null Direttore Ecomuseo “Egea-Una luce sulla memoria” di Fertilia Mauro Manca ricevuto in municipio dal Sindaco Roberto Dipiazza. “Massima disponibilita’ a collaborare e a favorire la doverosa cultura del ricordo”
09 ottobre 2020

Direttore Ecomuseo “Egea-Una luce sulla memoria” di Fertilia Mauro Manca ricevuto in municipio dal Sindaco Roberto Dipiazza. “Massima disponibilita’ a collaborare e a favorire la doverosa cultura del ricordo”

Cordiale incontro oggi (venerdì 9 ottobre) nel salotto azzurro del palazzo comunale di Trieste dove il sindaco Roberto Dipiazza ha ricevuto - accompagnato da Renzo Codarin, presidente dell’ANVGD - Mauro Manca, direttore organizzativo dell' Ecomuseo “EGEA-Una Luce sulla Memoria”, moderno polo museale di Fertilia in Sardegna, il cui primo padiglione sarà inaugurato entro la fine di quest’anno.

Nel corso della riunione è stata ribadita l’importanza di ricordare l’esodo degli italiani dalle terre dell’Istria, Fiume e Dalmazia, una grande tragedia italiana, un capitolo doloroso della nostra storia nazionale. Proprio nel secondo dopoguerra la Sardegna ha accolto migliaia di esuli giuliano-dalmati, cacciati dalla propria terra e privati dei loro beni dal regime comunista jugoslavo solo perché italiani. 

L’ obiettivo di questo progetto di grande interesse storico-culturale  - già presentato ufficialmente a febbraio in Sardegna, nel Parco Regionale di Porto Conte ‘città di fondazione’ di Fertilia,  nel Comune di Alghero e a cui ha presenziato il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza – è appunto la creazione del Museo “EGEA-Una Luce sulla Memoria” (intitolato a  Egea Haffner, la bambina con la valigia, nata a Pola, nel 1941, sei anni prima del grande esodo. Oggi vive a Rovereto. Suo padre Kurt fu insignito con la medaglia commemorativa del Sacrificio offerto alla Patria dal Presidente della Repubblica Carlo Azelio Ciampi). Il museo ospiterà testimonianze documentali e fotografiche riguardanti la memoria dell’esodo giuliano-dalmata  che ricostruiranno, anche attraverso le vicende storiche, sociali ed umane dei suoi abitanti, la storia della costruzione della ‘città di fondazione’ di Fertilia, nel Comune di Alghero, cominciata l’8 marzo 1936 e terminata nel dopoguerra, ereditando la tradizione dei nuovi arrivati. La borgata è stata infatti dedicata a San Marco e un leone alato campeggia al centro del belvedere. Vie e piazze richiamano luoghi o avvenimenti storici del Veneto e della Venezia Giulia. Il museo sarà caratterizzato da un percorso descrittivo diviso in tre ambiti: la diaspora e l'esodo; il viaggio interminabile; la nuova vita ritrovata. 

Consegnando al direttore Mauro Manca e alla delegazione del Museo EGEA lo stemma della Città di Trieste, il sindaco Roberto Dipiazza ha  ribadito la “massima disponibilità a collaborare e a favorire la doverosa cultura del ricordo”, sottolineando positivamente  l’importanza dell’impegno avviato dagli amici di Fertilia. Al termine, dopo uno scambio di doni, il direttore Mauro Manca con i suoi collaboratori hanno proseguito la visita a Trieste con una serie d’incontri sui principali luoghi simbolo dell’Esodo, raggiungendo anche il Porto Vecchio e il Magazzino 18.

COMTS-GC

Direttore Ecomuseo “Egea-Una luce sulla memoria” di Fertilia Mauro Manca ricevuto in municipio dal Sindaco Roberto Dipiazza. “Massima disponibilita’ a collaborare e a favorire la doverosa cultura del ricordo”