null Da domani, venerdì 3, fino a domenica 5 gennaio, a Trieste, il IV Torneo Internazionale di Scacchi.
02 gennaio 2020

Da domani, venerdì 3, fino a domenica 5 gennaio, a Trieste, il IV Torneo Internazionale di Scacchi.

Attesi al Savoia Excelsior Palace delle Rive grandi campioni da Russia, Serbia, Croazia e Slovenia

Da domani pomeriggio, venerdì 3 (con inaugurazione alle ore 16) e fino a domenica 5 gennaio (con le premiazioni previste per domenica sera, alle 19.30) si svolgerà a Trieste, allo Starhotels Savoia Excelsior Palace di Riva del Mandracchio 4, il “4° Torneo Internazionale di Scacchi” promosso dall’Accademia di Scacchi Trieste, con il sostegno e il contributo del Comune di Trieste.

Anche quest’anno la manifestazione “su scacchiera” sarà multidisciplinare, ospitando tornei satellite di Dama (anch’essa disciplina sportiva associata al CONI) e di Go, il famoso gioco di strategia cinese: una perfetta triade, dunque, di “sport della mente”. Iscrizioni anche sul posto, venerdì 3 gennaio.

Novità del 2020 - rendono noto gli organizzatori della kermesse scacchistica - la presentazione del libro sugli scacchi “…Una vita di sacrifici…” a cura del campione Carlo Solinas. Lo stesso Solinas terrà anche una Lectio magistralis sul tema, nella mattinata di venerdì 3 gennaio (sempre al “Savoia”, dalle ore 10.30 alle 12) incentrata sui diversi aspetti culturali legati al gioco degli scacchi, dall’origine di questo gioco legata ad affascinanti tematiche filosofiche ai principali riferimenti letterari e artistici, con un occhio rivolto anche al mistero che il gioco/non gioco suscita nell’uomo, un gioco dunque non soltanto logico e matematico...

Il “4° Torneo Internazionale di Scacchi” osserverà la “formula weekend” del torneo open integrale a 5 turni di gioco, sistema di abbinamento Svizzero variante Olandese, spareggi tecnici nell’ordine: Buchholz cut1, Buchholz tot e A.R.O., con cadenza di gioco di 90 minuti + 30 secondi di recupero a mossa a partire dalla prima e obbligo di notazione delle mosse.

A testimonianza del grande interesse internazionale rivestito dalla manifestazione, sono attesi anche quest’anno gran maestri da Russia, Serbia e Croazia e maestri internazionali da Croazia e Slovenia. Sarà presente anche uno scacchista non vedente che giocherà con una scacchiera speciale nel segno dello sport integrato.

In programma quest’anno anche il collegato Torneo “Memorial Rozmann” intitolato a un socio benemerito dell’Associazione promotrice dell’evento.

Il Torneo è pertanto diviso in tre categorie: Torneo A “Trofeo Hotel Savoia” Elo Fide > 1800, Torneo B “Memorial Rozmann” Elo Fide < 1799, Torneo C “Beginners” Elo Fide < 1499. Sono ammessi tutti i giocatori italiani tesserati FSI 2020 e i giocatori stranieri in possesso del FIN (FIDE Identity Number). E’ possibile tesserarsi anche in sede di gioco (con una maggiorazione di 5 Euro) tramite l’Accademia di Scacchi oppure presentare la dichiarazione di tesseramento firmata dal presidente della propria società di appartenenza. Agevolazioni sono previste per i giovani sotto i 16 anni di età mentre per i GM e IM l’iscrizione è gratuita.

Sono previsti premi per i primi 5 classificati assoluti del Torneo A, B, e C, nonchè per i primi classificati delle categorie Over 65, Over 55, Under 16, Under 10 e Femminile. Nel corso degli anni la manifestazione ha visto la partecipazione di maestri da Russia, Serbia, Slovenia, Croazia, Austria, Italia, Svizzera, Iran, Albania. L’Albo d’Oro ha visto vincitori nel 2017 il IM Predrag Bodiroga (Serbia), nel 2018 il Gran Maestro Sinisa Drazic (Serbia) e nel 2019 il Gran Maestro Igor Naumkin (Russia).

Per quanto concerne lo svolgimento delle gare per le discipline “parallele”, sabato 4 a partire dalle ore 9.30 e domenica 5 gennaio dalle ore 10 si terrà il 13° Trofeo Internazionale di Go Higashikita, valido come tappa del circuito F.I.G.G. (Federazione Italia Giuoco del Go); domenica 5 avranno luogo infine il Campionato provinciale di Dama Italiana e il Campionato provinciale di Dama Internazionale.

Da rilevare che a caratterizzare i tornei organizzati dall'Accademia di Scacchi è la particolare cura nell'applicazione delle normative "anti cheating" disposte dalla FIDE per il controllo e il ritiro all'entrata in sala (anche al pubblico) di qualsiasi dispositivo elettronico (soprattutto smartphone) che potrebbe permettere al giocatore di ricevere suggerimenti da potenti software scacchistici sulla mossa decisiva da compiere in una determinata posizione durante la partita. Anche in tal senso, durante le giornate del Torneo, visitatori e giocatori potranno rivolgersi alle hostess dell’Accademia, che parlano le principali lingue europee, per qualsiasi informazione, servizio guardaroba, consegna di telefoni e borse e per qualunque altra esigenza logistica.

A curare la parte tecnica sarà l'Accademia di Scacchi ASD, la prima scuola di scacchi a venir riconosciuta dalla Federazione scacchistica italiana in regione (2014), forte dell'organizzazione del Festival Internazionale di Lignano Sabbiadoro giunto quest'anno alla quarta edizione.

Scacchi e scacchiere e orologi omologati FIDE saranno corredati dalla magnifica collezione, gentilmente concessa dalla famiglia Fabris, di scacchi in legno realizzati a mano dal mastro pipaio e scacchista triestino Marino Fabris al cui ricordo l’anno passato è stata dedicata una speciale targa.

I tavoli dei primi giocatori del torneo magistrale saranno arredati con le scacchiere elettroniche che con tecnologia DGT invieranno le mosse delle partite in rete in tempo reale su un mini-sito dedicato con scacchiere bidimensionali lettrici di PGN (il linguaggio che tramuta la scaccografia algebrica in mosse visibili sullo schermo).

La Direzione del Torneo sarà curata dall’Arbitro Internazionale Marco Biagioli.

Starhotels sostiene come partner principale il torneo, ospitando nella magnifica Sala Tergeste del Savoia Excelsior Palace postazioni di gioco di lusso per offrire a tutti i giocatori, anche amatori, l'atmosfera e il comfort dell'ambiente esclusivo dei grandi campioni. Lo Starhotels Savoia ospita anche la squadra dell'Accademia di Scacchi che milita nel campionato nazionale di serie B. Ai giocatori che volessero soggiornare a Trieste durante i giorni del torneo sono offerte particolari convenzioni visibili sul sito del torneo www.triestechess.com.

Inoltre, in occasione dell’undicesimo anno di attività dell’Accademia di Scacchi, saranno premiati gli associati, gli atleti e quanti hanno contribuito al raggiungimento di questo traguardo. Saranno invitati per il brindisi conviviale e per la degustazione enologica della Vigna Angeli, in programma domenica 5 gennaio alle ore 20, al termine della cerimonia di premiazione, tutti i giocatori e accompagnatori, guidati alla degustazione dal Sommelier Carlo Badiali.

Comitato d'onore: Turismo FVG, Comune di Trieste, CONI, Federazione Scacchistica Italiana e ASI.

(per ulteriori informazioni: www.triestechess.com, contatti: info@triestechess.com)


 

COMTS - FS


 

Programma

Venerdì 3 gennaio
14 -15 ISCRIZIONI
15 – 15.30 ACCREDITI
16 1° TURNO

Sabato 4 gennaio
9.30 2° TURNO
15 3° TURNO

Domenica 5 gennaio
9.30 4° TURNO
15 5° TURNO
19.30 PREMIAZIONI
20 BRINDISI CONVIVIALE

 

Trieste “capitale europea degli scacchi”

Nel 1923 si svolse il Congresso scacchistico di Trieste ospitato nella sala del Teatro del Circolo Artistico. Da allora ci fu una lacuna temporale di eventi cittadini omologati alle federazioni nazionale ed internazionale.

La tradizione fu ripresa 74 anni dopo, quando Massimo Varini (all'epoca Delegato Provinciale della Federazione Scacchistica Italiana), con la collaborazione dei circoli scacchistici cittadini, fondò e ne curò le prime tre edizioni 1997-98-99 del Torneo Internazionale di Trieste, i cui tornei si svolsero in formula weekend nell'Auditorium del Palazzo delle Ferrovie di Trieste.

Il torneo ebbe un apprezzamento da parte di cinquanta partecipanti nella prima edizione, sessanta nella seconda e settanta nella terza, con alcune presenze di titolati stranieri. Si avviò così un nuovo fertile periodo per gli scacchi di alto livello in città.

In virtù della favorevole ubicazione geografica di Trieste al centro "dell'Europa scacchistica” e vista la sua vicinanza ai paesi dell’Est di grande tradizione scacchistica, un nuovo evento di prestigio ben si inserisce in un periodo dell'anno favorevole alle vacanze scolastiche e lavorative.

Sono aperte le iscrizioni intanto anche ai corsi per bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni e adulti e pensionati all'Accademia Scacchi Trieste, scuola riconosciuta di 1° e 2° Livello dalla Federazione Scacchistica Italiana. Si tratta di corsi completi a partire dalle basi per i principianti, sia di perfezionamento scacchistico per i più esperti. Ogni incontro prevede lezione teorica, esercizi e torneo. Gli ultimi 15 minuti saranno dedicato alla pratica del gioco libero.
I corsi saranno così suddivisi per fasce d'età: Corso di Scacchi Juniores; ragazzi da 6 a 9 anni; ragazzi da 9 a 13 anni e ragazzi da 13 a 16 anni.

La prima prova sarà gratuita secondo la formula Open Day per permettere a quanti desiderano avvicinarsi a questa affascinante disciplina di provare liberamente. Sono previsti infine anche corsi di perfezionamento e preparazione agonistica con Massimo Varini, medaglia di bronzo al merito sportivo, Azzurro d'Italia e Formatore riconosciuto dalla FSI e FIDE.

Le lezioni si terranno ogni martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 16.30 alle 18.30 per i pensionati anche corsi mattutini fino a maggio 2020 presso la sede dell'Accademia c/o ASI FVG allo Stadio Nereo Rocco di Trieste (in Piazzale Atleti Azzurri d'Italia, 1 II piano). Il Piano di studi è disponibile presso la segreteria dell’Accademia.

(maggiori informazioni sul sito www.accademiadiscacchi,it, posta: info@accademiadiscacchi.it, twitter.com/HdemiaDiScacchi, Facebook: www.facebook.com/AccademiaDiScacchi, tel. +39 329 2239575, anche WhatsApp).


 

Accademia di Scacchi

L’Accademia di Scacchi è un’Associazione Dilettantistica senza fine di lucro dalle molteplici caratteristiche che la rendono una realtà rivolta alla promozione del gioco degli scacchi, della crescita personale e dell’aggregazione sociale e multi culturale. Questa pluralità di aspetti è confermata dai riconoscimenti che l’Accademia ha meritato nei suoi recenti anni di attività.

Fondata nel 2008 da Massimo Varini, l’Accademia può essere considerata la naturale evoluzione dello “Chaturanga”, una delle prime scuole di scacchi italiane con metodologie d’insegnamento dell’est europeo degli anni ’90, fondata dallo stesso, reduce da tornei in Russia. Affiliata già dal 2009 alla Federazione Scacchistica Italiana (FSI) Disciplina associata al CONI, è affiliata nel 2011 al Movimento Sportivo Popolare Italia (MSP Italia), Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI. Dal 2014 è affiliata all’ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane).

L’Accademia è un'associazione di dimensione extra territoriale, con sede a Trieste. Vanta numerosi associati. L’Accademia propone, attraverso gli stessi, l'organizzazione, lo svolgimento e la gestione delle attività scacchistiche, a carattere sportivo dilettantistico, amatoriale e promozionale, con l’interesse rivolto alla realtà sociali, attraverso l’indizione di tornei, manifestazioni, incontri e convegni, di corsi di perfezionamento e di avviamento, rivolti anche al settore educativo, ricreativo e del tempo libero e annoverando tra i suoi affiliati anche giocatori di classe Magistrale, nonché Istruttori iscritti all’Albo Nazionale Federale. Le sue squadre militano nel campionato Nazionale Assoluto e Giovanile dallla serie Promozione fino alla A2.

L’Accademia è inoltre particolarmente attenta allo sviluppo di nuove tecnologie informatiche, ed è presente come Circolo scacchistico virtuale, con una stanza dedicata sul sito internet playchess della nota casa tedesca ChessBase, dove organizza corsi online e tornei, nonché possibilità di gioco libero e di incontro per i suoi associati. Il sito internet è il cardine di contatto per tutti gli associati ma soprattutto per i soci corrispondenti che non hanno facilità logistica di frequentazione della sede. La pagina facebook dell’Accademia soddisfa gli utenti più “social”. La collaborazione con i circoli di scacchi amici consente l’organizzazione di eventi di successo.


 

La nostra missione: “alfabetizzazione scacchistica!”

L’Accademia, sin dalla sua costituzione, persegue l’obiettivo di divulgare la pratica del gioco degli scacchi intesi come disciplina cognitiva e formativa per i giovani, strumento attitudinale al problem-solving per gli adulti e stimolo intellettuale e motivazionale per gli anziani. Tutto ciò attraverso la promozione di corsi e tornei di scacchi a vari livelli.

Nel mondo contemporaneo il bisogno di sviluppare le facoltà creative e di ragionamento, soprattutto per i giovanissimi, è diventato un’esigenza a contrasto di quella passività quasi ipnotica procurata da televisione e giochi elettronici di uso, e spesso abuso, ormai quotidiano. Il benessere psicofisico che deriva da una regolare e sana attività sportiva intellettuale è un fatto incontestabile e ricco di implicazioni positive.

Ciò che rende gli scacchi un linguaggio universale come la musica, è l’abbattimento delle barriere sociali di ogni tipo: di età, linguistiche, ceto sociale ed economico, etniche, politiche e religiose, di abilità diverse e persino geografiche. Convenzionalmente si gioca tutti con le stesse regole e ad armi pari, non a caso il motto della federazione mondiale è: “Gens una sumus” (siamo un unico popolo).

Un’occasione di crescita personale attraverso la quale debbono essere valorizzati i punti di forza della persona e combattuti i punti deboli, lontano dagli stereotipi del risultato ad ogni costo e dove, al contrario, si esprime soddisfazione nel migliorare passo dopo passo tramite esperienze concrete di gioco e di vita dove si compete con l’avversario e non contro di esso.

Lo sviluppo del talento sportivo viene incentivato con la partecipazione al programma didattico che si sviluppa tra ottobre e maggio che prevede un piano di studi ispirato alle metodologie delle scuole dell’est europeo, tramite la frequentazione alle lezioni in sede ed online e la partecipazione a tornei individuali e a squadre. Gli incontri con le federazioni limitrofe arricchiscono lo scambio linguistico e culturale. Un campione in erba trova l’ambiente formativo adatto a ricevere le basi di questa disciplina. Diversi allievi hanno raggiunto il podio italiano, il Campionato Europeo e Mondiale.

L’organizzazione di ben due eventi internazionali prestigiosi di rilevanza europea, www.triestechess.com e www.lignanochess.com sono il fiore all’occhiello della attività associativa.

L’assistenza tecnica offerta a scuole di Trieste e a quelle di lingua italiana all’estero (di cui la capofila è la scuola De Amicis di Buie d’Istria) e Ricreatori comunali, è al passo con l’attuale apprezzamento da parte degli esperti sugli aspetti formativi degli scacchi e di stimolo delle facoltà cognitive dei ragazzi. Recenti studi stanno dimostrando che la pratica scacchistica favorisce il pensiero matematico e logico-linguistico nonché allena efficacemente la memoria e la capacità di sintesi. L’associazione ha anche forte valenza sociale grazie alle collaborazioni attive con l’Azienda Sanitaria e con il Comune di Trieste.

Ne consegue che questa rinnovata concezione degli scacchi ha portato l’Accademia a sostenere con forza i valori del pensiero indipendente, dell’etica sportiva, della tradizione di tramandare il sapere al servizio per gli altri, continuando ad offrire uno sport a misura di ogni singolo individuo, considerandone le particolarità psico-fisiche, tenendo conto dell’habitat che lo circonda, dal proprio quartiere, e dell’età. Garantendo una sana attività intellettuale, piacevole e non traumatica col fine di insegnare ai ragazzi ad essere futuri cittadini dal pensiero chiaro ed efficace, consapevoli e migliori dirigenti di un mondo migliore.