null Il PAG Progetto Area Giovani da' i numeri!
13 maggio 2020

Il PAG Progetto Area Giovani da’ i numeri!

Circa tre anni fa nasceva il PAG Progetto Area Giovani, un innovativo contenitore di proposte attraverso il quale il Comune di Trieste ha ripensato il modo di destinare spazi e risorse allo specifico target di cittadini che va dai 14 ai 35 anni

Il PAG (o meglio la sede operativa del Polo Giovani Toti a San Giusto) è attualmente chiuso, causa l'applicazione delle misure di contenimento e contrasto al Covid-19, ma la forzata pausa ha consentito di analizzare i dati e valutare i risultati raggiunti in questi anni di sperimentazione.

Nasce così DIAMO I NUMERI!, una efficace sintesi del progetto complessivo per tracciare con i numeri i contorni di una realtà per i giovani che a Trieste sta facendo la differenza. Dove la troviamo? Basta andare sul sito pag.comune.trieste.it e scorrere le slides.

Ma che cos’è il PAG e soprattutto che fa? DIAMO I NUMERI! fa capire come il PAG proponga forme di partecipazione innovative che si concretizzano nella possibilità di utilizzare gratuitamente spazi per attività e progetti di under 35 (ma anche per studiare e per incontrare semplicemente gli amici).

Attualmente, fanno parte della #pagcommunity 107 realtà giovanili, dato interessante se si considera che alla prima "chiamata" nel marzo 2017 avevano risposto in 46. La crescita costante sembra indicare che il modello funzioni, probabilmente per la sua capacità di captare le esigenze di questa così delicata fascia di età e di semplificare le procedure di accesso.

Chi sono questi giovani? Quasi il 70% dei gruppi partecipa in una forma "smart, easy & free", ovvero il gruppo informale, in cui basta essere in tre con un campo di interesse. Il PAG quindi è aperto non solo ad associazioni giovanili strutturate ma anche ad aggregazioni spontanee, e questo ne costituisce uno degli aspetti più caratterizzanti, e probabilmente una delle ragioni del successo.

Un altro punto di forza è rappresentato dall’atmosfera che al PAG si respira: l’approccio consapevole degli adulti, cui è affidata la governance del progetto, è basato su valori come la fiducia e il rispetto, che inducono atteggiamenti di responsabilità e autonomia tra i giovani. Ciò si traduce nella frequenza del Polo Giovani Toti anche in assenza degli operatori, con l’unica richiesta che siano maggiorenni e che abbiano frequentato un percorso formativo sulle normative relative alla sicurezza nella gestione in emergenza della struttura.

Da aprile 2019 ad aprile 2020 si comprende quale sia il volume delle attività sviluppate da DIAMO I NUMERI: 99 tra eventi e progetti, di cui 42 organizzati direttamente dai giovani, 29 dal PAG e i restanti nella manifestazione Trieste Estate Giovani 2019, che ha visto, accanto alla programmazione ufficiale, un'edizione "off" tutta dedicata agli accreditati al PAG.

A questi numeri, vanno aggiunte le attività con gli Istituti Superiori di secondo grado attraverso i PCTO Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento che hanno coinvolto circa 900 ragazzi in tre anni.

I dati sono pubblicati sul sito pag.comune.trieste.it e, anche se riflettono una situazione precedente all'attuale stato di emergenza, rappresentano una solida base da cui sviluppare ancora di più il coinvolgimento e il sostegno alle iniziative dei giovani che rappresentano già ora il futuro della città.

 

 

COMTS