null Disastri naturali e ambientali fra logica dell'emergenza e cultura della prevenzione
09 maggio 2019

Disastri naturali e ambientali fra logica dell’emergenza e cultura della prevenzione

“Disastri naturali e ambientali, fra logica dell’emergenza e cultura della prevenzione (Nuovo Codice della Protezione Civile – d.lgs. 2 gennaio 2018, n°1)” è il titolo del convegno che avrà luogo mercoledì 15 maggio 2019 alle ore 14.30 nell’Auditorium del Salone degli Incanti (ex Pescheria), con ingresso libero e gratuito
Disastri naturali e ambientali fra logica dell’emergenza e cultura della prevenzione

Nell’incontro, che è promosso dall’associazione “In Prospettiva”, in coorganizzazione con il Comune di Trieste - assessorato alla cultura e con il patrocinio della Regione F.V.G., sarà affrontato un tema di assoluta rilevanza che riguarda i vari rischi a cui è esposto il territorio del nostro Paese e le relative misure di prevenzione e protezione previste. La giornata di studio risulta particolarmente significativa ricorrendo quest’anno il decennale del sisma dell’Aquila che procurò 309 morti, migliaia di feriti e senzatetto. Si desidera commemorare il dramma e le vittime, rendere omaggio a chi si spese nei soccorsi con generosità ed esprimere solidarietà alla popolazione, con l’augurio di un rapido ritorno ad una completa normalità di vita.

L’auspicio è che i tragici eventi abruzzesi, come i numerosi disastri che si sono susseguiti negli ultimi anni (terremoti, alluvioni, frane, inondazioni), possano costituire un forte stimolo per tutta l’Italia a diventare un Paese più sicuro e consapevole delle sue fragilità, mettendo a punto efficaci sistemi di sicurezza.

Durante i lavori si analizzerà la questione, con particolare riferimento alla Regione FVG, secondo quanto previsto dal nuovo codice di Protezione Civile. Cosicché si parlerà dell’attività di pianificazione e prevenzione, degli interventi in emergenza e della ricostruzione. Verrà preso in considerazione, altresì, l’importante ruolo svolto dai mass media nello sviluppo di una cultura dei disastri, affinché la comunità possa esprimere un approccio attivo nei confronti di questi fenomeni, avendo una chiara percezione del rischio e la capacità di resilienza ad affrontarlo.

Poiché la partecipazione a livello sociale risulta centrale e le necessarie deleghe tecniche non possono tradursi in disinteresse e disimpegno, questo convegno vuole costituire uno spazio di pubblica informazione e di confronto sul tema, evidenziando il contributo che può essere offerto dal cittadino.

Il panel di relatori è costituito dai rappresentanti di tutti gli organi istituzionali, delle Forze Armate e Forze di Polizia, del volontariato organizzato e degli ordini e collegi professionali, che a vario titolo e con compiti diversi, hanno competenze in materia a livello regionale, provinciale e comunale, nonché dal direttore del quotidiano “Il Piccolo”.

Dopo il saluto istituzionale del Comune di Trieste, interverranno: Sergio GRAZIOLI, Direttore del quotidiano “Il Piccolo” di Trieste, Valerio VALENTI, Prefetto di Trieste, Riccardo RICCARDI, Vicepresidente della Regione FVG, Amedeo ARISTEI, Direttore Regionale della Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, Natalia RESTUCCIA, Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Trieste, il Colonnello Livio CIANCARELLA, Comandante del Comando Militare Esercito “Friuli Venezia Giulia”, il Colonnello Stefano COTUGNO, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Trieste, Giuseppe PETRONZI, Questore di Trieste, Sergio BURICELLI, Presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Regione FVG, Hanna FARAH, Presidente dell’Associazione Psicologi per i Popoli FVG, Elio miani, Presidente dell’Associazione Geometri di Udine, Luca PASSADOR, Presidente del Collegio dei Geometri di Trieste.

I lavori si concluderanno alle 19.30