null Autenticazione_di_firma_-_persona_temporaneamente_impedita_a_rendere_la_dichiarazione

Autenticazione di firma - persona temporaneamente impedita a rendere la dichiarazione

La dichiarazione sostitutiva da rilasciarsi nell'interesse di chi si trovi in una situazione di impedimento temporaneo a renderla, per ragioni connesse con lo stato di salute, è sostituita dalla dichiarazione, contenente espressa indicazione dell'esistenza di un impedimento, resa dal coniuge o, in sua assenza, dai figli o, in mancanza di questi, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado, al pubblico ufficiale, previo accertamento dell'identità del dichiarante.

Come fare

  • piena capacità di agire da parte del coniuge e del parente dichiarante che interviene al posto della persona temporanemente impedita

  • Contattare:

    • all'ufficio della P.A. dove deve essere presentata la dichiarazione; ai centri civici; in uno studio notarile, nell'ufficio atti notori del Tribunale, nella segreteria di un comune
    • rivolgersi al dipendente addetto a ricevere la documentazione, ai dipendenti incaricati dal Sindaco presso i centri civici (vedi elenco) a un notaio, al cancelliere del tribunale, al un segretario comunale
     
    Il caso riguarda le persone interessate da malattie tali da creare un temporaneo quindi reversibile impedimento (momentanea amnesia, stato confusionale, coma, trauma cranico, ecc..)a effettuare materialmente una dichiarazione.
    In mancanza del coniuge, cioè nel caso in cui la persona impedita risulta essere nubile, celibe, vedova/o, divorziata/o, subentra uno dei figli o, in mancanza di questi (perché l'impedito ne era privo o gli sono tutti premorti), uno dei genitori, uno dei nonni, uno dei nipoti e dei pronipoti in linea retta e, in linea collaterale uno degli zii o dei fratelli o una delle sorelle.
    Il pubblico ufficiale, nell'effettuare l'autenticazione, non è tenuto a indicare le ragioni concrete dell'impedimento temporaneo.
    Se l'impedimento e rendere la dichiarazione è invece di natura permanente, la dichiarazione dell'interessato non può essere sostituita da quella resa dal coniuge o, in sua assenza dai figli, ecc... ma è necessario ricorrere alla preventiva procedura di interdizione e quindi all'intervento di un tutore.
    Le suindicate procedure si riferiscono sia alle dichiarazioni sostitutive della certificazione, sia a quelle sostitutive dell'atto di notorietà che siano da produrre alla P.A, ai gestori di servizi pubblici o ai privati (imprese, banche, assicurazioni, ecc...).
    I pubblici ufficiali legittimati alla raccolta delle dichiarazioni sostitutive anzidette sono:
    • il dipendente dell'ufficio della P.A. dove la dichiarazione sostitutiva deve essere presentata;
    • un notaio;
    • un cancelliere di tribunale;
    • il dipendente incaricato dal Sindaco operante nei centri civici 
    Le modalità di ricevimento e redazione delle dichiarazioni sostitutive (VEDERE schede specifiche) di chi è temporaneamente impedito a renderle e che siano da presentare alla P.A., ai gestori/esercenti di servizi pubblici o ai privati(imprese, banche, assicurazioni, ecc...) non possono essere utilizzate dagli interessati per rendere dichiarazioni fiscali (denunce ai fini IVA, IRPEF, ecc....)
    La dichiarazione sostitutiva è esente da imposta di bollo.
    COSTO dell'autenticazione:
    • in bollo Euro 16,52 fino a quattro facciate
    • in carta semplice Euro 0,26
    L'utente (cioè colui che rende la dichiarazione al posto della persona temporameante impedita) che intende ottenere in carta semplice l'attestazione, da parte del pubblico ufficiale che ha raccolto la dichiarazione, che quest'ultima è stata da lui resa per l'interessato impedito temporaneamente ad effettuarla, deve indicare la norma di legge che lo esenta dal pagamento dell'imposta di bollo e il pubblico ufficiale attestante, verificata l'esistenza dell'esenzione, è tenuto ad applicarla indicandone gli estremi normativi sull'atto esentato.

Entro quanti giorni: 0

Dove andare

Contatti

0406758740

Sede

Trieste, via del Teatro Romano 7/b

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Lunedi 08:30 - 12:00 | 14:00 - 16:00
Dal Martedi Al Mercoledi 08:30 - 12:00
Mercoledi 08:30 - 12:00 | 14:00 - 16:00
Dal Giovedi Al Venerdi 08:30 - 12:00

Contatti

040214600

Sede

Trieste, via Doberdò 20/3

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Lunedi 08:30 - 12:00 | 14:00 - 16:00
Martedi 08:30 - 12:00
Dal Giovedi Al Venerdi 08:30 - 12:00

Contatti

040225034

Sede

Trieste, localita' Prosecco 159

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Mercoledi 08:30 - 12:00 | 14:00 - 16:00

Contatti

0406758691

Sede

Trieste, via Vittorio Locchi 23/b

Trasparenza

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

Data di aggiornamento: 17.04.2019