null Famiglia-contributoabbattimentodelleretteperl'accessoainidid'infanzia

Famiglia-contributo abbattimento delle rette per l'accesso ai nidi d'infanzia

Con il nuovo Regolamento D.P.Reg. n. 48/20 del 23/03/2020, il beneficio per l'abbattimento delle rette dovute viene riconosciuto automaticamente, nel limite della frequenza indicata, e viene applicata una retta di frequenza ridotta ai nuclei familiari. Per l'anno educativo 2020/21 la domanda potrà essere presentata dal 31marzo 2020 e fino al 30 GIUGNO 2020. La richiesta del beneficio si riferisce all’anno educativo che inizia il 1° settembre 2020 e si conclude il 31 agosto dell’anno successivo. Le domande possono essere presentate anche dopo il 30 GIUGNO 2020, in questo caso non vengono ammesse automaticamente al beneficio, ma affluiscono in una lista di attesa. Verranno ammesse solo se in presenza dei requisiti e qualora la disponibilità finanziaria lo consenta.

Come fare

    • residenza o attività lavorativa da almeno dodici mesi continuativi in Regione FVG da parte di almeno un genitore;
    • indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), pari o inferiore a € 50.000,00 calcolato, qualora ne ricorrano le condizioni, anche con le modalità di cui all’articolo 7 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 159/2013).
    • iscrizione a uno dei servizi educativi di cui all'art. 1 del citato Regolamento
  • Con il nuovo Regolamento D.P.Reg. n. 48/20 del 23/03/2020, il beneficio per l'abbattimento delle rette dovute viene riconosciuto automaticamente, nel limite della frequenza indicata, e viene applicata una retta di frequenza ridotta ai nuclei familiari:
    • in cui almeno un genitore risieda o presti attività lavorativa continuativa da almeno un anno in Regione FVG;
    • il cui ISEE risulti pari o inferiore a € 50.000,00; che hanno iscritto i bambini presso un servizio educativo per la prima infanzia (nidi, servizi integrativi e servizi sperimentali compresi nel registro regionale)
    • che abbia sottoscritto il disciplinare previsto dall’art. 14 del Regolamento, per una frequenza minima di almeno 30 ore al mese.
    Il beneficio è inoltre riconosciuto alle madri di figli minori, residenti o che lavorino nel territorio regionale da almeno un anno, inserite in un percorso personalizzato di protezione e sostegno all’uscita da situazioni di violenza debitamente attestato, anche in assenza di presentazione di dichiarazione ISEE.
    Il beneficio non può mai superare l’importo della retta mensile per il corrispondente periodo. 
    Non possono beneficiare della riduzione i bambini iscritti alle cosiddette“sezioni primavera” o “ ponte”
     
    Intensità del beneficio
    • Per i nuclei familiari con un unico figlio minore (ISEE fino a 50.000,00 euro) la misura è stabilita fino a un massimo di 250,00 euro per la frequenza a tempo pieno e fino a un massimo di 125,00 euro per la frequenza a tempo parziale.
    • Per i nuclei familiari con due o più figli minori (ISEE fino a 50.000,00 euro) la misura è stabilita fino a un massimo di 450,00 euro per la frequenza a tempo pieno e fino a un massimo di 225,00 euro per la frequenza a tempo parziale.
    Qualora il medesimo nucleo familiare abbia due o più figli che frequentino contemporaneamente uno dei servizi educativi per la prima infanzia il beneficio è riconosciuto a tutti i figli nella stessa misura e cioè fino a un massimo di 450,00 euro per il tempo pieno e di 225,00 euro per il tempo parziale.
    Il beneficio è ridotto del 50 per cento se il genitore richiedente, componente il nucleo familiare, è residente o presta attività lavorativa nel territorio regionale da meno di 5 anni continuativi. La domanda deve essere presentata dal genitore in possesso sia dei requisiti d’accesso e sia di quelli che ne determinano l’intensità più favorevole.
     
    Per accedere all’abbattimento delle rette è necessario che il genitore RICHIEDENTE, in possesso dei requisiti, presenti domanda esclusivamente per via telematica tramite il sistema ISTANZE ONLINE (link: https://loginfvg.regione.fvg.it)
     
     
    La procedura richiede un'autenticazione attraverso una delle seguenti modalità (previste dall’articolo 65, comma 1, lett. b) del Codice dell’Amministrazione digitale
    La domanda si considera sottoscritta e inoltrata, al termine della compilazione, all’atto della convalida finale e verrà presa in carico dall’Ente gestore dei Servizi Sociali dei Comuni territorialmente competente.
     
    Attenzione
    Per l’attivazione dello Spid  ci si può rivolgere all' Ufficio Relazioni con il Pubblico(URP) - Regione FVG
    È possibile richiedere assistenza tecnica a Insiel ai seguenti recapiti, precisando il nome dell’applicativo per cui si richiede assistenza (IOL – Istanze OnLine)
    Service Desk Insiel:
    800 098 788 (da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 18.00)
     

     

Entro quanti giorni: 120

Dove andare

Contatti

Sede

Trieste, VIA Giuseppe Mazzini 25

Orari

Orario telefonico:

Dal Lunedi Al Venerdi 09:00 - 13:00

Orario di apertura al pubblico:

Dal Lunedi Al Giovedi 09:00 - 12:30
Lunedi e Mercoledi 14:00 - 16:30

Trasparenza

Atto primario: L.R., N°: 20 Del: 2005,

Atto secondario: D.P.G.R., N°: 139 Del: 2015,

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

  • Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dalla data di notifica dell'atto o in alternativa ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni a decorrere dal medesimo termine.

Data di aggiornamento: 24.06.2020