null Bid 19 | Biennale internazionale d'arte femminile al Magazzino 26 in porto vecchio
15 maggio 2019

Bid 19 | Biennale internazionale d’arte femminile al Magazzino 26 in porto vecchio

Nell’ambito della mostra Bid 19/ Biennale internazionale d’arte femminile allestita al Magazzino 26, in Porto Vecchio, sono in programma i seguenti eventi

venerdì 17 maggio, nella sala conferenze, alle ore 18.30: RECITAL del MAESTRO FRANCESCO CASTELLANA con il coro femminile “PANTA RHEI” di Trieste. Sabato 18 maggio, alle ore 11.00, nella sala del bar: CONFERENZA dal titolo: I GIOIELLI E LE DONNE DELLA VENEZIA GIULIA: due secoli di storia scritti al femminile, a cura di Giulia Bernardi, perito gemmologa e vicepresidente CPO. Le donne portano gioielli. Per sentirsi più belle, per dimostrare il loro status, per rendere pubblico il potere economico della loro famiglia e del marito. Ricevono un prezioso che rappresenta più che un dono: tra la fine del Settecento e la Prima Guerra Mondiale è un vero e proprio diktat sociale, imposto dalle regole non scritte che caratterizzano la collettività nell'area Alto Adriatica. Sono quindi, per usare un gioco di parole, delle "tradizioni auree": gli usi, i costumi di una Trieste che fatichiamo a riconoscere e che ripercorreremo nei documenti e nei ricordi per poterla riscoprire e riassaporare. Gli ori familiari si tramandano per asse femminile - costituiscono parte cospicua della dote -, le donne possono disporne senza l'intervento del marito (anche per supportare in momenti di difficoltà la famiglia stessa), rendono pubblico il loro ceto sociale e la sua eventuale elevazione, sono espressione e prova di fatti accaduti o che stanno per accadere, segnano - sottolineandolo - ogni "rito di passaggio". Perciò dalla nascita, alla Comunione, alla Cresima, al fidanzamento, al matrimonio, sino alla morte (con i gioielli da lutto) rappresentano un veicolo di comunicazione con regole esatte e imprescindibili. Ed infine: il valore apotropaico delle forme, dei colori, delle gemme, dei metalli usati sono precise indicazioni - visibili e condivisibili - del carico simbolico e del messaggio che quell'oggetto deve contenere per assolvere alla sua funzione privata, di dono sentimentale, e pubblica, di rendicontazione della stessa alla società. Alle ore ore 17.30, nella sala conferenze: VITA ACTIVA presenta “POMERIGGIO GASKELL” a cura di Helen Brunner, Manuela Centazzo e Marisa Sestito. Il pomeriggio sarà dedicato ad Elizabeth Gaskell, la scrittrice inglese vissuta negli anni della Rivoluzione Industriale, che ha messo al centro della sua scrittura il mondo delle donne e le questioni sociali. Saranno presentati due libri: Lady Ludlow, edito da Vita Activa e Nord e Sud, edito da Jo March. Letture a cura di Luisa Cividin e Giuliana Pregello. Domenica 19 maggio, nella sala conferenze, dalle ore 11.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle 16.00: WORKSHOP “DIRITTO ALLA CITTA’” Introduzione alla pianificazione di genere per la costruzione di una città inclusiva. Promuovere buone pratiche rivolte alla sensibilizzazione e sperimentazione di un nuovo modo di pensare lo spazio pubblico, finalizzato alla costruzione di una città inclusiva e cosciente, significa agire per raggiungere al più presto gli obiettivi dell’Agenda 2030, attraverso nuove alleanze e una visione globale che possano garantire equità, condivisione e benessere a tutta la Collettività. Riflessioni sull’importanza dei luoghi da destinare alla cittadinanza, dove lo spazio pubblico di qualità riconnette la trama urbana, per ottenere il vuoto come fosse un regalo inatteso, con arte.

Ideazione e progetto A.I.D.I.A. Sezione di Trieste con LUCIA KRASOVEC- LUCAS Architetto, Presidente AIDIA di TS, GABRIELLA VAGLIERI Medico, Presidente FIDAPA BPW TS, GIOIA GATTAMORTA Architetto, Vice Presidente AIDIA di TS, LUDOVICA SCARPA Docente Università IUAV di Ve.

Proiezioni “DENTRO E FUORI” come i film di famiglia e amatoriali rappresentano la donna dentro e fuori casa 15° a cura di Silvia Signorelli. Organizzazione Mirjana Dragovich e Anita Simonetti Cendon. Alle ore 17.30: RASSEGNA FOTOGRAFICA “GENTE ADRIATICA LE VIE DEL PORTO 2019”. In occasione delle celebrazioni dei 300 anni del Porto Franco di Trieste, le Associazioni Roiano per Tutti, Gente Adriatica, Noumeno Internazionale, Centro promozione di arte e cultura, con il patrocinio del Comune di Trieste, Circoscrizione Roiano - Gretta - Barcola organizzano una rassegna fotografica dedicata a questa realtà che oggi, più che mai, è alla ribalta della cronaca cittadina e non solo. Il progetto intende suscitare, con questa prima edizione, un maggior senso di appartenenza coltivando la propria identità e, attraverso l’arte fotografica, testimoniare visivamente lo stato attuale dei luoghi incontrati, ispirazione per gli autori e le autrici, attraverso la loro visione sullo stato e il desiderio di progresso del nostro porto, per non lasciare il posto allo spaesamento sul futuro della sua ricostruzione, che sarà resa possibile solo nel rispetto del suo valore ambientale e culturale, nonché storico

Le immagini saranno proiettate nel Magazzino 26 al 2° piano nella sala ristoro, dove saranno scelte tre opere per ogni partecipante che verranno esposte in Villa Prinz a partire dal 29 giugno con premiazione finale il 6 luglio, in occasione della settimana Roiano Cultura.

 


 

Si ricorda infine che, come ogni venerdì dalle ore 19.00, nella terrazza del Magazzino 26, sarà possibile gustare l’aperitivo firmato BID 19. Un’occasione unica per godere del suggestivo panorama del Porto Vecchio, in compagnia dell’arte femminile.


 

 

BID 19 | BIENNALE INTERNAZIONALE D'ARTE FEMMINILE | MAGAZZINO 26 | PORTO VECCHIO | TRIESTE

8 marzo_26 maggio 2019

orario:

venerdì 15.00_22.00

sabato, domenica e festivi 10.00_19.00

autobus linea 6 (fermata “POLO MUSEALE”)

 

INFORMAZIONI:

e-mail: bid.trieste@gmail.com
facebook: www.facebook.com/BID19TS
Instagram: www.instagram.com/Biennale_internazionale_donna

www.bid.trieste.it

www.triestecultura.it