null “Parcheggio di via Beirut”: liberamente fruibile al pubblico per il 2019 in via sperimentale.
09 agosto 2019

“Parcheggio di via Beirut”: liberamente fruibile al pubblico per il 2019 in via sperimentale.

Lo hanno annunciato oggi in Municipio il vicesindaco Polidori e l’assessore Giorgi con il presidente di Esatto Polacco
“Parcheggio di via Beirut”: liberamente fruibile al pubblico per il 2019 in via sperimentale.

Il “Parcheggio di via Beirut” da oggi è fruibile gratuitamente al pubblico. Lo hanno annunciato il vicesindaco Paolo Polidori e l’assessore comunale ai Servizi Generali Lorenzo Giorgi con il presidente di Esatto Spa Andrea Polacco nel corso di una conferenza stampa in Municipio.
L’iniziativa, adottata in via sperimentale per il 2019 con apposita delibera di Giunta, proposta dell’assessore Giorgi, darà libero accesso, gratuitamente quindi al parcheggio di via Beirut, in base a un accordo con la S.I.S.S.A.. 
“Nel 2018 si era attivato Esatto per introdurre tariffe  agevolate (dai 5 ai 7 euro) per i cittadini residenti nel Comune di Trieste – ha spiegato il vicesindaco Polidori -. Quest’anno l’assessore Giorgi ha portato un consuntivo che evidenziava una spesa maggiore degli incassi per cui si è deciso di rivedere la questione e abbattere i costi, stabilendo di concedere l’ingresso gratuito al parcheggio di via Beirut, fornendo così una prima risposta positiva all’usufruibilità di posti auto in Costiera. Non è un mistero che a me personalmente sta molto a cuore la trasformazione della Costiera in “Strada turistica”, il che risolverebbe in gran parte il problema dei parcheggi e sarebbe un bel biglietto da visita per la città”. Polidori ha ricordato anche il particolare impegno del Comune per recuperare il maggior numero di posti-stallo in Costiera d’accordo con FVG Strade, rifacendo la segnaletica: 132 posti auto e 43 per le moto, 150 fino alla Marinella. Garantendo in totale 500 posti auto fino a Sistiana. “L’altr’anno ho anche pressato Apt per un servizio bus/navetta per i bagnanti che purtroppo non si è potuto ancora realizzare. In ogni caso ci stiamo muovendo per affrontare le problematiche trovando soluzioni efficaci e ottimali anche da un punto di vista turistico”.
L’assessore Giorgi ha sottolineato l’importanza e la necessità di abbattere i costi del parcheggio di via Beirut (sbigliettamento e impiego di personale) che altrimenti era inutilizzato da turisti e cittadini. “Dobbiamo fare in modo di valorizzare le bellezze della Costiera per gli oltre 1 milione di presenze di turisti registrate che vanno a incrementare l’economia di Trieste migliorandone l’immagine complessiva anche all’estero”.
Il presidente Polacco ha quindi spiegato l’ampia usufruibilità del parcheggio che consta di 4 piani e dispone di 50 stalli, aperto dalle 8 alle 19. L’ingresso è automatizzato con la possibilità per l’utente di verificare se i posti sono liberi o occupati. Sono stati anche disposti appositi cartelli per segnalare la prossimità del parcheggio. “Si è deciso di mettere a disposizione gratuitamente un sistema efficiente, dotato di fotocellule e di un ulteriore servizio di ‘controllo da remoto’, messo a punto dai tecnici di Esatto, attraverso l’impiego di un tablet”. E che il personale, come ha spiegato Roberto Millo di Esatto, gestirà anche per garantire in ogni caso l’uscita delle autovetture intervenendo immediatamente sugli accessi”.

Comts/RF