null CostituzioneeestinzionedidirittirealisubenidiproprietàdelComunediTrieste

Costituzione e estinzione di diritti reali su beni di proprietà del Comune di Trieste

L'ordinamento giuridico italiano riconduce sotto la macro-categoria definita "diritti reali" i diritti soggettivi sulle cose, che attribuiscono al loro titolare un potere immediato e assoluto sul bene che ne costituisce l'oggetto. Il diritto reale per antonomasia è rappresentato dal diritto di proprietà. Esso, di certo, è quello che dà al titolare il più alto numero di facoltà che possono essere eserciate sulla cosa, ma non è l'unico.

Come fare

  • Contattare/ recarsi all'ufficio gestione straordinaria del patrimonio in passo Costanzi 1 (entrata da via Muda Vecchia) terzo piano.
    Leggere i due documenti allegati in cui sono dettagliate documenti e istruzioni a seconda dell'esigenza da avanzare, 
     
    I diritti reali conosciuti dall'ordinamento giuridico sono infatti sette e al diritto di proprietà si affiancano il diritto di usufrutto, il diritto di uso, il diritto di abitazione, il diritto di enfiteusi, il diritto di servitù e il diritto di superficie.
     
    Differenze tra il diritto di proprietà e gli altri diritti reali.
    rispetto alla proprietà, gli altri diritti reali si differenziano per due elementi fondamentali.
    Innanzitutto per il contenuto, che è indubbiamente più circoscritto e che ha portato alla loro definizione quali diritti limitati, parziari o minori.
    In secondo luogo per il fatto che essi si esercitano su cose di proprietà altrui, con la conseguenza di dover coesistere con il diritto di proprietà di un terzo. Tale caratteristica permette di identificare i diritti di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, servitù e superficie come diritti reali su cosa altrui.
     
    Caratteristiche comuni:
    Nonostante ciò e nonostante le differenze specifiche tra l'uno e l'altro diritto reale, alcune caratteristiche accomunano tutti i diritti reali.
    Innanzitutto vi è l'immediatezza del potere sulla cosa, ovverosia la possibilità di esercitarlo senza doversi avvalere della cooperazione di altri soggetti.
    A tale caratteristica si affiancano l'assolutezza e la patrimonialità, ovverosia la possibilità di far valere i diritti reali su tutti e la possibilità di valutare economicamente il loro contenuto.
     
     

Entro quanti giorni: 0

Dove andare

Sede

Trieste, PASSO Costanzi 1
3 Piano int. 28, 36

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Lunedi e Mercoledi 15:00 - 16:00
Martedi e Giovedi 11:30 - 12:30

Trasparenza

Atto primario: Altro, N°: 3000 Del: 3000,

  • Codice Civile Normativa catastale Legge Tavolare – R.D. 499/1929 L.R. 11/08/2010 n. 15 – Legge Tavolare

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

  • Avverso il provvedimento finale è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale da presentarsi entro 60 giorni, oppure, in via alternativa, al Presidente della Repubblica entro 120 giorni, dalla ricezione/pubblicazione all'Albo Pretorio della determinazione dirigenziale che approva la concessione.

Data di aggiornamento: 24.06.2020