null Comandanti del secondo reggimento Piemonte Cavalleria ricevuti nel salotto azzurro dal sindaco Roberto Dipiazza
28 ottobre 2020

Comandanti del secondo reggimento Piemonte Cavalleria ricevuti nel salotto azzurro dal sindaco Roberto Dipiazza

L’avvicendamento ai vertici del Reggimento dell'Arma di cavalleria tra i più antichi dell'Esercito Italiano, oggi inquadrato nella Brigata alpina "Julia", è stato il tema al centro dell’incontro, svoltosi nel salotto azzurro del palazzo municipale di Trieste, tra il sindaco Roberto Dipiazza e il comandante uscente, col. Giuseppe Russo e il subentrante, col. Ivano Marotta. Presente all’incontro anche il consigliere comunale Vincenzo Rescigno

Di stanza nella caserma "Guido Brunner" a Villa Opicina a Trieste, il 2. Reggimento Piemonte Cavalleria, lo scorso 13 luglio, ha ospitato il solenne incontro tra il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella e il Presidente sloveno Borut Pahor. Unità a forte vocazione internazionale, avendo partecipato alle missioni di pace in Libano, Afghanistan, Iraq, Somalia e Mali, il "Piemonte" è stato più volte impegnato in Italia anche nell'operazione "Strade Sicure". Nel corso del cordiale incontro di commiato e presentazione, sono stati ribaditi i vicoli di amicizia tra Trieste e il 2. Reggimento Piemonte Cavalleria.

Nel 2004 il Comune di Trieste ha concesso al Reggimento la "cittadinanza onoraria" con la seguente motivazione: "Per il grande valore storico di un Corpo che ha annoverato tra i suoi quadri, ufficiali, sottufficiali e militari di truppa di origini triestine; nonché per il solido e profondo legame che lo unisce alla città di Trieste, di cui ha contribuito ad incrementare il prestigio interno ed esterno con i suoi compiti di supporto nelle missioni internazionali di pace e di collaborazione con le altre Forze straniere".

COMTS-GC

Comandanti del secondo reggimento Piemonte Cavalleria ricevuti nel salotto azzurro dal sindaco Roberto Dipiazza