null Misure urgenti sostegno e rilancio economia causa emergenza covid
31 maggio 2021

Misure urgenti sostegno e rilancio economia causa emergenza covid

Il comune di Trieste approva criteri concessione agevolazioni uso taxi o noleggio con conducente per specifiche categorie di utenti

A partire da lunedì 21 giugno chi avrà i requisiti richiesti potrà presentare al Comune di Trieste domanda di rimborso parziale delle spese sostenute per l'uso del taxi o del noleggio di una vettura con conducente. Si tratta di una misura contenuta nell'art. 200-bis (“buono viaggio”) del Decreto Rilancio D.L. 34/2020, coordinato con la legge di conversione 17 luglio 2020, n. 77 e successive modifiche. Al Comune di Trieste è stato assegnato l'importo di Euro 371.857,60.

Nella seduta di oggi (lunedì 31 maggio) la Giunta comunale ha stabilito i criteri per l'erogazione dei buoni viaggio e precisato i requisiti per beneficiare del rimborso per corse in taxi o per noleggio con conducente. Nel dettaglio, la misura è destinata alle persone residenti nel comune di Trieste, che risultino in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

a) persone che al momento di fruizione della prestazione (corsa in taxi o noleggio con conducente, anche accompagnate) presentino una disabilità certificata ai sensi della legge 104/92, e/o invalidi civili ai sensi della legge 118/71 (il richiedente autocertificherà gli estremi dell’atto: l’ente che ha effettuato l’accertamento, il numero di certificazione e la data del rilascio);

b) persone che, al momento di fruizione della prestazione (corsa in taxi o noleggio con conducente), presentino mobilità ridotta, nell’uso del trasporto, a causa di difficoltà motorie di natura permanente o temporanea, documentate da idonea certificazione medica;

c) persone che, sia al momento di fruizione della prestazione (corsa in taxi o noleggio con conducente), sia al momento della presentazione della domanda, abbiano compiuto 75 anni;

d) donne che al momento della fruizione della prestazione (corsa in taxi o noleggio con conducente) siano in stato di gravidanza documentato da idonea certificazione medica.

 

Il rimborso si potrà richiedere, come detto, a partire dal 21 giugno ed entro il 31.01.2022 per le corse effettuate entro il 31/12/2021 e potrà coprire il 50 % della spesa sostenuta per gli spostamenti effettuati a mezzo del servizio di taxi ovvero di noleggio con conducente, in misura non superiore a 20,00 euro per ciascun viaggio, per un totale massimo di 100,00 euro per ciascun richiedente.

La domanda di rimborso può essere presentata tramite Spid o concordando un appuntamento di persona al numero verde gestito da Televita 040 971 4614. Naturalmente sarà necessario presentare la documentazione fiscale che attesta il pagamento del taxi o del noleggio con conducente (scontrino/ricevuta). I buoni viaggio non sono cedibili, non costituiscono reddito imponibile del beneficiario e non rilevano ai fini del computo del valore dell'indicatore della situazione economica equivalente. I rimborsi sono cumulabili con altre agevolazioni regionali per il trasporto. Per informazioni e appuntamenti si può chiamare il Numero verde dei Servizi Sociali gestito in collaborazione con la società Televita: 040 9714614 - dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00.

L'assessore alle Politiche Sociali Carlo Grilli ha espresso soddisfazione per questa nuova misura, che consente di implementare l’attenzione dell'Ente locale verso i cittadini più fragili, nel contribuire a colmare quelle distanze, reali e metaforiche, che le difficoltà motorie possono comportare. “Il tempo del Covid - ha ricordato l'assessore Carlo Grilli - non ha portato solo la diffusione della malattia, ma ha avuto come corollario l'insorgere di problematiche di varia natura, fra cui l'inasprimento delle fragilità delle persone che hanno un'autonomia ridotta. Questi contributi intervengono quindi opportunamente per favorire la mobilità, che è elemento indispensabile per l’inclusione delle persone.

COMTS