null Domenica 14 e mercoledì 17 luglio due spettacoli teatrali a San Giusto per la difesa delle donne. Domenica 14, “Tela di ragno. Penelope – Odissea”, con Iaia Forte; Mercoledì 17, “Berenice, principessa e martire”, con Raffaella Azim.
11 luglio 2019

Domenica 14 e mercoledì 17 luglio due spettacoli teatrali a San Giusto per la difesa delle donne. Domenica 14, “Tela di ragno. Penelope – Odissea”, con Iaia Forte; Mercoledì 17, “Berenice, principessa e martire”, con Raffaella Azim.

Nell'ambito del progetto “L.E.I. - Legalità, Eguaglianza, Identità”, promosso dal Comune di Trieste-Assessorato alle Pari Opportunità

Due spettacoli teatrali, entrambi incentrati sui temi della difesa delle donne da violenze e abusi, promossi nell'ambito del Progetto “L.E.I. - Legalità, Eguaglianza, Identità”, realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per le Pari Opportunità, con capofila il Comune di Trieste-Assessorato alle Pari Opportunità, saranno rappresentati questa domenica, 14 luglio, e mercoledì 17 luglio, sempre con inizio alle ore 21, al Bastione Rotondo del Castello di San Giusto, inseriti nel cartellone delle manifestazioni di “Trieste Estate 2019”.
Ambedue gli spettacoli sono prodotti dall'Associazione Culturale “Graia”, con la direzione artistica di Isabel Russinova.

Domenica 14, l'appuntamento sarà, come detto alle ore 21, con “Tela di ragno. Penelope – Odissea”, con Iaia Forte che, per la regia di Giuseppe Argirò, interpreterà la figura di Penelope che racconta, attraverso il mito, il tempo dell’uomo con le sue debolezze e ingiustizie.

Iaia Forte, attrice, regista, intensa protagonista del nostro cinema e teatro, ha collaborato con i più grandi protagonisti della scena nazionale e internazionale, come Sorrentino, Martone, Ronconi. Nel cinema ha conquistato con le sue interpretazioni un Globo d’Oro, un Ciak d’Oro, un Nastro d'Argento e molte candidature al David di Donatello. 

Mercoledì 17 andrà invece in scena, ancora alle ore 21, “Berenice, principessa e martire”, con Raffaella Azim e con l'accompagnamento musicale di Alessandra Prozzo al flauto. Per rappresentare il mito e i diritti violati della donna; una storia di 2000 anni fa per raccontare volontà, generosità e sacrificio della donna, come sempre vittima della storia degli uomini.

Raffaella Azim, attrice e produttrice di  teatro e cinema, ha debuttato al Piccolo Teatro di Milano, collabora con i più grandi protagonisti della scena teatrale e cinematografica, da Luca Ronconi a Andree Ruth Shammah a Lina Wertmüller, a Dacia Maraini, solcando i più prestigiosi palcoscenici nazionali e internazionali.

In caso di maltempo gli spettacoli si terranno alla Casa della Musica di via Capitelli 3.

COMTS – FS