null Da domani in via Moreri a Roiano arriva la nuova “casetta dell’acqua”
28 ottobre 2020

Da domani in via Moreri a Roiano arriva la nuova “casetta dell’acqua”

La prossima settimana una a Valmaura e poi in via Locchi. L’assessore Elisa Lodi sottolinea il valore ambientale, civico e sociale dell’iniziativa

“Comincia domani (giovedì 29 ottobre) il montaggio della nuova “casetta dell’acqua” in via Moreri a Roiano. La prossima settimana sarà la volta di quella in via Valmaura e poi in via Locchi”.

La conferma viene dall’assessore comunale ai Lavori pubblici Elisa Lodi che sottolinea come “dopo la conclusione di una prima fase sperimentale, che ha visto istallare tre erogatori (in via Grego a Borgo san Sergio, in via Kock a Rozzol Melara e alla Rotonda del Boschetto a San Giovanni) prosegue, nonostante i rallentamenti dovuti all’emergenza sanitaria, il previsto piano con la posa di ulteriori tre casette dell’acqua a cura della ditta ProAcqua Group srl di Rovereto (Tn)”

L'acqua sarà disponibile ad un costo molto vantaggioso, di 6 centesimi al litro. La casetta di via Moreri sarà operativa già da domani (giovedì 29 ottobre), quella di Valmaura la prossima settimana. Dopo l’inaugurazione di entrambe, per farne conoscere e sperimentare l'utilizzo delle casette, l’acqua verrà erogata gratis per una settimana. Prima e successivamente all'inaugurazione potrà essere prelevata acquistando una tessera presso gli esercizi commerciali adiacenti. Con la stessa tessera i cittadini potranno prelevare l’acqua anche dagli impianti dalle oltre 200 fontane ProAcqua sparse sul territorio italiano. Per trovarle basterà scaricare la APP “ProAcqua” su telefonini o tablet.

L'iniziativa vuole promuovere la qualità e la sicurezza dell'acqua pubblica e punta a ridurre il consumo e lo smaltimento delle bottiglie di plastica, consentendo anche di ridurre le emissioni inquinanti dovute al trasporto dell'acqua in bottiglia.

Le “casette dell’acqua” sono una versione contemporanea della classica fontana pubblica, quella attorno alla quale si svolgeva la vita dei nostri borghi fino a meno di un secolo fa. La nuova fontana eroga sia acqua microfiltrata sia naturale, sia gasata, sempre gradevolmente fresca. L’obiettivo è anche quello di promuovere l’acqua dell’acquedotto, esaltandone le caratteristiche di qualità e sicurezza. Una novità grazie alla quale la fontana, come già è stato lungamente in passato, torna ad essere un punto che favorisce l’aggregazione e la socialità”.

“Anche in questo modo – sottolinea l’assessore Elisa Lodi- si riscopre un valore importante della tradizione, grazie ad una fontana che fa uso delle più moderne tecnologie al servizio dell’acqua, con un’attenzione particolare all’ambiente, utilizzando tutte le nuove risorse a disposizione per risparmiare energia e ridurre la produzione di rifiuti plastici e i conseguenti problemi di smaltimento”.

Ogni mese, ogni ProAcqua City installato eroga una media di 30.000 litri d’acqua risparmiando quindi lo smaltimento di 20.000 bottiglie di PET (800 Kg di Plastica), l’immissione in atmosfera di 250 Kg di CO2 per la produzione di dette bottiglie e 750 Kg di CO2 per la loro movimentazione.

COMTS-GC