29 giugno 2020

Ampliamento utilizzo spazi pubblici per attività ricreative - Covid 19

La situazione emergenziale in cui si è venuto a trovare il nostro Paese, a causa della diffusione del COVID-19, ha determinato una graduale introduzione di nome sempre più restrittive alla circolazione delle persone e allo svolgimento sia delle attività commerciali che di quelle sportive e di aggregazione volte a contenere il più possibile l'epidemia e quindi gli effetti di contagio, misure restrittive che stanno determinando pesanti effetti negativi sul tessuto socio/economico e sportivo/culturale.

Nell'attuale fase risulta necessario dare impulso ad ogni attività per scongiurare il rischio di una lenta e progressiva recessione, permettendo invece una graduale ripresa sia dell'economia locale che delle seppur minime aggregazioni ludico/ricreative/ginniche/educative, con l'adozione di misure finalizzate a dare il più ampio respiro alle attività commerciali, ricreative e sportive, che si vedono costrette ad adottare tutti gli accorgimenti necessari per il contenimento del contagio ed in particolare il mantenimento del corretto distanziamento sociale con un restringimento delle potenzialità dei servizi offerti;

L'Amministrazione intende permettere, nell'ambito di tutto il territorio comunale ad Associazioni, Cooperative, Società, ecc., di usufruire di spazi adiacenti alle loro sedi (piazze e/o slarghi pedonali) o altre aree ritenute idonee per lo svolgimento di attività all'aperto, senza la necessità di acquisire alcuna specifica autorizzazione, fermo restando l'obbligo di presentare una dichiarazione ai competenti Uffici che verificheranno la disponibilità dello spazio indicato.

Nel contempo vige il preciso intendimento dell'Amministrazione Comunale di destinare in via prioritaria il suolo pubblico disponibile:

  • alle attività economiche, specialmente se insistenti su di esso, ciò in forza dei provvedimenti vigenti circa il contenimento del rischio di contagio all'interno degli stessi con il conseguente orientamento a favore dell'utilizzo degli spazi su suolo pubblico,
  • agli eventi già programmati.

Pertanto gli Uffici competenti saranno chiamati a verificare:

  • la disponibilità del suolo pubblico, per spazi e periodi di utilizzo, tenendo conto della prevalente destinazione a vantaggio delle attività economiche e degli eventi già programmati;
  • che l'istanza volta alla fruizione dei detti spazi dovrà evidenziare chi ne è il referente anche in termini delle responsabilità del caso;
  • e in esito a tale istanza verrà comunicato un semplice ''Nulla Osta'' che potrà in ogni caso essere ritirato in qualsiasi momento qualora il suolo pubblico risulti necessario per altre necessità senza facoltà di rivalsa da parte del beneficiario.

I soggetti che intendono fruire dell'utilizzo del suolo pubblico per le finalità sopra evidenziate, saranno tenuti a fare pervenire ai competenti Uffici del Comune tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) all'indirizzo comune.trieste@certgov.fvg.it una dichiarazione (vedi Mod. allegato) con l'indicazione del sito individuato con specificate le date e gli orari di svolgimento delle attività, fermo restando l’obbligo di rispettare le eventuali corsie di soccorso e il libero transito dei pedoni.

Sarà inoltre cura del titolare e/o presidente dell'Associazione, Circolo sportivo-ricreativo, Cooperativa, Società, o altro di porre in essere tutte le misure cautelative atte a contenere il contagio COVID.Il ''Nulla Osta'' verrà trasmesso per posta elettronica e potrà in ogni caso essere ritirato in qualsiasi momento qualora il suolo pubblico risulti necessario per altre necessità senza facoltà di rivalsa da parte del beneficiario.


In allegato vi è il modulo che i soggetti interessati dovranno trasmettere agli Uffici comunali tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) all'indirizzo comune.trieste@certgov.fvg.it prima di porre in essere la richiesta di occupazione del suolo pubblico.

Data di aggiornamento: 29.06.2020