null Da mercoledì 9 dicembre riaprono le biblioteche del Comune di Trieste
04 dicembre 2020

Da mercoledì 9 dicembre riaprono le biblioteche del Comune di Trieste

Da mercoledì 9 dicembre riaprono le biblioteche del Comune di Trieste

Il Comune di Trieste informa che da mercoledì 9 dicembre le biblioteche comunali riaprono i servizi di prestito e consultazione e tornano ad accogliere lettori, studenti e ricercatori nelle sale di lettura.

Gli ingressi rimangono contingentati e le postazioni a cui accomodarsi ridotte di numero e distanziate per non creare ambienti affollati, nel rispetto del protocollo sulle misure di prevenzione in materia di contenimento del contagio da Coronavirus adottato dal Comune di Trieste. Tutte le informazioni dettagliate a riguardo sono pubblicate sui siti web delle singole strutture.Gli accessi e la permanenza nelle biblioteche saranno gestiti dal personale addetto all’accoglienza al pubblico e non richiederanno la prenotazione. Nelle sale lettura sarà possibile usare il proprio device e studiare anche su testi propri. Non si potranno usare, invece, le postazioni internet e resta l’obbligo di quarantena dei volumi che rientrano dal prestito.Per entrare nelle biblioteche occorre sanificare le mani con il gel apposito messo a disposizione del pubblico, sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea tramite termoscanner e indossare la mascherina. Questa non è obbligatoria solo per i bambini sotto i 6 anni.

La Biblioteca Quarantotti Gambini (aperta al mattino lunedì, mercoledì e sabato dalle 9.00 alle 13.00, al pomeriggio di martedì, giovedì e venerdì dalle 15.00 alle 19.00) potrà far accomodare fino a 44 persone alla volta nella Sezione adulti in via delle Lodole 6. La Sezione ragazzi, con ingresso in via delle Lodole 7/a, ospiterà invece fino a un massimo di 18 giovani lettori, tra postazioni studio e poltroncine, tutte opportunamente distanziate.L’ingresso in biblioteca, per chi deve restituire un documento o desideri scegliere a scaffale un libro o un dvd da prendere in prestito senza fermarsi in sala lettura, sarà consentito a 10 persone alla volta nella sezione adulti, mentre in Sala ragazzi si potrà girare tra gli scaffali in non più di 4 per volta.

La Biblioteca Mattioni riapre agli utenti nell’orario consueto (lunedì, mercoledì e venerdì 15:00 – 19:00; martedì giovedì e sabato 9:00 – 13:00). La Sala ragazzi di via Petracco 10 potrà ospitare 5 lettori alla volta mentre la Sala bambini torna ad essere a disposizione per un massimo di 9 bimbi contemporaneamente, con postazioni dedicate e distanziate. In Mediateca si potrà stare ad ascoltare musica o vedere un film in 7 alla volta e in Sezione adulti potranno accomodarsi fino a 14 persone.Pure alla Mattioni si potrà tornare a prendere in prestito un libro o un dvd scegliendo da sé: lo si potrà fare in 2 alla volta in Sala bambini e ragazzi e in Mediateca, mentre nella Sezione adulti si potrà girare tra gli scaffali in non più di 3 persone per volta. L’ingresso in biblioteca, per restituire o prendere documenti in prestito, e la permanenza nelle sale saranno gestiti dal personale addetto all’accoglienza al pubblico.

La Biblioteca Hortis sarà aperta al pubblico al mattino, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13.00 e potrà accogliere nella sala studio del terzo piano fino a 12 persone. Non occorrerà prenotare il servizio consultazione: il personale della biblioteca gestirà l’ingresso degli utenti all’entrata in via Madonna del mare 13. In Ufficio prestiti al terzo piano si potrà accedere uno alla volta, perciò agli utenti sarà chiesto di aspettare il proprio turno all’ingresso della biblioteca. Sempre in Hortis, anche l’Archivio Diplomatico riaprirà il servizio consultazione ma su appuntamento, da concordare tramite email.

L’Emeroteca Fulvio Tomizza rimane invece ancora chiusa al pubblico per ragioni tecniche connesse all'emergenza covid.

COMTS