null L'ampio calendario di iniziative organizzate dal Comune di Trieste in occasione della Giornata Internazionale della Donna 2020
29 febbraio 2020

L’ampio calendario di iniziative organizzate dal Comune di Trieste in occasione della Giornata Internazionale della Donna 2020

Presentato oggi in Municipio
L’ampio calendario di iniziative organizzate dal Comune di Trieste in occasione della Giornata Internazionale della Donna 2020

Presentato stamane in Municipio l'ampio calendario di iniziative organizzate come ogni anno dal Comune di Trieste-Assessorato alle Pari Opportunità in collaborazione con le numerose realtà associative femminili cittadine, con il sostegno della Commissione Pari Opportunità e del CUG (Comitato Unico di Garanzia) del Comune, in occasione della Giornata Internazionale della Donna 2020, stavolta peraltro con il doveroso rinvio a data da destinarsi di alcuni appuntamenti già fissati, e ciò nel rispetto delle disposizioni fin qui emanate relativamente all'emergenza da COVID-19 (“Coronavirus”).

Il vasto “carnet” di manifestazioni è stato illustrato dal competente Assessore comunale alle Pari Opportunità che ne ha sottolineato il grande interesse, varietà e qualità delle proposte, da quelle musicali, a quelle teatrali e letterarie, da quelle artistico-pittoriche fino a quelle più prettamente di discussione e dibattito sulla condizione della donna e sull'evoluzione delle relative problematiche; auspicando quindi che questi davvero interessanti eventi si possano tutti realizzare nei prossimi giorni, come da programma, senza dover soffrire troppo delle restrizioni dovute all'emergenza in atto, e chiamando quindi a descriverne i contenuti le e i rappresentanti delle diverse associazioni e istituzioni proponenti (G.O.A.P., Associazione Teatrale Culturale “Le Muse Orfane”, Casa Internazionale delle Donne, Luna e l'Altra, Fotografare Donna, Biennale Giuliana d'Arte, Conservatorio di Musica “Tartini”, C.U.G., Commissione Pari Opportunità del Comune, Consulta Femminile).

Ne è uscito un quadro effettivamente molteplice e ricco di spunti e di contenuti, il cui calendario dovrebbe aprirsi con la XV Biennale di Trieste, mostra collettiva internazionale d’arte contemporanea curata dall'Associazione culturale “La Biennale Giuliana d'Arte”, che si terrà dal 9 al 30 marzo alla Sala “Umberto Veruda” di Palazzo Costanzi (in piazza Piccola, dietro il Municipio, con orario feriale e festivo 10-13 e 17-20 e inaugurazione prevista domenica 8 marzo alle ore 18). La rassegna – come hanno spiegato gli organizzatori – sarà dedicata quest'anno “alla donna e al suo ruolo nel mondo contemporaneo, alla sua condizione e importanza nella società attuale, al progresso culturale che la coinvolge ma anche a stigmatizzare la violenza di cui, spesso, è vittima”.

Le iniziative si protrarranno fino a maggio con l'ultimo appuntamento rappresentato dalla mostra fotografica “Fuori dove la parità non esiste”, sulla toponomastica femminile a Trieste e sui luoghi e la vita delle donne che denominano le vie della nostra città (dall'8 al 30 maggio, al Mercato Coperto di via Carducci, a cura dell’Associazione Fotografaredonna).

 

Nel mezzo, una serie di appuntamenti in varie sedi:

Lunedì 16 marzo, ore 18.30, al Conservatorio di Musica “Tartini”, via Ghega 12, il Concerto “SPIRITO, CARNE, ANIMA: L’UNIVERSO FEMMINILE DAL MILLE AL... NOVECENTO”, col quale il CUG del Conservatorio intende offrire un omaggio ad antiche compositrici, nel loro millenario confronto con quelle del Novecento, anche attraverso la lettura di testi tratti da fonti che coprono lo stesso arco di tempo.

 

Martedì 17 marzo, ore 17, nella Sala del Consiglio Comunale di Piazza dell’Unità, la Cerimonia di premiazione della III edizione del Concorso artistico-letterario PAROLE, SUONI E COLORI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, a cura del G.O.A.P.

 

Mercoledì 25 marzo, ore 17, nella Sala “Bazlen” di Palazzo Gopcevic (via Rossini 4), incontro su DONNE NEL RINASCIMENTO. Le donne protagoniste del Rinascimento: cortigiane, poetesse, nobili e religiose. Relatrice la scrittrice e regista Silvia Lorusso Del Linz, con letture a cura dell’attrice Viviana Piccolo. A cura dell’Associazione Teatrale Culturale “Le Muse Orfane”.

 

Lunedì 30 marzo, ore 17, alla Casa Internazionale delle Donne (via Pisoni 3), incontro su DONNE E FILOSOFIA, con la Presidente di SWIP Italia Marina Sbisà, già ordinaria di Filosofia e Teoria dei Linguaggi all’Università di Trieste e con le due componenti del Consiglio Direttivo di SWIP Italia Vera Tripodi (Università di Torino) e Francesca Forlè (Università Vita-Salute San Raffaele, di Milano). Riflessione e discussione con il pubblico sul tema del pensiero delle donne. A cura dell’Associazione Casa Internazionale delle Donne-Trieste.

 

Venerdì 3 aprile, ore 17, all'Auditorium del Civico Museo “Revoltella” (via Diaz 27), lettura scenica “VOGLIO ANDARE LASSU'”. BREVE STORIA DELLE SORELLE GRASSI, dedicata alle due sorelle alpiniste tolmezzine Anna e Giacomina Grassi in occasione dei 140 anni della prima salita femminile al Monte Sernio, poi ribattezzato la “Montagna delle Donne”. Scritto e diretto da Melania Lunazzi. Voci narranti Melania Lunazzi e Ada Delogu, accompagnate dalla fisarmonica di Sebastiano Zorza. A cura dell’Associazione Casa Internazionale delle Donne-Trieste.

 

da venerdì 3 a mercoledì 8 aprile, alla Sala “Fittke” di piazza Piccola (orario 10-13 e 15-18), l'esposizione PROVE D’ARTISTE, mostra dei lavori prodotti durante il corso di tecniche pittoriche svoltosi all’interno del progetto “Una casa tutta per Noi”, sostenuto dal Dipartimento di Salute Mentale dell’ASUITS. Docente del corso e curatrice dell’esposizione l’artista Consuelo Rodriguez. A cura dell’Associazione Luna e l’Altra.

 

Venerdì 24 aprile, ore 17, alla Sala “Bazlen” di Palazzo Gopcevic (via Rossini 4), incontro su LA FIGURA FEMMINILE TRA SEDUZIONE, AMORE E ABBANDONO, rappresentazioni e suggestioni artistiche di donne nella pittura italiana di fine Ottocento. A cura del Comitato Unico di Garanzia del Comune di Trieste.

 

Da segnalare ancora alcune iniziative istituzionali collaterali come gli incontri (in varie giornate), con dono di mimose, con le donne più anziane della città residenti nelle strutture e case di riposo o la campagna della Polizia di Stato di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, intitolata “Questo non è amore...”, il cui camper sarà presente domenica 8 marzo nelle piazze principali della città.

 

COMTS - FS