angle-left null Mare e Salute
10 aprile 2019

Mare e Salute

Ciclo di conferenze divulgative sul legame tra uomo e mare. Auditorium del Museo Revoltella - Trieste: 10 aprile – 5 giugno 2019
Mare e Salute

Più del 70% del Pianeta è coperto d’acqua e la sopravvivenza dell’uomo sulla Terra è strettamente legata al mare. Mari e oceani hanno un ruolo fondamentale per la nostra salute: rappresentano una fonte di cibo e di altre risorse naturali ma sono anche importanti per il mantenimento della forma e del benessere fisico. Quello marino è quindi un ecosistema fondamentale la cui condizione è però spesso minacciata dalle attività dell’uomo.

Con il ciclo di conferenze “Mare e Salute”, l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS, vuole evidenziare quindi sia gli effetti del mare sulla salute dell'uomo, sia gli effetti dell’uomo sulla salute del mare, tramite incontri rivolti a tutti, in programma al Museo Revoltella di Trieste, in cui interverranno scienziati ed esperti di settore. 

“Troppo spesso il mare è visto principalmente come un ambiente da sfruttare e non da proteggere – ha dichiarato Maria Cristina Pedicchio, Presidente dell’OGS - Divulgare il complesso delle interazioni tra uomo e mare rappresenta quindi una sfida, in cui l’OGS è da tempo in prima linea. Una sfida necessaria per far comprendere come la tutela dell’ambiente abbia importanti benefici per l’uomo, far sviluppare nella popolazione una cultura di prevenzione e un approccio proattivo alla salvaguardia della salute e dell’ecosistema naturale che ci circonda. Eventi meteorologici estremi, esposizione ai patogeni trasportati dalle acque, il loro inquinamento, rappresentano solo alcuni esempi di importanti minacce per la salute umana connessi al mare. Ma allo stesso tempo, i mari offrono numerosi benefici per la salute e il benessere umano sotto forma di servizi ecosistemici, come la fornitura di risorse quali cibo e materie prime, di cui è importante essere consapevoli”. 

Le conferenze avranno un approccio multidisciplinare e spazieranno da aspetti scientifici a temi sociali ed etici legati agli Obiettivi di Sostenibilità promossi dalle Nazioni Unite, in modo da contribuire a creare una società più informata, motivata ma soprattutto più responsabile e partecipe, saranno a ingresso gratuito, previa registrazione sul sito dell’OGS alla sezione: https://www.inogs.it/it/content/mare-e-salute. Eventuali posti liberi in sala, saranno a disposizione di coloro che si presenteranno direttamente all’Auditorium del Museo Revoltella.

Il primo appuntamento, in programma Mercoledì 10 aprile 2019 alle ore 18, è incentrato su “Pesce: il decalogo del mangiare sano e sostenibile” e affronterà il tema dell’eccessivo sfruttamento delle risorse ittiche, suggerendo scelte alimentari responsabili e sane, in un approccio ecosistemico alle risorse marine rinnovabili. Dopo l’introduzione di Maria Cristina Pedicchio, Presidente dell’OGS, che modererà l’intero incontro, una serie di interventi di esperti: Simone Libralato - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS; Antonio Terlizzi – Università degli Studi di Trieste; Michela Zanetti – Università degli Studi di Trieste ; Silvio Greco - Slow Fish e Rosalba Giugni – Marevivo.

Il secondo incontro, in calendario Mercoledì 24 aprile 2019 alle ore 17.30, è dedicato a “Dove faccio il bagno? Rischi dal mare: dai batteri alle specie aliene”. Il dibattito spazierà dai batteri alla comparsa di specie aliene nei nostri mari, dai metalli pesanti e salute al rapporto uomo e ambiente. Con la moderazione del giornalista scientifico Fabio Pagan, dialogheranno Paola Del Negro Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS; Maurizio Spoto – WWF Area Marina Protetta di Miramare; Padre Luciano Larivera – Centro Veritas; Fabio Barbone – IRCCS Burlo Garofolo e Serena Carpentieri - Goletta Verde.

La terza conferenza, previsto per Mercoledì 8 maggio 2019 alle ore 18, tratta di “Sale: quattro passi nella geologia del Mediterraneo per arrivare alla nostra tavola”. L’appuntamento spazia dal gigante salino del Mediterraneo alla storia del sale e alle malattie cardiovascolari. Con la moderazione del giornalista scientifico Fabio Pagan, si alterneranno le voci di Angelo Camerlenghi - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS; Flavio Bonin - Museo del Mare di Pirano; Antonietta Robino – IRCCS Burlo Garofolo e Gianfranco Sinagra – Università degli studi di Trieste e Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste.

Il quarto evento, scadenzato Giovedì 16 maggio 2019 alle ore 18, affronta il tema della “Plastica: dalla bottiglia al piatto – come la plastica è entrata nella catena alimentare”. La plastica è un materiale importantissimo per la nostra vita quotidiana, ma oggi risolvere il problema della sua presenza e accumulo in mare è di fondamentale importanza. L’incontro parlerà dunque di plastica, affrontando i problemi per gli organismi acquatici e l’ingresso nella catena alimentare. Maria Cristina Pedicchio, Presidente dell’OGS, che modererà incontro, che prevede le testimonianze di: Paola Del Negro - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS; Tomaso Fortibuoni - Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale – ISPRA; Cristina Fossi – Università degli Studi di Siena e Sergio Paoletti - AREA Science Park.

A chiudere il ciclo, Mercoledì 5 giugno 2019 alle ore 18, la conferenza “Cosa mangeremo nel futuro? Dalle meduse alla nutrigenetica”, che risponderà alla domanda “Come cambieranno le abitudini alimentari nel futuro?”, parlando delle meduse come nuova pietanza sulle nostre tavole e della nutrigenetica che influenza le nostre scelte alimentari. Con la moderazione di Paola Del Negro, Direttore Generale dell’ Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS, si succederanno nel dibattito: Ferdinando Boero – Università degli Studi del Salento; Antonella Leone – CNR ISPA; Paolo Gasparini – IRCCS Burlo Garofolo e Università degli Studi di Trieste; Francesco Menegoni – Generame e Cosimo Solidoro - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS.

Il ciclo di conferenze “Mare e Salute” è organizzato da OGS nell'ambito del progetto di divulgazione regionale "Mare e salute", i cui partner sono: FAI – Fondo Ambiente Italiano FVG, IRCCS Burlo Garofolo, Associazione Scienza Under 18 e WWF Area Marina Protetta di Miramare. Il progetto è finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e le conferenze sono co-organizzate con il Comune di Trieste – Assessorato all’Educazione, Scuola, Università e Ricerca. Le conferenze si svolgono in collaborazione con la Delegazione FVG di Marevivo e il supporto scientifico dei progetti internazionali: MEDSALT, Saltgiant, Fairsea, Prizefish e Ecomap.

A corollario delle conferenze, una serie di appuntamenti di degustazione all’Antico Caffè San Marco, in programma dal 17 aprile al 19 giugno, i cui dettagli saranno a breve disponibili sul sito dell’Ente.