null Festival Chinese Week 2021
02 febbraio 2021

Festival Chinese Week 2021

Al via la seconda edizione in occasione del capodanno cinese, dal 6 al 12 febbraio - esclusivamente online - sui canali social dell’associazione nuove vie della seta
Festival Chinese Week 2021

Anche quest’anno, a partire da sabato 6 febbraio, prende il via il “Festival Chinese Week”, la seconda edizione dell’iniziativa che si svolge a Trieste in occasione del Capodanno Cinese, organizzata dall’Associazione culturale “Nuove Vie della Seta” in coorganizzazione con il Comune e con il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia.

La manifestazione, che nella prima edizione ha registrato grande successo, quest’anno, nel pieno rispetto delle misure anti Covid, si svolgerà, dal 6 al 12 febbraio, totalmente in diretta online sui canali social dell’Associazione Nuove Vie della Seta: il programma è consultabile sul sito: www.nuoveviedellaseta.com

La programmazione di quest’anno prevede numerosi incontri incentrati su varie tematiche della cultura cinese, a partire da due viaggi, uno fotografico virtuale tra le strade della Pechino di ieri e oggi e uno alla scoperta dei principali siti UNESCO del Celeste Impero. Si proseguirà con le fiabe tipiche della cultura cinese, tra i sapori della cucina orientale, tra le curiosità sulla Medicina Tradizionale Cinese, la millenaria arte della ceramica e del tè e fino all’antichissima arte segreta della scrittura delle donne cinesi. Il festival si concluderà con il consueto concerto di canto e arpa cinese venerdì 12 febbraio, giorno del Capodanno cinese e dell’inizio dell’anno del Toro.

“Siamo felici di annunciare questo evento, che festeggia l’inizio dell’anno cinese facendo riferimento alla comunità cinese presente a Trieste che conta 3000 persone, e che segna un primo ‘punto di passaggio’ per consolidare quella che è la prerogativa di Trieste, città ospitale e multietnica con la presenza di numerose comunità ben integrate – ha sottolineato l’Assessore Rossi -. La comunità cinese oltre ad essere numerosa si è sempre distinta per correttezza e grande civiltà, persone valide, instancabili lavoratori sempre disponibili e sorridenti, nonostante la cultura sia molto distante dalla nostra”.

L’anno scorso, con la mostra “La testa del drago” allestita al museo comunale d’Arte Orientale è stata documentata la vita in Cina di cento anni fa con 30 fotografie d’epoca riprodotte e scattate da un sottufficiale per far comprendere parte della loro vicende storiche e leggende grazie alla mediazione culturale.


 

Il Presidente Gao Xu, ringraziando il Comune per la collaborazione nel realizzare il Capodanno cinese, tiene a rimarcare lo scopo dell’Associazione fondata nel 2011 la quale “punta alla promozione di eventi e iniziative culturali per far conoscere la realtà della Cina che oggi è cambiata. Negli ultimi anni è molto accresciuta la richiesta degli studenti triestini, sia alle superiori che all’Università, per apprendere la lingua cinese: solo nel 2019 sono state 255 le richieste pervenute. In tal senso ha parlato anche di un cambio di abitudini da parte dei cinesi che ormai prediligono la bevanda del caffè piuttosto che il tè e in ambito turistico mettono al primo posto il Bel Paese”. Hanno collaborato anche il Liceo Carducci Dante di Trieste, l’Università, Televita S.p.A, l’Enaip della regione FVG, l’Università della Terza Età e l’Associazione teatrale “Compagnia degli Asinelli”.

Maggiori informazioni all’ indirizzo mail info@nuoveviedellaseta

Comts/RF