null Le stagioni delle armi
27 luglio 2021

Le stagioni delle armi

Prenderà il via sabato 31 luglio fino a domenica 19 settembre, il nuovo ciclo estivo di animazioni storiche “Le stagioni delle armi” che si svolgerà nei fine settimana al Castello di San Giusto, ed è promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste e realizzata del Servizio Musei e Biblioteche.

La manifestazione, che è stata presentata stamane a Palazzo Gopcevich dall’assessore comunale alla Cultura Giorgio Rossi con la direttrice del Servizio Musei e Biblioteche Laura Carlini Fanfogna, giunge alla sue seconda edizione, affidata, anche quest'anno, alle cure di Wavents in collaborazione con Cers - Italia (Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche) e con la Compagnia d'Arme “Malleus”. Come è stato evidenziato nel corso della presentazione dall'Assessore alla Cultura Giorgio Rossi e dalla Direttrice si tratta di un modo valorizzare il patrimonio culturale del tutto innovativo, coinvolgente e suggestivo sia per i triestini che per i turisti in un luogo simbolo della storia di Trieste quale il Castello di San Giusto. “Il mio sogno – ha sottolineato l’assessore Rossi - è di vedere il Castello di San Giusto molto animato e valorizzato, imbandierato e contornato da mercatini e da tutta una serie di iniziative. Ci auguriamo che anche questa edizione, rivolta sia ai visitatori adulti che ai bambini, sia di grande gradimento per tutti. L’affluenza al Castello attualmente si attesta in linea con i numeri registrati nel 2019 sulle 130 mila presenze. Mi auguro che questo evento di valenza storico-didattica e preziosa occasione di apprendere divertendosi, si possa ripetere anche negli anni successivi”.

“Il Castello di San Giusto è il luogo ideale per le rievocazioni storiche e tutti gli incontri, ad opera di rievocatori appassionati – ha detto la direttrice Carlini Fanfogna – sono specifici e riguardano un particolare momento storico in maniera molto accurata. Si tratta di un modo di fare didattica scientificamente corretto ma al contempo divertente”.

Voluto dagli imperatori d'Austria nel XV secolo come presidio miliare sopra il Colle Capitolino, il Castello di San Giusto visse diversi momenti di sviluppo ed evoluzione architettonica: ampliato con un'alta muraglia semicircolare dalla Repubblica di Venezia nei primi anni del XVI secolo, venne poi fortificato dagli Asburgo tra il 1551 e il 1636 con vari bastioni ancor oggi esistenti e in parte visitabili.

Ed è proprio rievocando i quattro momenti più rappresentativi della storia del Castello che i visitatori verranno, di settimana in settimana, invitati a rivivere i fasti della Trieste del XV, XVI e XVII secolo, da città libera, a dominio della Serenissima prima e imperiale poi. Si potranno così comprendere, cogliendone gli aspetti peculiari e le differenze, la vita di guarnigione, le mansioni dei vari soldati, il loro equipaggiamento, fino all'addestramento all'uso delle varie armi.

 

Nel corso della presentazione, è toccato al presidente di Wavents Massimo Andreoli con Roberto Battilana, in veste di direttore della Compagnia d'Arme Malleus e di coordinatore delle diverse compagnie di ricostruzione storica coinvolte, il compito di illustrare nello specifico le novità dei diversi percorsi di questa edizione 2021 della manifestazione. “Quest’anno sono state implementate tutte le notizie e le informazioni specifiche di carattere storico – hanno spiegato Andreoli e Battilana – non solo inerenti le milizie, ma anche dal punto di vista religioso, e attraverso le animazioni dal vivo saranno illustrate tutte le curiosità sui reperti che riguarderanno diversi periodi. Tutte le visite, con inizio alle 10.30, alle 11.45, alle 15.00, alle 16.15 e alle 17.30, per un massimo di 15 persone a turno, si snoderanno tra il Corpo di guardia all’ingresso, l'Armeria, il Bastione Rotondo e l'esterno della Casamatta delle artiglierie, con il seguente calendario:

 

Sabato 31 luglio e domenica 1 agosto

Trieste Città libera, Prima metà del Quattrocento - Il Castello quale porta della città

Gruppo Storico Alma et Ars e Compagnia della Rosa

 

Sabato 7 e domenica 8 agosto

Periodo Imperiale, 1530 - Il mestiere delle armi e i terribili Lanzichenecchi

Associazione Strategemata

 

Sabato 14 e domenica 15 agosto

Completamento della Fortezza, il Seicento – La Guarnigione Stabile

Gruppo Storico di Palmanova, Compagnia D’Arme Malleus, Moschettieri di Candia

 

Sabato 21 e domenica 22 agosto

Periodo Veneziano, 1490-1510 - Il Leone in Fortezza

Compagnia d'Arme Malleus

 

Sabato 28 e domenica 29 agosto

Trieste Città libera, Prima metà del Quattrocento – Il Castello quale porta della città

Gruppo Storico Alma et Ars e Compagnia della Rosa

 

Sabato 4 e domenica 5 settembre

Periodo Imperiale, 1530 - Il mestiere delle armi e i terribili Lanzichenecchi

Associazione Strategemata

 

Sabato 11 e domenica 12 settembre

Periodo Veneziano, 1490-1510 - Il Leone in Fortezza

Compagnia d'Arme Malleus

 

Sabato 18 e domenica 19 settembre

Completamento della Fortezza, il Seicento – La Guarnigione Stabile

Gruppo Storico di Palmanova, Compagnia D’Arme Malleus, Moschettieri di Candia

 

 

Si accede con biglietto di ingresso al Castello, nel rispetto della norme anti-Covid in vigore.

 

 

 

 

 

 

 

 

Comts/RF

 

 

Le stagioni delle armi