null Laboratorio venti - 1999/2019 – Vent’anni al vento
28 maggio 2019

Laboratorio venti - 1999/2019 – Vent’anni al vento

Venerdi’ 31 maggio, inaugurazione della mostra allestita in sala U.Veruda
Laboratorio venti - 1999/2019 – Vent’anni al vento

Venerdì 31 maggio, alle ore 19, nella Sala U. Veruda di piazza Piccola 2, si inaugura la mostra “Laboratorio Venti - 1999/2019 – Vent’anni al vento”. Per l’occasione verrà presentato il modellino di una scultura da dedicare alla bora opera dall’artista Maurizio Stagni.

 

L’esposizione intende celebrare, nello stesso tempo, i venti anni dell’Associazione Museo della Bora e la bora stessa. Il vento della nostra città raccoglie infatti sempre più interesse intorno a sé.

Nel 2010, nella stessa cornice di palazzo Costanzi, l’Associazione Museo della Bora, sempre in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste, aveva organizzato la mostra “LaBORAtorio - Alla scoperta del vento di Trieste”, che attraverso tre sezioni (la bora ieri, oggi e domani) faceva il punto sui primi dieci anni di attività dell’associazione. La mostra, aperta per due settimane, venne visitata da ben 4.700 persone.

 

Questa nuova esposizione intende mostrare nuovi materiali raccolti durante questi anni. Succede che in ogni occasione “il Museo” riceva omaggi e ricordi da tanti triestini.

La mostra quindi sarà essa stessa in progress, prevedendo nuovi contributi dai nostri concittadini. La mostra consentirà inoltre di mostrare installazioni e altri oggetti che attualmente non è possibile esporre nei ridotti spazi del Magazzino dei Venti, primo nucleo di un museo che sogna di crescere.

 

Saranno visibili inoltre reperti a testimonianza delle diverse attività, realizzazioni e collaborazioni dell’Associazione Museo della Bora in tutti questi anni, per condividere questo patrimonio di memorie e di idee con la città e con chi la visiterà nel periodo.

 

Memoria e creatività. Il percorso del museo e dell’associazione va in queste due direzioni. La mostra cercherà di esprimerle come sempre in una maniera fresca e originale.

 

Uno spazio importante verrà dedicato all’aspetto scientifico del nostro vento, grazie al prezioso contributo di alcune realtà di primo piano come OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, WWF - Area Marina Protetta di Miramare nonché con l’Unione Meteorologica del Friuli Venezia Giulia.

 

La mostra Laboratorio Venti e l’evento Boramata si fregiano del patrocinio del Comitato triestino proESOF 2020 verso Trieste Capitale europea della ricerca scientifica.

 

Nei giorni della mostra sono previsti una serie di incontri con realtà scientifiche, museali e non solo, a dimostrazione di come la bora e il suo museo siano temi di grande interesse e pieni di connessioni.

 

Il primo appuntamento speciale è previsto per sabato 1° giugno alle ore 18.30 con la proiezione unica straordinaria del film “Bora su Trieste”, il mitico cortometraggio di Gianni Alberto Vitrotti premiato con il Leone d'Argento al Festival di Venezia (1953) molto caro ai triestini.

 

Dal 7 al 9 giugno alla mostra si affiancherà l’evento “Boramata-La festa del vento nella città della bora” che quest’anno giunge alla sua quinta edizione e che si svolge in piazza Ponterosso, piazza dell’Unità e piazza della Borsa.


 

COMTS