null Celebrato il “Giorno del ricordo” 2020
10 febbraio 2020

Celebrato il “Giorno del Ricordo” 2020

Si e' tenuta stamane a Basovizza, la cerimonia solenne alla Foiba, l'appuntamento principale delle iniziative commemorative organizzate dal Comune di Trieste e dal comitato per i martiri delle foibe. Prosegue nei prossimi giorni l'ampio programma delle iniziative collaterali
Celebrato il “Giorno del Ricordo” 2020

Si è svolta stamane, lunedì 10 febbraio, con inizio alle ore 10.30, l'annuale Cerimonia solenne alla Foiba di Basovizza, Monumento Nazionale, sul Carso Triestino, evento centrale di un ampio programma di manifestazioni e iniziative commemorative, culturali e di approfondimento storico, curato dal Comune di Trieste e dal Comitato per i Martiri delle Foibe in occasione del Giorno del Ricordo, la ricorrenza fissata appunto al 10 Febbraio (data in cui, nel 1947, fu firmato il Trattato di Pace di Parigi che, tra l'altro, assegnava alla Jugoslavia l'Istria, il Quarnaro e gran parte della Venezia Giulia) e istituita nel 2004 con apposita legge dello Stato (L. 30 marzo 2004, n. 92) per ricordare le vittime delle foibe, l'esodo giuliano-dalmata e le drammatiche vicende del confine orientale negli anni a cavallo del secondo dopoguerra.

In precedenza, anche quest'anno, si è tenuta la collegata e più breve commemorazione alla Foiba di Monrupino.

 

La Cerimonia solenne, che ha visto quest'anno la presenza di importanti esponenti del Governo, della politica nazionale, tra i quali il Ministro per i rapporti con il Parlamento, il rappresentante della Presidenza del Senato, il Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il Prefetto di Trieste Valerio Valenti e l’Arcivescovo di Trieste Monsignor Crepaldi, è stata aperta, come di rito, dall'ingresso sulla spianata della Foiba dei Medaglieri delle Associazioni d'Arma e dai Gonfaloni dei Comuni, in primis quelli di Trieste e Muggia, seguito dall'Alzabandiera sulle note dell'Inno di Mameli, e dalla deposizione di corone commemorative da parte del rappresentante della Presidenza del Senato, del Governatore della Regione Friuli Venezia Giulia, del Prefetto di Trieste e del Comune di Trieste con il Sindaco, del Presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe e Lega Nazionale, Paolo Sardos Albertini, quindi dei vertici delle associazioni dell'Esodo istriano-giuliano-dalmata (Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia, Unione degli Istriani, Associazione delle Comunità Istriane).

 

Subito dopo, si è svolta la Santa Messa officiata dall'Arcivescovo mons. Giampaolo Crepaldi e la lettura della Preghiera per gli Infoibati, scritta dall'allora Arcivescovo di Trieste e Capodistria mons. Antonio Santin, nonchè una serie di poesie e riflessioni sul tema lette dai giovani studenti.

Sono seguiti gli interventi del Ministro per i rapporti con il Parlamento, del Presidente del Comitato Martiri delle Foibe, del Sindaco di Trieste, del Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del rappresentante della Presidenza del Senato.

 

Dopo l'odierno appuntamento di Basovizza, nei prossimi giorni proseguirà l'ampio programma delle iniziative collaterali organizzato dal Comune di Trieste, dal Comitato Martiri delle Foibe e dalle altre associazioni aderenti.

 

Comts/RF