianoforte solo: con gli spettacoli per pianoforte solo “Elpidia plays Genesis” ed “Elpidia plays Pink Floyd”, entrambi medley ininterrotti della durata di 50 minuti circa che ripercorrono il meglio delle storiche band dei periodi d’oro, personalmente riadattati per pianoforte solo, l’artista da due anni si esibisce nei teatri e ai festival. Nel 2018 ha partecipato con grande successo da parte del pubblico e della critica alle edizioni di Piano City Milano e Piano City Palermo, e nella primavera del 2019 a Piano City Napoli e nuovamente a Piano City Milano. Il suo repertorio spazia dalla musica barocca alla musica contemporanea, con riadattamenti pianistici personali. (Evento gratuito con posti limitati e con possibilità di prenotazione).Alle ore 18.00, al Conservatorio G. Tartini, (Via Carlo Ghega 12), ”Piano e pianoforte, elettronica e attori“: con un progetto coordinato dal professore Paolo Pachini, la Scuola di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio Tartini parteciperà alla prima edizione di Piano City Trieste, proponendo al pubblico nel corso della serata la presentazione di diversi lavori ad opera degli studenti del Conservatorio, alcuni dei quali in collaborazione con gli attori Laura Antonini e Stefano Bartoli. Alle ore 21.00, all’Auditorium della Casa della Musica, il concerto di Sergio Cossu, “Falsopiano composizioni originali“: pianista, produttore e compositore, inizia a suonare negli anni Settanta nei piano bar e nelle rock band, proseguendo negli anni Ottanta come autore e con la presenza nei Matia Bazar dal 1984 al 1999. Nel 2003 fonda l’etichetta discografica Blue Serge con la quale ha pubblicato oltre 60 cd di musica jazz e classica. Ha scritto musiche per il teatro, la radio, la televisione, suonando in studio e dal vivo. Il suo primo cd come solista dal titolo “Falsopiano“, presenta composizioni originali eseguite al pianoforte. Alle ore 23.30, l’Auditorium della Casa della Musica diventerà teatro di improvvisazione e sperimentazione grazie ai due pianoforti messi a disposizione dei pianisti che saranno in città.

Domenica 15 settembre, chiusura e terza giornata di Piano City Trieste: alle ore 21.00, all’Auditorium della Casa della Musica, Sebastiano Gubian e il Nova Tergeste Conteporary Ensemble si cimenteranno in un programma dedicato alla musica moderna e contemporanea per pianoforte e gruppo da camera. Un viaggio che partirà da “Young Apollo” (1939) di Benjamin Britten, a “Il lume e la ragione” (2018) di Davide Coppola, alla “Sonata per pianoforte n. 7″ di Sergej Prokofiev, fino a “2 x 1 = 1″ di Mattia Piani, in prima esecuzione assoluta. Il concerto di chiusura si terrà al Teatro Romano alle 19.30 in collaborazione con la Soprintendenza dei Beni Culturali e vedrà come protagonista il pianista e compositore Andrea Tonoli, il quale sarà ambasciatore del Resonance Piano, un pianoforte senza corde fabbricato e brevettato da Fabio Ognibeni di Ciresa.

Sito ufficiale del festival www.pianocitytrieste.it per il calendario completo che comprende molti altri appuntamenti tra cui eventi al Civico Museo Schmidl, al Civico Museo Revoltella, al Caffè degli Specchi, da Lettera Viva, da Mug, al Round Midnight, al Caffè San Marco, al Caffè Tommaseo, all’Antico Caffè San Marco… Il programma completo è scaricabile al link: https://www.pianocitytrieste.it/event-directory/.