null Olimpiadi di astronomia a Trieste
11 febbraio 2020

Olimpiadi di astronomia a Trieste

Un centinaio di astronomi in erba si mettono alla prova nella città della scienza

Un centinaio di studenti e studentesse delle scuole del Triveneto raggiungeranno Trieste per partecipare alle gare di astronomia organizzate dall’INAF-Osservatorio astronomico di Trieste in collaborazione con l’assessorato a scuola, educazione, università, ricerca e decentramento del Comune di Trieste. Le gare si svolgeranno giovedì 13 e venerdì 14 febbraio, ospitate dall’Istituto Tecnico Žiga Zois in via Edoardo Weiss. Ogni partecipante sarà chiamato a risolvere cinque problemi di astronomia. Una sfida per gli scienziati del domani!

Un fitto programma collaterale si dipana dal giovedì al sabato: esso comprende una serata di osservazione con i telescopi della Stazione osservativa di Basovizza dell’Osservatorio e, il sabato mattina, la conferenza “L’utilità della scienza inutile” tenuta dal dott. Fabrizio Fiore. La conferenza di sabato 15 febbraio, a cui potranno partecipare anche docenti e accompagnatori, si terrà presso l’auditorium del Museo Revoltella alle 10:00 e coronerà la cerimonia di premiazione.

Le Olimpiadi italiane di astronomia poi proseguiranno con la fase nazionale a metà aprile a Perugia, con gli stage per i migliori classificati in grandi osservatori astronomici italiani in estate e infine la gara internazionale (quest’anno in Italia, a Matera) alla quale la squadra italiana partecipa da una quindicina d’anni. I partecipanti che hanno conseguito i migliori risultati vengono regolarmente inseriti nell’albo ministeriale delle eccellenze: (http://www.indire.it/eccellenze).

Le Olimpiadi italiane di astronomia sono promosse e organizzate dall’Istituto nazionale di astrofisica (INAF) con il Ministero dell’Istruzione e la Società astronomica italiana, sotto l’egida del Comitato olimpico internazionale di astronomia. Vi possono partecipare gli studenti e le studentesse delle scuole italiane dai 14 ai 17 anni, senza distinzione di cittadinanza o nazionalità.

L'organizzazione locale è curata da Conrad Böhm, responsabile interregionale per il Triveneto delle Olimpiadi Italiane di Astronomia: “L’Osservatorio Astronomico di Trieste per primo ha introdotto nel 2001 tali competizioni in Italia sotto l’egida del Comitato internazionale e, con il pretesto della competizione intellettuale, offre agli studenti e ai loro docenti l’occasione di esprimere la loro passione per l’astronomia, che rimane alla base della conoscenza della natura. È bello ospitare nella nostra città 100 astronomi in erba e vedere quanto i giovani siano interessati alla natura e al cielo infinito che ci circonda”.

Ulteriori informazioni e materiale illustrativo sono disponibili sul sito web locale http://scuole.oats.inaf.it o quello nazionale www.olimpiadiastronomia.it.

Alcune foto in alta risoluzione delle passate edizioni sono scaricabili da https://goo.gl/Ab6gND.

I giornalisti sono invitati sabato 15 febbraio dalle ore 10:00 presso l’auditorium del Museo Revoltella in Via Armando Diaz, 27 a Trieste per un incontro con gli studenti e gli organizzatori in occasione delle premiazioni e della conferenza finale.