null Il sindaco Dipiazza ha ricevuto in Municipio i giovani campioni azzurri di canottaggio Sebastiano Panteca e Annalisa Cozzarini
21 gennaio 2021

Il sindaco Dipiazza ha ricevuto in Municipio i giovani campioni azzurri di canottaggio Sebastiano Panteca e Annalisa Cozzarini

Il Sindaco Roberto Dipiazza ha incontrato in Municipio i giovani campioni di canottaggio Sebastiano Rosario Panteca e Annalisa Cozzarini, finalisti a 9 mondiali di “Coastal Rowing Endurance”
Il sindaco Dipiazza ha ricevuto in Municipio i giovani campioni azzurri di canottaggio Sebastiano Panteca e Annalisa Cozzarini

Il duo di atleti canottieri, classe 1987 e 1988, che hanno praticato fin da giovanissimi questo sport, hanno collezionato in pochi anni una serie di vittorie di grande prestigio gareggiando in doppio: miglior piazzamento al 4° posto nel doppio misto a Hong Kong nel 2019, guadagnandosi poi la Maglia Azzurra sempre nello stesso anno, in Cina, a Shenzen, alla prima edizione dei Mondiali di Coastal Rowing Beach Sprint. Nel 2020, a Marina di Castagneto, vestono nuovamente la Maglia Azzurra all’European Coastal Rowing Challenge Beach Sprint. Entrambi si classificano pluricampioni italiani in varie specialità e categorie, meritandosi anche la Madaglia di bronzo al Valore Atletico.

Dipiazza, complimentandosi con i giovani per gli ottimi risultati agonistici raggiunti, ha voluto consegnare loro il gagliardetto con l’Alabarda di Trieste: “Sono orgoglioso dei vostri successi che danno lustro alla nostra città confermando così ancora una volta Trieste città all’insegna dello sport ai massimi livelli. Vi auguro un futuro brillante ricco di ulteriori ottime soddisfazioni agonistiche”.

A ottobre Sebastiano e Annalisa parteciperanno al campionato mondiale di Coastal Rowing Beach Sprint in Portogallo, dove auspicano di poter aggiungere una nuova medaglia al loro curriculum sportivo.

 

 

Comts/RF

 

Il Coastal Rowing nasce in Francia sul finire degli anni '80 da un’idea del navigatore oceanico Gerard D'Aboville sviluppata da una commissione tecnica di cui facevano parte il monegasco Jannot Antognelli ed il marsigliese Denis Masseglia, ora Presidente della Commissione Sport per Tutti della FISA.
Il punto di partenza: realizzare barche idonee a reggere un mare con onde e vento, sostituendo così le yole di legno. Da scafi di ispirazione velica, si costruiscono così le "Yole de mer" a uno, due e quattro vogatori con timoniere. La diffusione avviene in un primo momento sulla costa meridionale della Francia e poi sulla costa Atlantica e nelle colonie francesi d'oltreoceano.
In Italia si parte nel 1996. E’ la FICSF (Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso) a organizzare la prima regata internazionale in Italia nel Ponente ligure a Noli.
Dal punto di vista agonistico, nel 2006 la Canottieri Sanremo organizza la prima edizione dei Campionati Italiani di Coastal Rowing abbinati a una regata internazionale aperta a tutti gli equipaggi stranieri: l’iniziativa si ripete nella Riviera dei Fiori nel 2007 e nel 2008. Proprio nel 2008, dal 16 al 19 ottobre, Sanremo ospita la seconda edizione dei Campionati Mondiali di coastal rowing: in gara 485 atleti, 171 equipaggi, 110 società in rappresentanza di 16 nazioni (Croazia, Cipro, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Ungheria, Irlanda, Italia, Principato di Monaco, Nuova Zelanda, Polonia, Spagna, Svezia, Svizzera e Stati Uniti)